Il campionato fa 90, Luca e Paolo e Mia Ceran intrappolati in una serata troppo istituzionale

Il campionato fa 90: la serata e la recensione.

Peccato per Il campionato fa 90, una serata-evento dal contenuto piacevole, intrappolata, però, in quella solita atmosfera di istituzionalità che normalizza, banalizza, rallenta, rovinando in parte, tutte le serate televisive del medesimo genere.

L’idea del quiz-show, o game-show, funziona: il quiz, già in passato, è stato un abile espediente televisivo da utilizzare, funzionale anche per programmi comici: viene in mente, ad esempio, Mai dire Maik della Gialappa’s Band.

Anche nel caso de Il campionato fa 90, l’idea di un quiz monotematico, a tema calcistico ovviamente, con ex calciatori nel ruolo di concorrenti d’eccezione, è risultata adeguata per passare in rassegna, in modo differente, tre ventenni di Serie A al fine di festeggiare i 90 anni del massimo campionato italiano di calcio.

Oltre all’istituzionalità, anche l’obbligo, da definire così ormai, delle 3 ore di prime-time ha rallentato notevolmente il tutto: una serata, con più ritmo, non avrebbe guastato e avrebbe anche messo maggiormente a proprio agio i tre conduttori, Luca e Paolo, che, di tempi comici, ovviamente ne sanno, e Mia Ceran, brava a capitalizzare gli assist comici, sia quelli dei suoi colleghi che non solo.

La serata-evento allestita dalla squadra di Quelli che il Calcio, però, non è risultata così scorrevole e, come scritto in apertura, è stato un peccato perché alcuni momenti oggettivamente divertenti della serata sono risultati più come delle parentesi e non come parti consustanziali al resto dello show.

La gag involontaria di Oscar Damiani su Cristiano Malgioglio, giunta sul finale, ad esempio, cavalcata giustamente da Luca e Paolo (che hanno avuto pochissimi altri appigli di questo tipo anche perché, poi, un altro degli obiettivi è rendere la serata appetibile anche a chi sa poco di calcio), ha quasi “svegliato” i presenti in sala poiché, dopo quasi 3 ore a ritmo rilassato, un momento di torpore o disattenzione è pur sempre legittimo.

Questo, ormai, è un problema cronico delle serate televisive istituzionali. E dire che basterebbe anche poco, qualche accortezza qua e là, per ottenere migliorie evidenti: una durata minore e una maggiore velocità, senza ingabbiare o penalizzare gli ospiti, sono le prime due idee che vengono in mente.

Inserire furbate da serata registrata, inoltre, come le risatine finte stile sit-com anni ’90 (in alcuni casi, “incollate” anche male, tra l’altro), non dà affatto una mano in termini di ritmo anzi peggiora nettamente la resa televisiva, già penalizzata, un po’, dall’assenza della diretta. E’ incredibile, come negli anni ’20 ormai, si possa ancora ricorrere a certi escamotage…

E’ giusto sottolineare, ovviamente, che alcune risate provenienti dallo studio sono state reali e autentiche anche perché, per distinguere le risate vere da quelle “tarocche”, non occorre un genio ma è sufficiente un buon udito

Nulla di così drammatico, ovviamente, considerato che si sta parlando di una poco impegnativa serata televisiva che ha allietato il pubblico in piene festività natalizie.

Anche da serate così, da mezzo pieno e mezzo vuoto, però, si può comunque trarre qualche insegnamento utile per il futuro.

  • 21:10

    Inizio trasmissione. Prima della sigla, Luca e Paolo interrogano Mia Ceran ma con scarsi risultati… Parte la sigla con alcune immagini più rappresentative di questi 90 anni di Serie A.

