Camionisti in Trattoria, il pranzo pugliese dura il tempo di un caffè. Misha convince

Buona la prima per lo chef italo-armeno, che colpisce per il suo linguaggio ricercato. I camionisti tuttavia sembrano delle veloci comparse.

  • 21.30

    Misha si presenta al pubblico di Nove: "Considero l'alimentazione uno sport da tavolo". Il viaggio dei Camionisti in Trattoria inizia dalla Puglia settentrionale.

  • 21.34

    Il primo autotrasportatore della serata è lo zio Piero, che porta Misha al ristorante Bologna.

  • 21.37

    Le mitiche pettole, frittelline che si ricavano dall'impasto della pizza. Scusate, da pugliese meritavano uno screen.

  • 21.40

    Adesso tocca al simbolo della Puglia nel mondo, le orecchiette alle cime di rapa.

  • 21.43

    Arriva il conto per lo zio Piero e Misha: i due se la cavano con 33 euro. Paga quest'ultimo.

  • 21.46

    Il secondo compagno di viaggio di Misha è Lello lo Squinternato, che millanta di essere stato concepito su un camion.

  • 22,00

    Terzo protagonista della serata è il camionista Simone Antolini, che ha avuto un incidente in camion a 12-13 anni. Avete letto bene.

  • 22.17

    La recensione di Oasi Le Fontanelle di Misha: "I cavatelli mari e monti sono un tatuaggio indelebile nella memoria delle mie papille gustative".

Nonostante la durata geologica dei pranzi pugliesi, la prima puntata di Camionisti in Trattoria, il factual di Nove ripartito stasera con la quarta edizione, ha coperto poco più di un'ora di programmazione. Alla guida della trasmissione lo chef italo-armeno Misha Sukyas, che succede alla gestione Chef Rubio.

Il nuovo arrivato non è molto conosciuto al grande pubblico, provenendo da alcune produzioni del canale tematico Food Network (Chopped Italia su tutti), ma si dimostra sin da subito molto appetibile televisivamente con la sua aria da gigante buono e un linguaggio sorprendentemente ricercato, come la recensione dei cavatelli mari e monti ("Sono un tatuaggio indelebile nella memoria delle mie papille gustative").

Il conduttore parla con lo spettatore come se lo stesse facendo con il piatto, si dimostra a suo agio con il mezzo televisivo e i protagonisti del programma, appunto i camionisti: il problema è che costoro per una strana scelta di scrittura parlano davvero molto poco di loro stessi, limitandosi a fare da commensali a Misha nelle trattorie.

La scena viene conquistata quindi dalle trattorie e dai loro menu, ergendo tuttavia la categoria degli autotrasportatori a buongustai.

 

Camionisti in Trattoria: anticipazioni puntata 2 febbraio 2020


Riprende stasera alle 21.25 su Nove, canale del pacchetto Discovery, Camionisti in Trattoria, il factual show gastronomico che vede per protagonisti degli autotrasportatori alla ricerca di luoghi dove rifocillarsi. Per questa quarta stagione Chef Rubio ha ceduto il testimone (qui le ragioni dell'abbandono) a Misha Sukyas, chef stellato italo-armeno, già giudice per il cooking show Chopped su Food Network. TvBlog seguirà questo ritorno in liveblogging.

La quarta stagione è costituita da otto puntate. Ecco quali saranno le tappe : Piemonte, Friuli, Lombardia (Valtellina), Veneto, Campania, Lazio e Puglia, ma per visitare lo stivale d'Italia è prevista una doppia puntata per  Barletta-Andria-Trani e il Salento.

 

Camionisti in Trattoria: dove vederlo


Camionisti in Trattoria

va in onda su Nove alle 21.25 e in livestreaming su Dplay.

 

Camionisti in Trattoria: Second Screen


Camionisti in trattoria è presenta su Facebook con una pagina ufficiale.

Per chi vuole seguire la puntata in liveblogging, infine il consueto appuntamento è su TvBlog, magazine di Blogo, sempre a partire dalle ore 21:25.

  • shares
  • Mail