Io e te, Pierluigi Diaco ribadisce la sua tv gentile puntando ad una "straordinaria ordinarietà" (rischi inclusi)

Io e te, Pierluigi Diaco insieme a Katia Ricciarelli nella seconda edizione di "Io e te": diretta live e recensione

"Tenterò di entrare nelle vostre case con la gentilezza e garbo che spero abbia contraddistinto il programma. Vorrei accompagnare il pubblico verso una normalità e ordinarietà che spero sia sempre più prepotente"

Con queste parole, Pierluigi Diaco ha aperto la prima puntata della seconda edizione di "Io e te", in onda su Rai Uno, dal lunedì al venerdì, per tutta l'estate, al posto di "Vieni da me", terminato venerdì scorso.

In studio, presenze fisse accanto al conduttore, troviamo Santino Fiorillo e Katia Ricciarelli, compagni di viaggio a cui sono state assegnate due rubriche. Assenti Valeria Graci e Sandra Milo che sono stati insieme a Diaco nell'esordio di questa trasmissione, nel 2019. Al loro posto, confermato Fiorillo (e fisso in studio) e la new entry, Katia Ricciarelli. A lei è stata affidata la sezione dedicata alle risposte delle email da parte del pubblico a casa (quella che una volta era "La posta del cuore" di Sandra Milo). L'assenza di Valeria Graci si sente soprattutto per il lato ironico e colorato che donava al programma. Per il resto, pochi sono i cambiamenti effettuati. Con tutti i relativi rischi, i pro e i contro.

Si apre con l'intervista a Mara Venier che, infortunata, si è collegata da casa e ha confermato di essersi fratturata un osso del piede, dopo una brutta caduta di ieri mattina, poco prima della diretta di Domenica In. E lo spazio inizialmente occupato da lei, viene riempito da un'intervista a Katia Ricciarelli, prevista nei prossimi giorni. Immancabile la scena del programma "Mara e Katia verso l'Oriente" con la fuga dell'orchestra sotto la pioggia. E il resto delle domande e risposte, vuole evitare (come sottolineato) un'attenzione alla vita privata ma interamente concentrata sulla carriera del famoso e celebre soprano.

Confermata, in scaletta, l'intervista ad una coppia non famosa che racconta la sua vita, dal primo incontro al quotidiano di oggi. E qua abbiamo il primo rischio, legato anche all'obbligato collegamento (e assenza in studio) a causa dell'emergenza Coronavirus. Il pubblico a casa deve riuscire ad entrare in empatia e seguire con interesse la "straordinaria ordinarietà" di chi è sposato da 58 anni e rivive il viaggio dei ricordi accompagnato dalle domande del conduttore.

Katia Ricciarelli, come già accennato, risponde alle domande dei lettori che le chiedono consigli e, in coda al programma, arriva la rubrica dedicata agli animali. Anche in questo caso collegamento (con sottofondo di abbai) e l'attenzione dedicata ai cani e gatti che entrano nelle vita di molti di noi.

Io e te resta fedele a se stesso. Pierluigi Diaco è evidentemente entusiasta e legato al programma. Lo sente suo, ha creato il suo microcosmo curato nei minimi dettagli con temi e argomenti che sente più vicini a sé. Non vuole una tv urlata, con voci sovrapposte, con discussioni e polemiche. Se ne tiene distante, lontano anni luce. Si distingue probabilmente per quello ma il rischio citato prima, è che proprio questa atmosfera troppo rilassata, troppo intima e intimista possa creare qualche smarrimento. Per assurdo, la confezione fin troppo "laccata e volutamente perfetta", insieme ad una conduzione gentile e cortese quasi fino allo sfinimento, rischia di restituire un programma artificioso nonostante gli ingredienti chiaramente genuini.

  • 13.49

    Mancano pochi minuti all'inizio dell'esordio della seconda edizione di "Io e te"

  • 14.02

    In compagnia del suo cane Ugo, Diaco annuncia l'inizio del programma, in partenza fra pochi minuti... Promette una tv gentile.

  • 14.05

    Inizia la puntata, in diretta, con la sigla di Vasco Rossi. Il cane Ugo sempre in braccio a Diaco. Poi si parte: "Grazie degli attestati di attenzione, critica, tenterò di entrare nelle vostre case con la gentilezza e garbo che spero abbia contraddistinto il programma. Vorrei accompagnare il pubblico verso una normalità e ordinarietà che spero sia sempre più prepotente".

