Reazione a catena, via alla prima edizione post-covid. Concorrenti distanziati e pulsante personalizzato per Liorni (Foto in Anteprima)

Reazione a catena torna lunedì e resterà in onda fino al 27 settembre. Mancherà il pubblico, mentre i concorrenti giocheranno in postazioni distaccate. Durante 'l'intesa vincente' verrà inaugurato un nuovo pulsante personalizzato per Liorni

Novantuno puntate, dal 29 giugno al 27 settembre. Ogni giorno, per tutta l’estate, come accade ininterrottamente dal 2007. Reazione a catena torna in onda da lunedì per quella che sarà la prima edizione post-covid del gioco preserale di Rai 1.

Mancherà il pubblico, che sarà sostituito da trentadue spettatori collegati via Skype proiettati su dei grandi schermi alle spalle del conduttore. I concorrenti, invece, saranno in studio in carne ed ossa nel perfetto rispetto della tradizione, circondati da un’atmosfera ancora più colorata e ariosa.

A sfidarsi saranno sempre due squadre formate da tre componenti ciascuna.  Confermate tutte le prove, ma con la garanzia del distanziamento fisico. Come confermato anche da Sorrisi, la disposizione dei partecipanti sarà a triangolo, coi ‘capitani’ posti al vertice. Le comunicazioni verranno facilitate da auricolari ed archetti, che compariranno pure in occasione  de ‘l’ultima parola’.

Per quel che riguarda la celebre ‘intesa vincente’, invece, la novità stara nell’innesto di un nuovo pulsante ad uso esclusivo di Marco Liorni che, in questo modo, eviterà di avvicinarsi ai concorrenti che incrementeranno il distacco di un ulteriore mezzo metro.

Le registrazioni partiranno domenica, ma contemporaneamente proseguiranno i casting, sia live che online.

  • shares
  • Mail