Torna la Tv dei ragazzi nel mattino di Rai2 e da lunedì la nuova serie dell'Albero azzurro

Un gradito ritorno sulla tv generalista da lunedì 9 marzo

Graditissimo ritorno per i piccoli telespettatori in questi giorni costretti a casa per l'emergenza Coronavirus che ha visto chiudere le aule scolastiche fino a data da definire. Torna cioè la Tv dei ragazzi su Rai2 fra le 7 e le 8 e 30 e con l'occasione da lunedì ritorna uno dei programmi storici dedicati ai piccoli telespettatori.

Il riferimento è all'Albero Azzurro. Una nuova edizione per lo storico programma della Rai, che quest’anno festeggia 30 anni. La trasmissione andrà in onda alle ore 7:30 su Rai 2 e alle ore 16:20 su Rai Yoyo. Le puntate saranno disponibili anche su RaiPlay e l’App RaiPlay Yoyo.

Ritroveremo in onda Dodò, che con Laura Carusino e Andrea Beltramo darà vita ad avventure ideate per affrontare con gioia e leggerezza, ma anche con grande chiarezza e verità, le piccole e grandi conquiste di ogni giorno.

Pensato per offrire a un target di bambini compreso tra i 4 e 7 anni una grande varietà di stimoli, proposte, suggerimenti e spunti, L’Albero Azzurro propone ogni giorno un appuntamento in cui Dodò va alla conquista di nuovi apprendimenti che provengono dal confronto con il mondo. Al suo fianco ci sono Andrea e Laura, i due conduttori che proteggono, sostengono, invitano all’autonomia e quando serve forniscono l’aiuto necessario a superare piccoli ostacoli o stati d’animo depotenzianti, richiamando rassicuranti ruoli genitoriali. Completano il quadro, gli irresistibili amici di Dodò: Zarina è la zanzarina saputella che con i suoi appuntiti interventi sfida Dodò a mettersi alla prova. Ruggero è un cucciolo di leone che si sente già uno spavaldo avventuriero. Pur non avendo ancora una criniera degna di questo nome, l’acerbo re della foresta sogna di lanciarsi in imprese più grandi di lui e porta scompiglio e divertimento nel mondo dell’Albero.

L'Albero Azzurro aveva debuttato il 21 maggio del 1990 su Rai 1, e ha sempre visto come protagonista il pupazzo Dodò, un piccolo uccello bianco (forse ispirato al dodo, specie ormai estinta nella realtà) che vive all'interno di un grande albero azzurro con tanti altri personaggi che gli ruotano attorno. L'Albero Azzurro segue una formula di “intrattenimento educativo”, che racchiude sia spazi dedicati alla creazione e al gioco, sia momenti di svago attraverso racconti e scenette. Nel 1994 è avvenuto il primo cambiamento nel format. Dal 15 gennaio 2007 L'Albero Azzurro è passato su Rai 2. Le prime edizioni del programma sono state realizzate presso gli studi Rai di Torino a cui è seguito un trasferimento della produzione a Milano per poi tornare a realizzare il programma negli studi di via Verdi dove si trova tuttora. Dal 2013 il programma è trasmesso su Rai Yoyo.

Dallo spazio rassicurante dell’Albero, si parte per vivere tante nuove avventure in un limbo bianco dove prendono vita situazioni e personaggi che sembrano nati dalla fantasia stessa dei bambini. Oggetti simbolici ricorrenti, ambientazioni, grafica e musiche armonizzano e legano tra loro i tanti elementi che insieme creano ogni giorno una nuova storia, semplice ed essenziale ma profonda e curata in ogni dettaglio. A ogni puntata i più piccoli, seguendo il cammino di Dodò, entrano in contatto con la rappresentazione delle loro emozioni, elaborano competenze e conoscenze utili a superare le paure, apprezzare il valore della solidarietà e dell’amicizia, scoprire la ricchezza che risiede nella diversità e nell’accettazione. E dopo ogni avventura, si fa ritorno all’Albero, con tanti nuovi spunti per giocare e fare esperienza, e con un carico di filastrocche e canzoni allegre da cantare insieme ad amici, insegnanti, genitori.

Lo sguardo è attento anche al mondo digital, sul sui social network di Rai YoYo e sull’APP RaiPlay Yoyo dove si potranno trovare spunti e contenuti extra, per una più forte interazione con il pubblico dei più piccoli.

  • shares
  • Mail