Io Scrivo, un documentario struggente sulla scrittura come terapia

Il film-documentario realizzato da Matilde D'Errico commuove e appassiona.

  • 22.12

    Nell'anteprima vengono mostrate le ragioni che hanno spinto le dodici donne a frequentare il laboratorio di scrittura. Uno dei medici dichiara: "La malattia si cura con i farmaci, ma la scrittura serve a curare la parte sana".

  • 22.17

    Il primario di Senologia del Gemelli, dott. Riccardo Masetti: "Il tumore al seno è altamente curabile, ma nelle donne rimane una ferita psicologica".

  • 22.20

    Matilde D'Errico si presenta alla sua classe di laboratorio di scrittura.

  • 22.28

    Il Giardino terapeutico del Policlinico Gemelli che serve ad armonizzare l'ambiente di cura con la terapia farmacologica. "Serve a supportare la parte sana dell'individuo", spiega un medico.

  • 22.39

    Giuliana è una delle allieve più presenti del corso: il tumore le torna a 16 anni dalla prima manifestazioni. "Sapevo che poteva tornare, ma non a me. Scrivere mi ha fatto stare meglio, mi sono detta tutto, mi sono incontrata con me stessa, ho visto la luce".

  • 22.43

    Finalmente si entra nel vivo del laboratorio: Matilde assegna due esercizi. Nel primo le signore devono elencare le parole sbagliate che sono state a loro comunicate nel corso della malattia, nel secondo devono scrivere i termini che avrebbero voluto sentire.

  • 22.48

    Matilde intervista una delle dottoresse del reparto di Senologia per poi abbracciarla commossa. La D'Errico infatti nel 2016 ha dovuto affrontare un tumore al seno che le è stato curato proprio qui.

  • 22.50

    Inizio, sviluppo e fine sono i tre atti del racconto spiegati dall'autrice.

  • 22.54

    Giorgia, psicoterapeuta, 51 anni: "Giravo senza turbante, questa cosa ha destabilizzato chi mi stava intorno: volevo il mio diritto a essere malata".

  • 23.04

    Luisiana è una pianista e scrittrice. Sta lottando contro il cancro all'ovaio, i cui sintomi si conoscono solo dal 2007. Ha pubblicato un libro su questa esperienza e su come riconoscere la malattia.

  • 23.07

    La D'Errico invita le allieve a leggere Vite che non sono la mia di Emanuele Carrere. Poi devono commentarne una frase. Giorgia: "Era più facile quando ero nella battaglia. Ora le persone sono stanche di sentirmi parlare del tumore". Giorgia vive nella paura in quanto ad alto rischio di recidiva.

  • 23.20

    L'autrice del documentario racconta il giorno della sua operazione, nel corso della quale il dottor Masetti le teneva la mano.

  • 23.26

    Lezione sulla condivisione: arrivano Maria Rosaria De Medici e Franco Di Mare, che sono stati molto vicini all'autrice durante la malattia. Con Di Mare la D'Errico ha condiviso l'esperienza di Frontiere. I due per lei sono stati "una cura nella cura".

  • 23.47

    Intervento a lezione della scrittrice Sara Lorenzini.

  • 00.00

    Un'immagine della Race for the Cure, la corsa benefica per le donne colpite da cancro al seno. Franco Di Mare in chiusura invita le signore ad andare nelle scuole per parlare della malattia e invitare le studentesse alla prevenzione. "Pensate che compito straordinario che avete!". Il bel documentario finisce qui.

Commuove e appassiona Io Scrivo, il film-documentario realizzato dall'autrice televisiva Matilde D'Errico, creatrice di Amore Criminale e del suo spin off Sopravvissute. Il prodotto, trasmesso in seconda serata su Rai3, ha raccontato le vicende di dodici donne malate di tumore al seno che hanno deciso di frequentare un laboratorio di scrittura presso il Policlinico Gemelli di Roma per imparare a gestire le emozioni derivanti da questo difficile percorso.

Nella nostra società per certi versi alcuni argomenti costituiscono ancora un tabù, ma Io Scrivo ha il merito di raccontare tutte le fasi affrontate dalle protagoniste, dalla diagnosi al rapporto medico-paziente. Inoltre l'autrice del documentario ha affrontato nel 2016 un'esperienza di tumore al seno, quindi risulta davvero difficile trattenere l'emozione quando abbraccia l'equipe medica che l'ha curata durante quel periodo difficile e della quale traspare l'umanità, soprattutto nel descrivere il primario Masetti che le teneva la mano nel corso dell'operazione.

Molto riusciti i ritratti delle dodici protagoniste, dalla psicoterapeuta Giorgia che rivendicava il suo diritto a essere malata rifiutandosi di indossare il turbante a Elena, tifosissima della Roma. Ma l'elemento di novità è costituito ovviamente dal laboratorio di scrittura tenuto dalla stessa D'Errico: aiutandosi con le categorie della narratologia le donne cercano di raccontare loro stesse e la malattia. La scrittura diventa una sorta di terapia che non si sostituisce ovviamente alla farmacologia, ma che "supporta la parte sana del paziente", per citare le parole di un medico del Policlinico Gemelli di Roma.

Io Scrivo, anticipazioni 4 gennaio 2020


Va in onda stasera  su Rai3 alle 22.05, un film-documentario realizzato dall'autrice Matilde D’Errico e intitolato Io scrivo. Dodici donne frequentano un laboratorio di scrittura per metabolizzare e affrontare le emozioni che genera la diagnosi e la cura di una malattia come il tumore al seno. TvBlog seguirà la trasmissione in liveblogging.

Il progetto di storytelling realizzato con alcune donne del reparto di Senologia e Terapie Integrate del Policlinico Gemelli di Roma. A guidarle come insegnante, Matilde D’Errico, autrice e regista del documentario, che ha affrontato e curato nel 2016 un tumore al seno.

Io scrivo racconta la vita, fuori e dentro l’ospedale, delle dodici donne che frequentano il laboratorio di scrittura per imparare a gestire, attraverso l’azione dello scrivere, le proprie emozioni e descrive anche la vita di medici e infermieri del reparto di Senologia del Policlinico Gemelli e le attività della onlus Susan G. Komen Italia, da sempre impegnata nella lotta contro il tumore al seno.

 

Matilde D'Errico: chi è


Al pubblico di Rai3 il nome di Matilde D'Errico non è certo sconosciuto: autrice televisiva di lungo corso, ha creato con Maurizio Iannelli la trasmissione Amore Criminale, dedicata ai casi di violenza contro le donne e condotta negli anni da Veronica Pivetti, Barbara De Rossi e Camila Raznovich. Successivamente si è occupata dello spin off Sopravvissute.

 

Io Scrivo: dove seguirlo


Io Scrivo va in onda alle 22.05 su Rai3. In alternativa è disponibile in livestreaming su Raiplay e sulla Guida Tv dello stesso sito.

 

Io Scrivo: Second Screen


Sarà possibile commentare il film-documentario di Matilde D'Errico sui social di Rai3 (Facebook, Twitter e Instagram).

  • shares
  • Mail