Processo a X Factor - Marco Mengoni vince anche il premio della critica. Rivelazione nei commenti di TvBlog: "La Maionchi non poteva restare senza cantanti: decidono gli autori"

mara maionchi

    UPDATE: Un presunto insider rivela a TvBlog delle indiscrezioni clamorose su X Factor 3: "Esiste una bibbia del format di Simon Cowell, che non prevede che un giudice rimanga senza cantanti… così come vieterebbe di far partecipare chi in qualche maniera è coinvolto con la produzione… e Damiano lo era… ". Di Damiano si era già insinuato che fosse legato sentimentalmente a qualche redattrice/autrice del programma (mentre ricordiamo l'esclusione di una 'figlia di' un dipendente Rai a monte). Non sapevamo, invece, che per regolamento la Maionchi dovesse per forza mantenere un gruppo, visto che la giudice ammetteva di poter restare benissimo a guardare e questo spiegherebbe perché le Yavanna sono state perennemente salvate, a discapito di altri concorrenti più meritevoli.

    UPDATE 2: Risponde un altro addetto a tutti gli effetti, che si apostrofa con il nickname "sfinito":
    1. la bibbia non prevede che ogni giudice debba arrivare in finale con un suo artista. nella versione inglese di xfactor(l’originale) è successo.
    2. Damiano ha lavorato come attrezzista nella scorsa edizione di xfactor. Lavorava per una società di servizi che lavorava per Magnolia. Non per la Rai. Il regolamento interno Rai impedisce che i parenti stretti di dipendenti Rai partecipino a programmi diffusi dalla Rai (come era il caso della ragazza esclusa all’inizio di xfactor: sua madre è un montatore Rai).

    Al di là del pluri-raccomandato che l'ha passata liscia, Damiano, come mai per il terzo anno consecutivo ogni giudice è arrivato fino in fondo con un cantante, nonostante le Yavanna siano state ripetutamente mandate al televoto dal pubblico, la Maionchi fosse spacciata sin dalle prime puntate e Morgan in netta maggioranza di cantanti?

    Magheggio tutto all'italiana? Sì, e a confermarlo è ancora 'Sfinito':

    "Una cosa è il regolamento, un’altra sono gli autori televisivi italiani: le Yavanna sono state salvate ripetutamente perchè gli autori avevano una paura fottuta di lasciare Mara senza concorrenti. Il punto è che l’Italia è l’unico paese dove Xfactor ha anche un daytime, con minuti da riempire ogni giorno: senza Mara riempire quel daytime sarebbe diventato molto difficile".

E' finito da poco il Processo a X Factor su RaiDue, che ha decretato il vincitore del premio della critica. Secondo gli addetti ai lavori presenti in studio è ancora Marco Mengoni - già vincitore del televoto - a trionfare, di misura tuttavia rispetto all'ancora secondo classificato Giuliano Rassu. I due mantengono le rispettive posizioni anche su iTunes, per quanto sia facile cantare vittoria al ridosso di una release e bisognerebbe valutare l'effettivo successo su tempi più lunghi.

Premio della critica di X Factor
Premio della critica di X Factor
Premio della critica di X Factor
Premio della critica di X Factor
Premio della critica di X Factor

E' significativo che il terzo e il quarto posto spettino ad altri due cantanti di Claudia Mori, ovvero Damiano Fiorella e Paola Canestrelli, mentre quinta è un'altra cantante supportata da Morgan, Chiara Ranieri (non Silver che pure, con il suo bel faccino, ha fregato tutti sino alla penultima puntata).

Mara Maionchi, insomma, conferma secondo il verdetto della giuria di aver perso su tutti i fronti quest'anno e che le Yavanna sono arrivate in finale solo per non lasciarla senza cantanti (grazie ai verdetti orientati dei giudici).

Francesco Facchinetti, di suo, si congeda dal pubblico promettendo un nuovo X Factor con la sua conduzione e un ritorno dello stesso Processo:

"Perché non si bisogna mai finire di protestare... perché i processi non finiscono mai. Specie in Italia".

Premio della critica di X Factor
Premio della critica di X Factor
Premio della critica di X Factor
Premio della critica di X Factor

  • shares
  • Mail
157 commenti Aggiorna
Ordina: