Il Cacciatore 2, Francesco Foti a Blogo: "Interpretare Carlo Mazza è stato un bellissimo viaggio e un'esperienza meravigliosamente impegnativa" (Video)

L'intervista di TvBlog a Francesco Foti, co-protagonista della seconda stagione de Il Cacciatore.

Francesco Foti è tra i co-protagonisti della seconda stagione de Il Cacciatore che andrà in onda su Rai 2, a partire da mercoledì 19 febbraio 2020, in prima serata.

L'attore siciliano tornerà ad interpretare il ruolo di Carlo Mazza, collega e migliore amico di Saverio Barone, il personaggio ispirato alla figura di Alfonso Sabella, interpretato da Francesco Montanari.

Noi di TvBlog abbiamo intervistato Francesco Foti in occasione della conferenza stampa di presentazione de Il Cacciatore 2. Le sue prime dichiarazioni riguardano l'evoluzione del suo personaggio:

Tendo a chiamarle persone, non personaggi. Non è realmente esistito ma cerco sempre di costruire persone. Carlo Mazza ha promesso alla famiglia, a se stesso e a Giovanni Falcone di lasciare il pool una volta catturato anche Brusca. Carlo Mazza si porterà dietro questo incredibile fardello per tutta la seconda stagione, si porterà dietro il peso di questa promessa e il fatto di non averlo ancora detto a Saverio.

Francesco Foti ha definito questa seconda stagione de Il Cacciatore "meravigliosamente impegnativa":

E' stata una serie faticosissima! La prima stagione era impegnativa ma c'erano momenti di leggerezza. Nella seconda stagione, le scene che ho girato in tranquillità saranno state, sì e no, 3! In tutte le scene, c'è sempre stato un retro di "qualcosa", un retro di "non detto", un retro che devi portare... E' stato meravigliosamente impegnativo. E' stato un bellissimo viaggio dentro questa persona che sto cercando di non mollare, lo sto tenendo un po' come esempio. E' stata una svolta questa serie e il personaggio che me lo sto tenendo come insegnante.

L'attore non ha nascosto la propria soddisfazione per aver preso parte ad una serie premiata anche a livello internazionale:

Abbiamo fatto un bel lavoro. Spero che Il Cacciatore diventi una serie di riferimento. Io ve la consiglierei anche se non fossi tra i protagonisti. E' stato ufficialmente riconosciuta di altissimo livello. Spero che aiuti anche gli altri a mirare altissimo. Non avevo pensato che questa serie potesse andare anche all'estero. E' stata venduta in tantissimi paesi e lì non ho avuto dubbi che potesse andar bene. Non è presunzione. E' stato un bellissimo lavoro generale, una serietà e una comunità di intenti non comune. I premi internazionali ma anche i semplici amici che mi scrivono da New York, da Berlino e mi dicono "E' incredibile!", sono soddisfazioni.

Nel video, ci sono le dichiarazioni integrali di Francesco Foti.

  • shares
  • Mail