• Tv

Batwoman, Ruby Rose lascia la serie tv: “Una decisione presa non alla leggera”

Ruby Rose, protagonista di Batwoman, ha annunciato di lasciare la serie tv dopo una sola stagione, costringendo i produttori a trovare un’altra attrice per il ruolo della protagonista

Siamo abituati a vedere personaggi di serie tv uscire di scena non appena i loro interpreti decidono di far proseguire la loro carriera altrove. Ma quello che è successo nelle ore scorse nel mondo di Batwoman ha dell’incredibile: Ruby Rose, protagonista della serie tv di The Cw già rinnovata per una seconda stagione, ha annunciato che non vestirà nuovamente i panni della supereroina al centro dello show, costringendo così la produzione ad un recast del personaggio.

“Ho preso la difficilissima decisione non rifare Batwoman la prossima stagione”: inizia così il comunicato con cui l’attrice dà la notizia. “Non è stata una decisione che ho preso alla leggera, per il profondo rispetto verso il cast, la troupe e tutti coloro che sono coinvolti nella serie sia a Vancouver (dove viene girata, ndr) che a Los Angeles”.

Resta il mistero intorno ai motivi che avrebbero spinto la Rose ad abbandonare il set, anche se voci raccolte da Deadline Hollywood raccontano di un’insoddisfazione da parte dell’attrice di fronte al duro lavoro che richiede recitare in una serie lunga in onda per nove mesi (l’unico altro suo impegno per il piccolo schermo è stata un arco narrativo di nove episodi in Orange is the New Black), che si sarebbe poi riflessa sul resto della troupe e spingendo sia lei che la produzione a prendere questa decisione di comune accordo. Non ci sarebbe alla base della scelta, quindi, l’incidente sul set di qualche mese fa, in cui la Rose è rimasta ferita, rischiando la paralisi.

“Warner Bros. Television e Berlanti Productions ringraziano Ruby per il suo contributo al successo della prima stagione e le augurano tutto il meglio”, rispondono i produttori in un altro comunicato stampa, aggiungendo di voler trovare un’altra attrice membro della comunità LGBTQ (come la Rose) per il ruolo della protagonista.

Un’operazione, quella del recast, a cui le serie tv sono spesso abituate, per varie ragioni: capita però davvero di rado che a dover essere sostituito sia l’attore o attrice che interpretano il personaggio che regge l’intera trama. Così sarà per Batwoman, che non stravolgerà i piani della seconda stagione, ma darà un nuovo volto a Kate Kane, primo personaggio gay protagonista di una serie di supereroi.

Ed in questo processo, l’attuale incertezza che vige sulla ripresa della stagione tv negli Stati Uniti a causa della pandemia aiuterà non poco: dal momento che non è ancora certa la data di riapertura dei set e che il network ha già annunciato che il proprio palinsesto prenderà il via a gennaio e non a settembre, la produzione avrà molto più tempo a disposizione per trovare un’attrice che indossi il costume che fino a poche settimane fa era di Ruby Rose.