Live - Non è la d'Urso, Vittorio Sgarbi: "Denuncio Barbara d'Urso" (video)

Vittorio Sgarbi si sfoga sui social dopo la lite avvenuta in studio con la conduttrice e minaccia provvedimenti legali

Vittorio Sgarbi, la lite con Barbara d'Urso non si placa. Lo scontro fra il critico d'arte e la conduttrice campana, avvenuto durante l'ultima puntata di Live - Non è la d'Urso, nel blocco dedicato a La pupa e il secchione e viceversa, pare destinato a continuare lontano dalle telecamere. Con un video caricato sul proprio profilo Youtube (disponibile cliccando sull'immagine in apertura), Vittorio Sgarbi ha rivelato di avere intenzione di denunciare Barbara d'Urso. Perché?

Vittorio Sgarbi, ospite di una puntata del reality show di Italia 1, ha partecipato alla trasmissione della domenica di Canale 5 pensando di intervenire sulla censura subita in fase di montaggio (durante la par condicio, il critico è stato tagliato per via della sua candidatura in Emilia Romagna), non per sottoporsi alla sfida culturale contro pupi e pupe. Disertata la battaglia al fianco di Alba Parietti e Alda d'Eusanio, Vittorio Sgarbi ha poi rivelato in diretta di aver ricevuto una raccomandazione da Silvio Berlusconi su una delle concorrenti in gara:

Qualcuno mi ha raccomandato una ragazza, ma non ho potere, non sono un politico. Mi hanno detto che c'era una bella e brava ragazza che sarebbe stata tra gli ospiti. [...] Berlusconi mi ha anche raccomandato anche te.

Vittorio Sgarbi ha chiarito tramite il filmato che con l'espressione "raccomandazione" non alludeva alla tradizionale scorciatoia per ottenere vantaggi sul lavoro, ma a una segnalazione telefonica, simile a quella che il presidente di Forza Italia gli avrebbe fatto anni prima anche circa Barbara d'Urso. Durante la trasmissione, la conduttrice non ha accettato che l'ospite rivelasse informazioni private e controverse, per altro condite con parolacce ed espressioni poco consone a uno studio televisivo, da cui è stato invitato ad uscire con una certa perentorietà.

"Maleducata, non in grado di condurre trasmissioni se non creando situazioni di conflitto inutile, devi imparare la grammatica, se non hai studiato e vuoi fare quella che moralizza il mondo, io ti denuncio perché mi hai dato del cafone e minacciato di darmi dei calci nel cul*. Imparerei la buona educazione in tribunale. Ho solo detto la verità". Così si è poi sfogato Vittorio Sgarbi su YouTube, facendo intendere che la questione non si chiuderà di certo così.

  • shares
  • Mail