Sky si accorda con la casa di produzione di L'Amica Geniale e Young Pope per lo sviluppo di nuove serie tv

Nuove produzioni internazionali per Sky Studios con l'italiana The Apartment di Lorenzo Mieli

Negli Stati Uniti gli accordi di produzione in esclusiva o meno tra un network, una piattaforma e una casa di produzione sono all'ordine del giorno. Tra i casi più famosi i mega contratti di Shonda Rhimes e la sua Shondaland, Ryan Murphy con Netflix giusto per citare nomi noti anche al pubblico italiano. Nel nostro paese sono sicuramente rapporti più rari ma sempre più utili per assicurarsi i migliori titoli in circolazione.

La novità delle ultime ore è la firma di un accordo tra Sky Studios e The Apartment società del gruppo Fremantle guidata da Lorenzo Mieli. Anticipato da Variety e confermata da una nota stampa di Sky, l'accordo pluriennale è il primo di questo tipo firmato da Sky fuori dal Regno Unito (paese principale di produzione del gruppo di proprietà Comcast).

In base a questo accordo Sky Studios si impegna a finanziare e sviluppare almeno tre serie tv internazionali di The Apartment il cui rapporto con Sky non sarà in esclusiva permettendo a Lorenzo Mieli, tra i fondatori di Wildside sempre di proprietà di Fremantle, di lavorare anche con altri operatori. Nata nel gennaio 2020 l'etichetta The Apartment è una società controllata da Fremantle finalizzata allo sviluppo di film e serie tv destinati al mercato globale.

L'obiettivo, come spiegato da Gary Davey CEO di Sky Studios è di sviluppare progetti dal respiro internazionale con talenti e sensibilità europea. Non (o almeno non solo) prodotti italiani capaci di viaggiare all'estero ma produzioni pensate già per una platea internazionale che comprenda i paesi Sky (Regno Unito, Irlanda, Germania e Austria) ma non solo con la distribuzione che sarà nelle mani di The Apartment-Fremantle o di eventuali partner dei vari progetti.

Al momento non sono stati indicati i primi titoli ma secondo quanto spiegato da Lorenzo Mieli ci saranno sia produzioni d'autore come quelli realizzati con Sorrentino (The Young e The New Pope) o con Luca Guadagnino (We are Who We Are di prossimo approdo su Sky) ma anche altri generi, più classici.

Assieme abbiamo reso realtà quella che inizialmente era solo un'idea, ossia produrre serie internazionali di elevata qualità direttamente dall'Europa, dando vita a una nuova realtà in un mercato in costante evoluzione. È per questo che sono particolarmente fiero di annunciare che il primo contratto di The Apartment è proprio con Sky Studios; in questo mercato dei contenuti in continua evoluzione nel quale ci troviamo ad operare è fondamentale lavorare con partner che condividano la nostra stessa visione creativa

Queste le parole di Lorenzo Mieli, cui si affianca l'entusiasmo di Gary Davey CEO di Sky Studios che per far fronte all'avanzata delle produzioni originali in arrivo dall'estero, stanno sempre più investendo nella produzione con attualmente 52 serie in produzione (a livello di Sky Studios e non di Sky Italia, ndr.):

Adesso i tempi sono maturi affinché The Apartment e Sky Studios portino le loro ambizioni creative al livello successivo. Lorenzo ha inanellato una lunga serie di successi, portando all'attenzione del pubblico film e serie TV raffinati e dal respiro internazionale, lavorando con talent di primissimo piano, sia dietro che di fronte alla macchina da presa. Sono entusiasta dei progetti che abbiamo già in cantiere e non vedo l'ora di mostrarli ai 24 milioni di abbonati Sky in Europa e nel mondo.

 

  • shares
  • Mail