Carlo Conti a Blogo: i David di Donatello 2020, La Corrida, Maria De Filippi e il successo televisivo con Pieraccioni e Panariello (Video)

Carlo Conti a TvBlog: “La Corrida? Metteremo dei “giurati allo sbaraglio”. Maria De Filippi? E’ un problema perché non potrò guardare Amici! Un programma con Pieraccioni e Panariello? Per l’amor di Dio, sono tre anni che li sopporto!”.

[mp-video id=”1703355″ title=”Carlo Conti, David di Donatello 2020: intervista a TvBlog (Video)” content=”” provider=”brid” video_brid_id=”521601″ video_original_source=”https://media.tvblog.it/f/f01/carlo-conti-a-tvblog-david-di-donatello-2020-video.mp4″ url=”” embed=”PGRpdiBpZD0nbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMTcwMzM1NScgY2xhc3M9J21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnQnPjxpZnJhbWUgY2xhc3M9J21wX3ZpZGVvX3RoZW1lIGlmcmFtZV9fbXBfdmlkZW9fdGhlbWUnIHNyYz0iaHR0cHM6Ly90dmJsb2cuYWRtaW4uYmxvZ28uaXQvdnAvMTcwMzM1NS8iIGFsbG93ZnVsbHNjcmVlbj0idHJ1ZSIgd2Via2l0YWxsb3dmdWxsc2NyZWVuPSJ0cnVlIiBtb3phbGxvd2Z1bGxzY3JlZW49InRydWUiIGZyYW1lc3BhY2luZz0nMCcgc2Nyb2xsaW5nPSdubycgYm9yZGVyPScwJyBmcmFtZWJvcmRlcj0nMCcgdnNwYWNlPScwJyBoc3BhY2U9JzAnPjwvaWZyYW1lPjxzdHlsZT4jbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMTcwMzM1NXtwb3NpdGlvbjogcmVsYXRpdmU7cGFkZGluZy1ib3R0b206IDU2LjI1JTtoZWlnaHQ6IDAgIWltcG9ydGFudDtvdmVyZmxvdzogaGlkZGVuO3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fSAjbXAtdmlkZW9fY29udGVudF9fMTcwMzM1NSAuYnJpZCwgI21wLXZpZGVvX2NvbnRlbnRfXzE3MDMzNTUgaWZyYW1lIHtwb3NpdGlvbjogYWJzb2x1dGUgIWltcG9ydGFudDt0b3A6IDAgIWltcG9ydGFudDsgbGVmdDogMCAhaW1wb3J0YW50O3dpZHRoOiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7aGVpZ2h0OiAxMDAlICFpbXBvcnRhbnQ7fTwvc3R5bGU+PC9kaXY+”]

Carlo Conti sarà il conduttore della 65esima edizione dei premi di David di Donatello, che andranno in onda su Rai 1 il prossimo 3 aprile e, a partire da venerdì 21 febbraio 2020, sarà nuovamente al timone de La Corrida.

Intervistato da TvBlog in occasione della conferenza stampa di presentazione dei David di Donatello 2020, con il conduttore fiorentino, ci siamo soffermati soprattutto sulla cerimonia di premiazione del più importante premio cinematografico in Italia e sulle eventuali difficoltà nel metterci mano.

Secondo te, la serata del David di Donatello, dal punto di vista televisivo, ha ancora del potenziale inespresso?

No, i David di Donatello hanno dimostrato benissimo di poter stare in prima serata su Rai 1, dandogli il ritmo, dandogli la confezione e l’importanza che ha. Poi, è chiaro che se ci fossero meno premi, potremmo introdurre più ospiti, valorizzarli e dare più spazio alle chiacchierate… In tutte le premiazioni, conta il ritmo: agli Oscar, hanno anche tolto il conduttore, vanno velocissimi con una premiazione dietro l’altra e hanno addirittura un timer per i premiati, “esplode” loro la postazione se superano i venti secondi!

Quali sono le difficoltà maggiori nel mettere mano ad una serata di questo tipo?

Sicuramente nel ritmo, non perdere il ritmo e dare valore uguale a tutte le premiazioni.

Di seguito, trovate altre dichiarazioni di Carlo Conti riguardanti La Corrida, la concorrenza di Maria De Filippi, il successo dell’evento televisivo Panariello Conti Pieraccioni e il Festival di Sanremo di Amadeus e Fiorello:

David di Donatello? Il format è quello. E’ una serata dove si devono fare tantissime premiazione quindi ci sarà molto ritmo. Ci saranno pause musicale per riprendere fiato. Cercheremo di riportare qualcosa che riguarda il mondo del cinema, sarà una serata all’insegna del cinema italiano, faremo citazioni cinematografiche. L’ospite internazionale? Ancora non si sa. L’anno scorso, c’è stato il mio amico Steven… La Corrida? Il bello di questo lavoro è proprio passare da un genere all’altro, dai dilettanti allo sbaraglio al massimo della professionalità del mondo del cinema. Siccome La Corrida è il primo talent della storia della tv italiana, abbiamo pensato di mettere dei “giurati allo sbaraglio”: prendere concorrenti dell’anno scorso o qualche persona presa dal pubblico e usarli come opinionisti. E’ un programma che faccio con la gioia di divertirmi perché è un programma in cui si vive di leggerezza che oggi un po’ manca. Ci prendiamo tutti troppo sul serio… Un concorrente, anche se viene fischiato, esce sempre con il sorriso, mai arrabbiato. Anche quest’anno, ci sarà Ludovica Caramis. Maria De Filippi? Io vivo queste mestiere, non guardando chi c’è dall’altra parte, penso sempre a far bene il mio prodotto. E’ un problema grosso perché io non potrò vedere uno dei miei programmi preferiti che è Amici e lei non potrà vedere uno dei suoi programmi preferiti che è La Corrida! Ci registreremo! Un programma con Pieraccioni e Panariello? Per l’amor di Dio, sono tre anni che non li sopporto più! E’ stato un evento ed è giusto che fosse così. Ognuno di noi ha la propria carriera. Magari tra 10 anni o forse anche prima, vista l’età… L’appuntamento televisivo è stato l’atto finale di tre anni di avventura fantastica. Il Sanremo di Amadeus? Si è verificato quello che gli avevo detto ossia che l’avrebbe fatto benissimo. Una volta gli dissi che a Sanremo, se fai uno starnuto, diventa una broncopolmonite. Dopo quello che è successo, mi chiamato e mi ha detto: “Ho capito quello che volevi dire!”. Fiorello è un fuoriclasse assoluto. E’ lo spettacolo vero, è il genio dell’allegria e della leggerezza. Antonella Clerici? Sa benissimo cosa fare e farà la scelta giusta. Antonella c’è, è un pezzo del “cavallo” della Rai. Mi ha fatto un regalo bellissimo con lo Zecchino d’Oro.

Nel video, ci sono le dichiarazioni integrali di Carlo Conti.

Ultime notizie su Carlo Conti

Tutto su Carlo Conti →