Parasite, dopo il successo al cinema arriva la miniserie

La Hbo ha comprato i diritti per realizzare una miniserie tratta da Parasite, successo cinematografico del 2019 di Bong Joon Ho, che dovrebbe essere coinvolti anche nel progetto televisivo

La lunga corsa di "Parasite" negli Stati Uniti potrebbe concludersi... in tv. Il successo cinematografico dell'anno appena trascorso, il primo film sudcoreano capace di portarsi a casa sia la Palma d'Oro che il Golden Globe come Miglior Film Straniero, potrebbe infatti avere presto un adattamento televisivo pensato appositamente per gli Stati Uniti.

Artefice di questo progetto sarebbe la Hbo, che dalla sua ha una lunga esperienza in termini di serie limitate e che avrebbe convinto il regista e sceneggiatore della pellicola Bong Joon Ho a portare il racconto che ha conquistato il mondo negli ultimi mesi anche sul piccolo schermo. Con lui, dovrebbe esserci anche Adam McKay, al lavoro per il canale via cavo, di recente, con Succession (anch'esso protagonista degli ultimi Golden Globes).

Il progetto è alle prime fasi creative: non è ancora chiaro, ad esempio, se sarà un adattamento in lingua inglese della pellicola, e quindi ripercorrerà con aggiunte e variazioni la storia già portata sul grande schermo, o se sarà un sequel di quanto visto al cinema.

Quel che è certo è che Hbo si è contesa il progetto con Netflix, in una sfida per l'aggiudicazione dei diritti molto agguerrita. Se il network via cavo punta su un contenuto di qualità che ben si potrebbe inserire dentro la propria offerta, la piattaforma di streaming on demand sperava, evidentemente, di sfruttare la popolarità a livello mondiale del film per offrire ai propri abbonati un contenuto esclusivo ed appetibile.

"Parasite", d'altra parte, è stato un vero e proprio fenomeno fin da quando è stato presentato al Festival di Cannes: insieme a "La vita di Adele" del 2013 è stato l'unico film della rassegna a ricevere il voto unanime della giuria, mentre al box office ha incassato la cifra di ben 122,6 milioni di dollari, costandone solo 11,5 milioni. Negli Stati Uniti la pellicola detiene il record di film straniero che ha incassato di più nel 2019: la storia della famiglia Kim e del loro tentativo di elevarsi sfruttando la ricchezza della famiglia Park non è passata inosservata.

La miniserie sarà così l'ennesimo riconoscimento all'idea di Bong, già noto a livello internazionale per le sue pellicole precedenti, tra cui vanno citate "Snowpierce", l'unica in lingua inglese di cui a breve su Tnt e Netflix arriverà l'adattamento televisivo ed "Okja", pensato per Netflix ed anch'esso presentato al Festival di Cannes. "Parasite", resta il suo film più popolare, che potrebbe anche "rischiare" di arriva nella cinquina dei candidati al premio di Miglior Film Straniero ai prossimi Oscar.

[Via DeadlineHollywood]

  • shares
  • Mail