La Gruber è in ferie e il telegiornale di Mentana dura un'ora

Edizione raddoppiata venerdì sera per il TgLa7, con Mentana che è rimasto in onda dalle 20 alle 21. Il notiziario ha occupato lo spazio lasciato libero dalla Gruber, in ferie da settimane

Cinquantasei minuti di telegiornale. Un record per un canale generalista, soprattutto se non si è di fronte ad eventi straordinari o maratone. Ma Enrico Mentana è abituato alle lunghe corse e venerdì sera deve essere stata una passeggiata restare in onda fino alle 21.

Il notiziario di La7 ha infatti coperto quasi per intero il blocco tradizionalmente occupato da Otto e mezzo, con la linea che è successivamente passata al film “L’attimo fuggente”.

Il programma di Lilli Gruber è in vacanza da settimane, ma nella serata del 2 gennaio è stata trasmessa una puntata inedita dedicata alle previsioni per il 2020. Un appuntamento palesemente registrato, probabilmente ancora prima di Natale, visto che da parte della padrona di casa e degli ospiti non c’è stato alcun riferimento alle dimissioni del ministro Fioramonti (rassegnate il 24 dicembre), ai suoi sostituti, all’episodio riguardante il Papa - con annesse reazioni - e al discorso di fine anno di Sergio Mattarella. Insomma, una chiacchierata sul nulla, mentre su Rete 4 Stasera Italia continuava (e continua) a proporsi in diretta grazie alla guida positiva di Veronica Gentili.

Le notizie drammatiche provenienti dal Medio Oriente, in seguito all’uccisione del comandante iraniano Qassem Soleimani, hanno spinto Mentana ad allungare il brodo, riempiendo la seconda parte di tg con aggiornamenti e un’ampia finestra sulla politica estera.

È stato un telegiornale raddoppiato, ma purtroppo ce n’era una più che valida ragione”, è stato il commento del giornalista, vero e proprio ‘eroe’ di una rete quasi interamente in ferie.

  • shares
  • Mail