rEsistiamo, su Italia 1 il primo docufilm sul lockdown (Anteprima Video)

rEsistiamo raccoglie clip di gente comune per raccontare la comune esperienza del lockdown.

Ora che la 'libertà' della Fase 3 ha preso il controllo dello storytelling della pandemia, Italia 1 propone rEsistiamo – diari dalla quarantena, in onda mercoledì 1o giugno in prima serata.

Si tratta del primo docufilm sul lockdown e anche una delle poche produzioni originali affidate a Italia 1.  Prodotto da EndemolShine Italy, rEsistiamo si presenta come un racconto corale realizzato dai protagonisti con video-diari personali che ridanno il senso, le emozioni, anche la necessità di una Quarantena che ora sembra lontanissima, ma che è stata importante per frenare il contagio.

Un'esperienza eccezionale che faremmo bene a metabolizzare, ma non respingere e sicuramente a non dimenticare. Un lavoro nato in quarantena e realizzato da remoto a rendere la natura di questo prodotto completamente immerso nel suo tempo e nei suoi inusuali spazi, condivisi tra lavoro e vita quotidiana. Il docufilm nasce da un’idea di Simone Mele, montatore, che insieme a Fabrizio Montagner e Susanna Paratore ne ha curato tutti gli aspetti: tutto è stato seguito da remoto, in tutti i suoi passaggi; il team composto da autori, produzione e redazione ha raccolto, selezionato e montato il materiale arrivato dai vari protagonisti che è stato caricato, di volta in volta, su un cloud condiviso, in modo che tutti potessero vedere l’avanzamento della lavorazione simultaneamente e lavorarci day by day.

Tante storie diverse per protagonisti, toni, contenuti. Nella clip in anteprima che TvBlog ha il piacere di mostrarvi vediamo Sara, infermiera della terapia intensiva del San Raffaele di Milano in prima linea per tutta l'emergenza. A lei il racconto della lotta quotidiana con la malattia, tra il dolore dell'addio in solitudine per chi non ce la fa e il sollievo nel vedere le persone guarire da quel virus che, in quei giorni, si è portato via anche sua nonna.

Tra le altre storie protagoniste, quelle di Federica e Luca, neo-genitori alle prese con ansie, dubbi e preoccupazioni moltiplicate dalla pandemia, ma anche con la gioia di avere la loro prima figlia; c'è Elisa,  giovane mamma single di Roma che deve reinventare la sua quotidianità insieme a Margherita, 12 anni, alle soglie dell'adolescenza tra genitori separati e didattica a distanza. C'è anche una famiglia di Napoli composta da due genitori e 6 figli da gestire senza scuola, senza attività pomeridiane e senza la possibilità di uscire. Non mancano gli amori ai tempi della Quarantena: Ivan e Shir, giovani fidanzati, si sono ritrovati divisi dalla quarantena; altri invece hanno visto nel lockdown la fine di una relazione trascinata forse troppo a lungo.

La tv post-lockdown prova a raccontarci le nostre esperienze. Vedremo se la voglia di elaborare sarà più forte della (pericolosa) voglia di dimenticare.

  • shares
  • Mail