Indomite, su RaiPlay 30 biografie animate per celebrare la Festa della Donna

Su RaiPlay (e successivamente su Rai Gulp) arriva Indomite, serie animata che racconta le vite di trenta donne provenienti da varie parti del mondo e che hanno contribuito a cambiare la Storia

E' un 8 marzo 2020 che sicuramente resterà nella Storia del nostro Paese per motivi legati all'emergenza sanitaria in corso in tutta Italia. Eppure, non va assolutamente dimenticato che questa giornata celebra anche tutte le donne. Una Festa che, seppure passata in secondo piano nei notiziari e sui giornali, deve essere ricordata il più possibile.

E proprio in queste giornate in cui l'invito è quello di restare a casa, RaiPlay ha deciso di festeggiare le donne con una bella serie, pensata per i più piccoli ma la cui fruizione è perfetta anche per gli adulti. Stiamo parlando di Indomite, serie animata composta da trenta episodi della durata di circa tre minuti ciascuno disponibili sulla piattaforma di streaming della Rai.

L'ispirazione sono i due libri, "Indomite-Storie di donne che fanno ciò che vogliono" dell’illustratrice e fumettista francese Pénélope Bagieu (editi in Italia da Bao Publishing), di cui Rai Ragazzi ha prodotto l'edizione italiana. Trenta brevi episodi, come detto, che raccontano le eccezionali vite di altrettante donne all'attivo nei più vari settori, dalla scienza all'arte, passando per la Storia antica e la politica.

A raccontarne le vite (ed a dare voci ai vari personaggi che compaiono sulla scena) c'è Isabella Ragonese, la cui "bravura versatile e per i valori che testimonia nella sua attività di attrice, è un punto di forza in più per far apprezzare e diffondere la serie", ha detto il direttore di Rai Ragazzi Luca Milano.

Ma quali sono le donne protagoniste di Indomite? Sono profili variegati, che provengono da ogni parte del mondo e che rappresentano differenti periodi storici: da Agnodice, una ginecologa dell'antica Grecia che è stata costretta a travestirsi da uomo per praticare la medicina; a Wu Zetian, ex concubina che divenne l'unica imperatrice nella storia della Cina; ma anche Nzinga, regina di Ndongo e Matamba, due regni africani del XVII secolo nell'attuale Angola, che si è schierata contro i coloni portoghesi.

Ed ancora Hedy Lamarr, attrice e produttrice di Hollywood, ma soprattutto inventrice della tecnologia alla base del Wifi; Joséphine Baker, ballerina e partigiana, che si impegnò per i diritti civili negli Stati Uniti e marciò al fianco di Martin Luther King; l’italo-americana Giorgina Reid, artefice del salvataggio del primo faro sulla costa di New York e Leymah Gbowee, leader del Movimento Liberiano per la Pace delle Donne, vincitrice del Premio Nobel per la Pace 2011.

Indomite debutta in esclusiva su RaiPlay, ma è prevista anche una sua messa in onda in televisione, prossimamente, su Rai Gulp. "Siamo molto contenti", ha detto il direttore di RaiPlay Elena Capparelli, "che la nuova piattaforma della Rai diventi il palco che darà vita alle storie delle Indomite. Donne forti e coraggiose che in epoche diverse hanno saputo portare avanti con tenacia e coraggio un messaggio di eguaglianza e giustizia. Un messaggio che oggi è affidato alle ragazze e ai ragazzi, a quelle nuove generazioni alle quali RaiPlay si rivolge con particolare attenzione".

  • shares
  • Mail