Paola Barale: "Lasciai Buona Domenica per colpa del Grande Fratello. Avrei dovuto condurre Zelig"

Paola Barale racconta a La Confessione i motivi dell'addio a Buona Domenica: "Non provavamo più, non cantavamo più, non arrivavano più i grandi ospiti. Venivano quelli che uscivano dal Gf". E svela: "Avrei dovuto condurre Zelig"

Un lustro alla guida di Buona Domenica e un addio avvenuto “per colpa” di un reality show. Paola Barale ha raccontato a La Confessione l’esperienza al fianco di Maurizio Costanzo, Claudio Lippi, Luca Laurenti e (in parte) Fiorello, spiegando i motivi del suo abbandono.

“Ho fatto una bella Buona Domenica, quando era ancora intrattenimento. Venivano grandi ospiti, come Bryan Adams, Phil Collins, le Spice Girls. Poi nel 2000 arrivò il Grande Fratello e in trasmissione cominciarono a invitare quelli che uscivano dalla casa”.

Il programma cambiò letteralmente pelle, adeguandosi agli effetti di un fenomeno televisivo che avrebbe condizionato il piccolo schermo negli anni a seguire.

Non provavamo più, non cantavamo più, non arrivavano più i grandi ospiti. Decisi di mollare per questo”, ha proseguito la Barale, che se ne andò al termine della stagione 2000-2001. “Avevo un bel contratto con tanto di esclusiva, sarei voluta andare via l’anno prima. Già a febbraio iniziai a dire che avrei voluto fare altro”.

Le offerte all’epoca non mancavano: “Sulla carta c’era una proposta allettante che era Zelig. Avevo già sostituito per tre puntate Michelle Hunziker”. L’ipotesi tuttavia sfumò e la conduttrice finì in panchina per diverso tempo.

Lanciata da La ruota della fortuna, la Barale non ha potuto non ricordare Mike Bongiorno. Un rapporto professionale interrotto dopo sette anni in modo burrascoso a causa della sua scelta di approdare a La sai l’ultima?.

“Non mi parlò per quindici giorni, fu terribile. Venne a due centimetri da me e mi disse cose abbastanza pesanti. Era lo sfogo di una persona arrabbiata. Secondo lui andavo a fare La sai l’ultima? con Gerry Scotti perché avevo un flirt con lui. Non era assolutamente vero”.

E sempre a Mike ha rivolto il pensiero finale: “Ti devo tutto, sono grata a te, senza di te non sarei qui oggi, però quella sgridata è stata eccessiva. Tu non lo sai, ma mi era venuta voglia di darti un pugno”.

  • shares
  • Mail