Cartabianca, Corona 'tagliato' e messo in coda al programma. Lo scrittore si arrabbia

A Cartabianca l'intervento di Mauro Corona slitta alla fine del programma. Per lo scrittore poco tempo a disposizione: "Potevate togliere minuti a Verdone e Veltroni. Non so se martedì sarò presente"

Una breve apparizione mentre scorrono i titoli di coda. A Cartabianca Mauro Corona interviene a fine trasmissione e lo scrittore perde la pazienza.

L’emergenza coronavirus, oltre a privare il talk di Raitre del pubblico in studio, ha provocato alcune modifiche in scaletta, a partire dal ruolo dello scrittore all’interno del programma.

Meno tempo a disposizione, collegamenti da casa e non più dalla sede Rai di Venezia e, soprattutto, toni più dimessi e misurati.

Annunciato per le 23.30, il confronto con Corona slitta ad un passo dalla mezzanotte. L’alpinista è visibilmente irritato e, alla prima richiesta di sintesi da parte della Berlinguer, parte all’attacco:

“Eh no, poteva togliere un po’ di minuti a Verdone e Veltroni. Mi faccia finire. Io mi preparo la puntata, studio, cerco di dire cose intelligenti e non banali, poi mi mette alla fine, vabbè che gli ultimi saranno i primi…”.

La conduttrice tenta di minimizzare, anche perché le 24 sono state superate da un pezzo e Linea Notte incombe: “Gliel’avevo detto che in questa situazione sarebbe successo, non voglio chiudere con questa polemica".

Corona però non si calma, minacciando di disertare il prossimo appuntamento: “Vediamo se martedì sarò qui presente”.

  • shares
  • Mail