Auditel, anche Vieni da me cede alla moda dello spezzatino

Vieni da me è tornato in onda e, da mercoledì scorso, ha inaugurato la suddivisione in due parti. Il secondo segmento al via dopo il collegamento con Rai News. Nuovo escamotage anche per Tagadà

Anche Vieni da me si sdoppia. Tornato in onda lunedì scorso, il programma di Caterina Balivo ha ceduto alla moda dello spezzatino. Una modifica attuata a partire da mercoledì, dopo i primi due giorni di blocco unico.

Lo sguardo è ovviamente rivolto all’Auditel, con il frazionamento che consente di isolare il segmento più debole e mettere in mostra quello più soddisfacente.

La fine della prima parte di Vieni da me avviene pertanto attorno alle 15, in occasione del collegamento con gli aggiornamenti di Rai News, lungo circa cinque minuti. Al rientro si ricomincia con la seconda fase della trasmissione che, dati alla mano, ha sempre fatto registrare uno share migliore.

Lo scorporo di Vieni da me si aggiunge ad una lista già lunghissima. Basti pensare che nella fascia pomeridiana, dalle 14 fino all’inizio dell’offerta preserale, si contano addirittura undici frammentazioni per appena cinque programmi in onda: due per La vita in diretta, tre per Tagadà, due per Uomini e donne, due per Pomeriggio Cinque (che a volte diventano tre) e due per la stessa Balivo.

Riguardo a Tagadà va inoltre sottolineato come la dicitura ‘Doc’, che un tempo faceva capolino dopo le 17 al momento dell’introduzione del documentario quotidiano, sia stato strategicamente anticipato alle  16.35, andando così a comprendere pure gli ultimi venti minuti del talk di Tiziana Panella.

Ultime notizie su Vieni da me

Tutto su Vieni da me →