Family Food Fight, Lidia Bastianich a Blogo: “Io, Joe e Antonino siamo come una grande famiglia. Vi terremo compagnia”

L’intervista di TvBlog a Lidia Bastianich, giudice, insieme al figlio Joe e ad Antonino Cannavacciuolo, della prima edizione di Family Food Fight.

A partire da questa sera, giovedì 12 marzo 2020, andrà in onda la prima edizione italiana di Family Food Fight, il nuovo cooking show, prodotto da EndemolShine Italy per Sky, che andrà in onda ogni giovedì, per sei settimane, alle ore 21.15 su Sky Uno (sempre disponibile on demand, visibile su Sky Go e in streaming su NOW TV).

Noi di TvBlog abbiamo intervistato Lidia Bastianich, giudice, insieme al figlio Joe e ad Antonino Cannavacciuolo, di questa prima edizione italiana di Family Food Fight, format dove, a sfidarsi tra i fornelli, troveremo 6 famiglie provenienti da tutta Italia.

Lidia Bastianich tornerà in un programma televisivo italiano dopo l’esperienza a Junior MasterChef Italia, come giudice delle prime due edizioni, andate in onda nel 2014 e nel 2015, insieme a Bruno Barbieri e Alessandro Borghese. La madre di Joe Bastianich, inoltre, è stata ospite anche a Masterchef.

Con la ristoratrice, cuoca, conduttrice e scrittrice italoamericana, abbiamo parlato, ovviamente, di Family Food Fight e non solo.

Che atmosfera ci sarà a Family Food Fight, ci sarà un’atmosfera gioviale o, comunque, sarete dei giudici severi?

Siamo in una grande famiglia, assolutamente, anche tra di noi giudici, però, non perdiamo mai di vista il nostro compito: giudicare con professionalità, condividendo le nostre opinioni, spesso molto diverse, e trovare il vincitore. Devo ammettere che non è, per me, sempre facile sapere che una nostra decisione porterà all’eliminazione di una famiglia. Ce l’hanno davvero messa tutta, sono stati tutti molto bravi ma c’è chi ha cucinato meglio e si è meritato la vittoria.

Che rapporto si è instaurato tra lei e Antonino Cannavacciuolo?

Ormai io Antonino l’ho adottato! Visto il rapporto praticamente fraterno tra lui e Joe, come avrei fatto a non accettarlo a braccia aperte… E’ stato molto bello essere in giuria accanto a loro, eravamo anche noi come una famiglia.

Che tipo di piatti vedremo a Family Food Fight, piatti della tradizione o anche cucina gourmet?

In questo programma, abbiamo cercato la migliore tradizione di cucina familiare, legata alle origini, al luogo di provenienza, alle loro usanze. E’ una sfida tra famiglie, quindi, in generale, è stata la loro “cucina di casa” ad essere la protagonista anche se, in alcune sfide o quando venivano accolte le proposte dei membri più giovani, abbiamo visto anche approcci più inventivi e moderni. In linea di massima però sono state le ricette dei capifamiglia a guidare la squadra.

Riguardo suo figlio Joe, ha avuto modo di vederlo a Italia’s Got Talent o nella sua versione di cantante e musicista? Cosa ne pensa?

Certo, seguo sempre quello che fa e credo si sia integrato molto bene nella giuria di Italia’s Got Talent e nello spirito del programma. Ha fatto uscire la sua vera indole da appassionato e intenditore di musica. Penso anche al pubblico sia arrivata questa passione e che grazie a ciò abbiano conosciuto un po’ meglio il suo carattere e il momento che sta vivendo. Come quando ha schiacciato il Golden Buzzer per il coro gospel, una grandissima emozione contagiosa.

Family Fight Food quanto può essere d’aiuto o di sostegno in questo periodo in cui gli italiani sono costretti a stare a casa a causa dell’emergenza sanitaria?

Innanzitutto auguro all’Italia, e a tutti gli italiani, che questo momento passi presto. Poi ho sempre creduto, e lo faccio tuttora, che il cibo, lo stare insieme a tavola abbia un forte potere, un grande conforto nella vita. Credo fortemente che cucinare, mangiare bene e condividere il tempo a tavola faccia parte della nostra esistenza di italiani, quindi, state a casa, cucinate il cibo che vi rende felici e condividetelo con i vostri affetti. Rimanete positivi, seguendo le disposizioni, passerà tutto il prima possibile. Tra l’altro, da stasera, ci saremo anche noi a tenervi compagnia. Con grande affetto a tutta l’Italia, God bless you!