  • 14.08

    Dopo i saluti a Sandra Milo e Valeria Graci, Pierluigi presenta Katia Ricciarelli, la sua nuova compagna di viaggio: "Per me è un onore condividere questo spazio con lei". Fiori per lei.

  • 14.10

    Santino Fiorillo presentato da Diaco, il custode del gossip del passato. Presente anche l'illustratore Testasecca, ospite fisso. E il pappagallo Enzo... (in onore di Enzo Tortora). Il pappagallo è di carta, per la cronaca.

  • 14.13

    Continua il discorso. Si passa alla fotografia. "Rappresentativa del nuovo stato d'animo". Un albero che si abbraccia. "Un abbraccio dolce e appassionato... Questa cosa dei due metri di distanza non lo posso digerire" commenta Katia.

  • 14.14

    Si parla di Mara Venier che ieri ha condotto Domenica In con il piede fasciato. Servizio di Paola Tavella.

  • 14.19

    "Mara Venier non può essere con noi per i motivi evidenti di ieri..." Collegamento da casa, al telefono. "Oggi la botta la sento molto, ieri durante la diretta, ero caduta a mezzogiorno scendendo le scale di casa. Mi sono ritrovata per terra, un botto terribile. Ho sbattuto anche la testa, mi hanno fatto anche la Tac alla testa. Tutto bene. Ma a 12.30 ho capito che al piede c'era qualcosa di serio. Mi ha aiutata ad alzarmi il mio autista. Il piede era gonfio, nero, ho capito che c'era qualcosa di serio. Ho voluto tentare di andare in diretta, non credevo di farcela. Avevo dolore ma non ci pensavo. Al piede ho una frattura a un osso che si chiama cuboide" racconta la conduttrice al telefono. Poi scherza: "Ho un appuntamento con Achille Lauro per andare a ballare il liscio!". Il dolore è aumentato: "Oggi sento dolori ovunque, sono qua a letto con il piede e la gamba fasciata. Mi dispiace molto non essere con te. Ci tenevo così tanto...!"

  • 14.21

    Con quale spirito hai costruito le pagine di Domenica In? "Lo sai bene, a un certo punto non volevo continuare. Sileri doveva essere mio ospite ma era positivo al Covid. Mi sono detto "Come faccio ad avere tutte queste persone in studio se c'è la pandemia?". E' andato in onda Liorni. Ho ricevuto telefonate di tanti amici che mi hanno detto "Non puoi mollare!". Per cui mi hanno dato questa carica. Con tanta paura sono tornata in onda, per me e mio marito che a novembre ha avuto una polmonite. Però ho capito che forse dovevo andare in onda e parlare al pubblico che mi segue da anni. E dovevo regalare allegria. Ho dovuto inventarmi una nuova Domenica In, con un taglio più giornalistico"

  • 14.24

    "Ieri mattina alle 13 il dolore era fortissimo. Tutti con la mascherina, mi hanno accudita. Mi commuove perché questo periodo così terribile ha infragilito tutto. Siamo molto più vulnerabili, fragili"

  • 14.25

    Si rivede il video di Mara e Katia nel programma cult del 2000 durato pochi minuti a causa della pioggia battente. Una scena meravigliosa che viene rimandata in onda (con la fuga dell'orchestra).

  • 14.26

    Katia e Mara si salutano. Diaco chiede cosa è successo dopo la diretta. "Dopo questa diretta volevamo tutti andare via. Eravamo bagnate, Katia mi dice "Tra un po' passa...". La verità è che Lucio Dalla ha rimesso in fila tutto. E' venuto da me, da Katia... ho un ricordo di Lucio meraviglioso. Abbiamo registrato all'una e mezza di notte..."

  • 14.25

    Katia e Mara si salutano. Diaco chiede cosa è successo dopo la diretta. "Dopo questa diretta volevamo tutti andare via. Eravamo bagnate, Katia mi dice "Tra un po' passa...". La verità è che Lucio Dalla ha rimesso in fila tutto. E' venuto da me, da Katia... ho un ricordo di Lucio meraviglioso. Abbiamo registrato all'una e mezza di notte..."

  • 14.29

    Il pappagallo di carta "dice" (...) "Brava, bravissima" a Mara. Ok.

  • 14.30

    Intervista a Katia. Cosa ha provato nel partecipare? "Coletta voleva farmi questa proposta, non ci credevo... Poi ho ragionato un po'... Gli ho chiesto due giorni di tempo, domenica pomeriggio ho risposto. Tu mi hai fatto impressione subito: sei molto pacato".

