Coronavirus, Il Commissario Montalbano resta al cinema fino al 4 marzo

Prorogate le proiezioni al cinema di uno dei due nuovi film della storia serie di Rai1 con Luca Zingaretti

Il coronavirus allunga la vita di Montalbano... al cinema. Palomar, Rai Fiction e Nexo Digital hanno deciso, infatti, in via eccezionale di prorogare sino al 4 marzo le proiezioni al cinema di uno (Salvo amato, Livia mia) dei due nuovi episodi di Il commissario Montalbano, la fiction che tornerà in onda su Rai1 lunedì 9 e 16 marzo.

La decisione arriva come conseguenza dell'allarme coronavirus, che ha portato in alcune zone di Italia alla chiusura delle sale cinematografiche. Salvo amato, Livia mia, che sarebbe dovuto essere visibile sul piccolo schermo solo dal 24 al 26 febbraio, fin qui è stato visto da 7.213 spettatori, per un totale di 67.980 euro incassati (Fonte: Cinetel).

Franco di Sarro, AD di Nexo Digital, ha spiegato che si tratta di un tentativo di "sostenere gli esercenti e l'industria cinematografica italiana":

Il naturale posticipo di numerosi film in uscita, abbinato alla chiusura di molte sale a seguito delle specifiche ordinanze regionali, rende particolarmente delicata questa fase.

Carlo Degli Esposti, fondatore e presidente di Palomar, ha confermato che i "proventi che ci deriveranno dalle proiezioni delle sale saranno devoluti all'Ospedale Spallanzani di Roma e all'Ape, l'Associazione Pazienti Ematologici dell'ospedale Sant'Andrea".

Ricordiamo che per il commissario, nato dalla penna di Andrea Camilleri e interpretato da Luca Zingaretti, si tratta della prima volta al cinema (anche se alcuni anni fa ci fu un precedente alla presenza dello stesso Camilleri).

  • shares
  • Mail