Vite Al Limite: Octavia, la paziente che perse 200 chili

Questa sera in seconda serata su Real Time andrà in onda l’episodio che la rese protagonista qualche anno fa. All’epoca, Octavia pesava più di 300 chili. Come sta oggi?

La conosceremo (o “la rivedremo” per chi già dovesse aver visto in passato l’episodio che l’ha resa protagonista), questa sera su Real Time all’interno del programma Vite Al Limite Octavia Gahagans, tra le più famose protagoniste della settima stagione del format che proprio questa sera in seconda serata avremo modo di riscoprire sul canale 31 del digitale terrestre.
Anche per questo, vorremmo anticiparvi qualcosa – non tanto del difficile percorso di Octavia, la giovane originaria di Kansas City che prima di approdare nella clinica del Dottor Nowzaradan è rimasta per oltre un anno costretta a letto incapace di muoversi, ma bensì di cosa ne sia stato di lei dopo la sua partecipazione a My 600 lb Life, ossia Vite Al Limite per come lo conosciamo noi in Italia.

Come avremo modo di rivedere stasera, il suo percorso nella clinica texana non è stato dei più semplici, ma di fatto si è concluso in bellezza visto che proprio Octavia è stata una delle pazienti più disciplinate tra tutte quelle incontrate dal Dottor Nowzaradan. Sarà pressoché l’unica, infatti, a perdere più di un terzo del suo peso iniziale, ossia quasi più di 200 chili, in dodici mesi di ricovero – risultato veramente molto positivo per un caso tanto grave quanto il suo. Ma ad oggi, Octavia, come sta?

La prima volta in cui l’abbiamo ‘conosciuta‘ non sapevamo nemmeno quanto pesasse, perché la giovane del Kansas aveva raggiunto un tasso di obesità tale da non riuscirsi nemmeno a muovere dal letto, e di conseguenza a pesare. La sua decisione di optare quindi per un ricovero immediato affidando la sua vita e la sua salute al Dottor Nowzaradan non è poi stata complicata, perché era chiaro a tutti che in quelle condizioni la vita di Octavia si sarebbe spenta in fretta. Tuttavia, è stato il percorso clinico il più macchinoso, considerando il fatto che solo una volta arrivata a Houston, in clinica, Octavia abbia scoperto di pesare ben 304 chili.

Arrivata a fine programma pesando poco più di 100 chilogrammi, ad oggi sappiamo davvero poco di lei. In questi anni, si è anche contraddistinta per essere rimasta la più gelosa tra tutte della sua privacy, condividendo molte poche foto di lei sui Social, nonostante su Facebook e Instagram la seguano in tantissimi. Grazie a quanto riportato da StarCasm.com, però, abbiamo scoperto che Octavia abbia continuato a frequentare la clinica del Dottor Nowzaradan almeno fino all’aprile dello scorso anno, aprile 2019. Alcune fotografie pubblicate sul suo profilo Facebook, inoltre, la ritraggono con un’amica e una paziente dello specialista texano in sala d’attesa. Come da lei stessa spiegato, si era recata in clinica per una visita di controllo, ma il fatto che fino all’anno scorso Octavia abbia continuato a vivere a Houston, in Texas, e a frequentare la clinica di Vite Al Limite, ha riportato speranza nei fan, che a gran voce acclamano una sua ipotetica partecipazione allo spin-off del programma. Nonostante non ci siano al momento fonti ufficiali, sarebbero così in molti a credere che fino ad un anno fa Octavia abitasse a Houston proprio per un motivo: per prendere parte anche a Vite Al Limite… E poi. Sarà così davvero? Non ci resta che attendere le prossime stagioni del format! Quel che è certo è che, come potete constatare dalla fotografia qui sotto, Octavia stia bene – e abbia presumibilmente mantenuto il peso duramente conquistato grazie alla sua partecipazione al programma.

I Video di Blogo

Petra, una clip del primo episodio

Ultime notizie su Vite Al Limite

Tutto su Vite Al Limite →