Live - Non è la d'Urso, Google inserisce lo show tra le "serie horror" consigliate

Il motore di ricerca suggerisce il talk show di Barbara d'Urso tra le serie horror da vedere, scatta l'ironia sui social

Avete mai provato a cercare, attraverso il motore di ricerca di Google, consigli su che film vedere al cinema? Informazioni sui premi Nobel per la pace, sulle province di una regione italiana o sui marchi della moda francese? A meno che non siate soliti interrogare altri siti, è molto probabile che la risposta sia affermativa. Domande ampie per risposte multiple, che già da qualche anno Google fornisce sotto forma di schede di suggerimento, che anticipano i link della ricerca stessa.

Questa funzione, soprattutto in quarantena, avrà di certo aiutato gli utenti più pigri, desiderosi di ricevere in pochi secondi consigli su come distrarsi durante le giornate di reclusione. Chi ha voluto farlo, senza però rinunciare al clima di ansia che si respira sin dentro casa, potrà poi aver digitato "serie horror" sulla barra dei miracoli. The Walking Dead l'ho vista, quelle di Ryan Murphy anche, idem con patate per Penny Dreadful, Stranger Things a memoria. Che rimane? Live - Non è la d'Urso.

No, non è una battuta. Digitando sulla barra di ricerca Google "serie horror", tra Locke & Key e Ash vs Evil Dead, spunta proprio il contenitore che chiude la settimana televisiva di Canale 5. Barbara d'Urso come Jessica Lange, rivendicata dal sito come protagonista di una serie horror. E non parliamo di una versione splatter de La Dottoressa Giò, né di una interpretazione zombie del tormentone "col cuore". Si tratta di uno sbaglio del sistema, un bug che ha assegnato a Live - Non è la d'Urso una categoria di ricerca errata (anche se gli scandali Favoloso e Prati non hanno nulla da invidiare al terrore di Shining), che ha destato inevitabilmente l'ironia dei social, dove la curiosità è venuta a galla.


  • shares
  • Mail