EPCC (quasi) live. Il caso dell’ora sbagliata e dei sottotitoli in tempo reale

Epcc contiene da quest’anno la dicitura ‘live’ nel titolo. Ma non tutto il programma è realmente in diretta. Lo chef Panella mostrava un orologio con l’ora sbagliata, mentre la conversazione con Andy Garcia godeva già dei sottotitoli

E poi c’è Cattelan Live. Un programma che sottolinea la diretta dell’evento nel titolo. Ma in realtà non è proprio così. Per strada, infatti, vengono lasciati degli indizi che lasciano supporre che qualche blocco sia stato precedentemente confezionato e montato all’interno di uno show che, comunque, prevede realmente gran parte dei passaggi ‘live’.

Se da una parte Alessandro Cattelan ripete in maniera quasi ossessiva l’orario durante la messa in onda, dall’altra ci troviamo di fronte a orologi che non segnano l’ora esatta. E’ accaduto ad esempio a Francesco Panella, ospite assieme a Charles Leclerc nella puntata di martedì sera.

Le lancette dell’orologio da polso dello chef segnavano infatti le 9 (di mattina o di sera, fate voi), nonostante il programma fosse partito ufficialmente alle 21.15. E tenendo conto che il suo ingresso è avvenuto dopo circa venticinque minuti di show, l’effetto differita può ritenersi assodato.

Non solo: la presenza di Panella ha fatto sì che si realizzasse un collegamento nientemeno che con Andy Garcia. Una chiacchierata divertente accompagnata tuttavia da sottotitoli già confezionati e sparati in sovrimpressione.

A quanto pare ad essere registrati sarebbero proprio gli interventi delle star internazionali, quindi pure quelli delle settimane passate con Dua Lipa, Bella Thorne e Michael Stipe dei Rem.

Va chiarito che registrare rientra nelle legittime scelte di un programma. Anzi, è spesso consigliabile sotto il profilo della qualità, grazie agli aggiustamenti garantiti dal lavoro di post-produzione.

Rimane tuttavia in piedi la questione legata ad una diretta ostinatamente rivendicata che implica un teorico coinvolgimento del pubblico a casa che, al contrario, non può avvenire sempre e/o totalmente.