Ashley Zuckerman prenderà il posto di Tom Hanks nella serie con il personaggio de Il Codice da Vinci

Trovato il protagonista della serie tv ispirata a Il Codice Da Vinci

ashley zuckerman

NBC fa un passo decisivo verso la serie tv ispirata a Il Codice da Vinci, un passo fondamentale in questa fase di pre-produzione: ha individuato in Ashley Zukerman visto in Manhattan e Succession, il volto giusto per sostituire Tom Hanks nel ruolo del prof. Langdon. 

La serie tv è attualmente nella fase embrionale, con un pilot ordinato e ancora da girare che sarà valutato nelle prossime settimane. L'idea alla base è quella di partire dal romanzo di Dan Brown Il Simbolo Perduto - The Lost Symbol usandolo come base per lo sviluppo della serie che si intitolerà semplicemente Langdon.

Scritta da Dan Dworkin e Jay Beattie, prodotta da Imagine Television, CBS Tv Studios e Universal, Langdon avrà al centro il professore esperto di simbologia di Harvard (Zukerman) che dovrà risolvere una serie di enigmi per salvare il proprio mentore rapito e bloccare una cospirazione globale.

Il romanzo The Last Symbol - Il Simbolo Perduto è il terzo della saga scritta da Dan Brown, ambientato dopo gli eventi de Il Codice Da Vinci. La potenziale serie tv rientra perfettamente nel tentativo di Imagine Entertainment di costruire una sorta di "universo Langdon" affiancandosi così ai tre film Il Codice Da Vinci, Angeli e Demoni e Inferno, quarto libro della saga. Inizialmente, per seguire l'ordine dei libri, Il Simbolo Perduto sarebbe dovuto diventare un film ma si preferì proseguire con Inferno. La serie è in lavorazione a CBS Tv Studios e Imagine Tv dallo scorso settembre.

Sulla carta l'idea cui sta lavorando NBC ricalca quanto è stato fatto con Lyncoln Rymhe: Hunt for the Bone Collector. Anche nel caso di questa serie, attualmente in onda su NBC negli USA, è stato preso il personaggio di un romanzo, trasportato anche al cinema, gli è stata costruita intorno una serie concentrando però la prima stagione su uno specifico romanzo con un singolo caso principale. In caso di ordine sembra quindi possibile che Langdon abbia un ordine ridotto da 13 o anche meno episodi per concentrare l'attenzione sulla trama orizzontale e sui personaggi. Sicuramente la sceneggiatura così come l'impatto di Zukerman nel ruolo di Tom Hanks avranno un ruolo fondamentale nella scelta dell'ordine definitivo o meno.

  • shares
  • Mail