Mentana furioso con Gruber, Dagospia: "Ha presentato dimissioni da TgLa7". Lui replica

Ecco la risposta del direttore del TgLa7 all'indiscrezione secondo cui si sarebbe infuriato per una "scorrettezza" della conduttrice di Otto e mezzo

"Mi sono fatto una risata. Ci vediamo lunedì al tg". Così Enrico Mentana commenta con l'Adnkronos l'indiscrezione pubblicata ieri dal sito Dagospia, secondo cui il direttore del TgLa7 avrebbe presentato le sue dimissioni (poi respinte) all'editore di La7 Urbano Cairo.

Il caso era nato, stando a quanto scritto dal sito di Roberto D'Agostino, dopo la puntata di Otto e mezzo di martedì scorso nella quale "Travaglio e Pagliaro, su input di Lillibotox, sostenevano la legittimità di Conte di criticare le opposizioni". Secondo Dagospia, "la scorrettezza della Gruber ha fatto infuriare Mentana al punto da offrire le sue dimissioni all'editore", ma "Cairo gli ha espresso la sua solidarietà e la cosa è finita lì".

L'indiscrezione, per il momento, non trova, dunque, sostanziali smentite, né conferme. Un indizio, pur flebile, può essere, però, rappresentato dal fatto che Mentana dopo la puntata di Otto e mezzo di martedì scorso non ha più lanciato l'appuntamento della Gruber con l'elenco degli ospiti come sua consuetudine. Un caso?

Per la cronaca, Marco Travaglio, ha replicato a Dagospia precisando che "non sono abituato a parlare a comando, dunque l'altra sera a Otto e mezzo non ho criticato Enrico Mentana "su input" di Lilli Gruber (che peraltro non si è mai permessa di darmi input sulle cose da dire): ho semplicemente esposto il mio pensiero, identico a quello che avevo scritto nei giorni precedenti sul Fatto quotidiano", aggiungendo che "ho anche evitato di nominare Enrico, che nel frattempo veniva linciato sui social con espressioni orrende e comunque spropositate rispetto alla sua frase infelice". Dagospia ha contro-replicato asserendo che "l'input non era rivolto al tuo pensiero ma al "Punto" di Paolo Pagliaro".

  • shares
  • Mail