  • 14.31

    "Sono sempre stata abituata a dire le cose per quelle che sono senza offendere mai nessuno. Dire la verità in modo garbato credo che paghi sempre" racconta. "Devo molto alla Rai, tutto. Anche un matrimonio..." E parla dei rapporti civili e affettuosi tra di loro.

  • 14.34

    "Devo molto a Pippo. Ho imparato ad avere certi ritmi televisivi che lui indubbiamente ha". Invita anche lei Pippo Baudo in studio. "Ti aspettiamo"

  • 14.35

    Diaco saluta Eleonora Daniele da pochi giorni mamma della piccola Carlotta. Poi vediamo una serie di clip del passato della Ricciarelli, datate 1971 e 1989.

  • 14.42

    Katia risponderà alle lettere, alle mail, sulle storie o consulenze in campo sentimentale. Ritratto in omaggio a lei. "Come ti chiami? Testa di legno?" "Testasecca"

  • 14.43

    "La parola chiave che voglio regalarvi questo pomeriggio è SILENZIO". "A volte fa rumore più delle parole, il silenzio di un amico, di una piazza, di un telefono, di uno sguardo, a volte nel silenzio cresce una voce dentro e improvvisamente ti accorgi che ha il volto delle cose che hai perduto". Ascoltiamo "La voce del silenzio". Diaco seduto a occhi chiusi.

  • 14.49

    "Che bella la musica ascoltata chiudendo gli occhi e invitare il pubblico di Rai Uno a comprare la musica e poterla ascoltare dal vivo quando sarà possibile". La versione del brano è di Diodato e Manuel Agnelli.

  • 14.59

    "Dillo a Katia", è il momento della parte che vede protagonista la Ricciarelli.

  • 14.56

    "Cartolina divina" è lo spazio di Santino. "Oggi la spediamo a Wanda Osiris, la divina dell'avanspettacolo". La luce nel dopoguerra: "Tutto con lei è stato leggenda".

  • 15.03

    Dopo la pubblicità si torna a parlare di Wanda Osiris.

  • 15.05

    Roberto e Filomena sono i protagonisti della storia di oggi. Sono insieme da 58 anni. Ovviamente in collegamento sempre per via dell'emergenza Coronavirus. E raccontano come si sono incontrati e innamorati... Diaco estasiato conclude il racconto dedicando una canzone alla coppia.

  • 15.23

    Paola Tavella, coautrice di questo programma, ospite in studio. "Una donna che conosce il dono della leggerezza". La rubrica sul rapporto tra animali domestici e coinquilini umani. " Santino ha un gatto, John Kennedy.

  • 15.26

    "Gli amici di Ugo" è il titolo della rubrica. Antonella in collegamento con il suo cucciolo, Rio. E c'è anche Filippo, due cani meticci. E scopriamo che i gatti sono snob nei confronti dei cani. Poi vediamo il cagnolino di Katia che "parla" e dice "mamma"

  • 15.40

    Ringraziamenti a Paola e Diaco mostra i due disegni di Testasecca. Appello contro i graffiti da parte del conduttore. La puntata termina qua.

"Io e te" torna, dopo i buoni ascolti della prima edizione del 2019 e l'esperimento "notturno" al sabato sera, all'appuntamento quotidiano, a partire da oggi, 1 giugno 2020.

Terminato il viaggio di "Vieni da me" con Caterina Balivo, per tutta l'estate ci sarà Pieluigi Diaco a fare compagnia al pubblico di Rai Uno. Accanto a lui non ci saranno più Valeria Graci e Sandra Milo, bensì Katia Ricciarelli. Sarà lei, insieme a Santin Fiorillo, ad essere la nuova compagna di viaggio del conduttore.

Il programma, fin dall'esordio, ha cercato di raccontare le storie d'amore, le vita di persone (soprattutto della terza età) con un passato difficile ma sempre d'esempio per il pubblico. Non mancheranno ospiti famosi e l'esordio di questa seconda stagione vede protagonista Mara Venier, in studio.

Nelle scorse ore, Pierluigi Diaco ha condiviso uno scatto delle prove di questa prima puntata di "Io e te".

Ieri prove generali, è stato molto divertente. Ecco i miei due compagni di viaggio: “la regina della lirica” #katiaricciarelli e “il custode del gossip che fu” @santin.fiorillo. Con noi ovviamente anche l’amato bassotto Ugo. Vi aspettiamo alle 14 su @rai1official


Noi, di TvBlog, ovviamente, seguiremo il debutto di questa seconda edizione, a partire dalle 14. Vi aspettiamo!

  • shares
  • Mail