  • 21:14

    Prima dell’inizio del game-show, Mia Ceran presenta Bruno Pizzul, Marco Civoli, Neri Marcorè e Melissa Satta. Dopo un primo aneddoto di Pizzul, entrano i 9 ex calciatori concorrenti: Roberto Boninsegna, Oscar Damiani, Eraldo Pecci, Evaristo Beccalossi, Giuseppe Galderisi, Bruno Giordano, Federico Balzaretti, Luca Toni e Nicola Ventola.

  • 21:18

    Melissa Satta estrae il primo bussolotto riguardante il primo ventennio. Luca Bizzarri: “Ci mancava una bellezza femminile, purtroppo abbiamo solo Mia Ceran!”. La Satta estrae il primo bussolotto. Luca: “E’ 2000/10? Sul copione, c’è scritto così!”. La Satta estrae il bussolotto “2000/10”. Paolo: “Ma guarda un po’!”. Va in onda un filmato riguardante gli ultimi vent’anni di Serie A.

  • 21:22

    I 3 concorrenti del 2000/10, Federico Balzaretti, Luca Toni e Nicola Ventola, prendono posto e procedono con la prova pulsante. I tre ex calciatori devono indovinare a quale giocatore appartiene la figurina Panini che appare sullo schermo.

  • 21:26

    Luca Toni protesta ironicamente: “Ma avete scelto giocatori che hanno giocato solo con loro!”. Il gioco termina con una figurina “vivente”: Gianluca Zambrotta appare sullo schermo di schiena e, successivamente, si volta. Nicola Ventola indovina. Luca Toni: “Si sono visti prima in camerino!”.

  • 21:30

    Il vincitore di questa manche è Nicola Ventola, con 7 giocatori indovinati. Zambrotta racconta alcuni aneddoti.

  • 21:34

    C’è Gigi Buffon in collegamento per salutare Zambrotta. Si tratta del primo intervento di Ubaldo Pantani. Ha inizio la seconda manche intitolata Quanto ne sai?.

  • 21:38

    Nella seconda manche, i 3 concorrenti devono rispondere a domande a risposta multipla. Luca Bizzarri parla di una “meteora” del Milan con il sottofondo di Chi l’ha visto?.

  • 21:42

    Luca Toni non riesce a prenotarsi, neppure con l’aiuto di Luca! Poco dopo, ad una domanda sulla storica corsa di Carlo Mazzone sotto la curva dell’Atalanta, riesce finalmente a rispondere esattamente.

  • 21:46

    Una domanda riguarda l’unico “cucchiaio” sbagliato da Totti. Poco dopo, va in onda un filmato con tutti i più famosi “cucchiai” dell’ex capitano della Roma. Il risultato finale, per quanto riguarda il ventennio 2000/10, è il seguente: Nicola Ventola è il vincitore e si qualifica alla manche finale. Buffon/Pantani prende in giro Toni: “Non sa nemmeno come si chiama!”.

  • 21:50

    In fase di montaggio, sono state inserite risate finte stile sit-com assolutamente evitabili.

  • 22:00

    Il secondo ventennio, protagonista di questo blocco, è il ’60/’70. Va in onda il filmato d’introduzione. I concorrenti sono Roberto Boninsegna, Oscar Damiani ed Eraldo Pecci.

  • 22:04

    Ha inizio il gioco delle figurine. Eraldo Pecci dà risposte molto dettagliate e si candida a vincitore della manche.

  • 22:08

    Bruno Pizzul parla del suo passato di commentatore di bocce. Neri Marcorè vorrebbe sfidarlo. Melissa Satta: “In Sardegna, si gioca a bocce per vincere il cocco”. Luca: “Lo sapevamo che non dovevamo tirare fuori l’argomento!”.

  • 22:12

    Una figurina appartiene a Vujadin Boskov e parte il ricordo. Pizzul: “Rigore è quando arbitro fischia!”.

  • 22:16

    La figurina “vivente” di questa manche è Giovanni Lodetti.

  • 22:20

    Damiani e Pecci sono i vincitori di questa manche con 5 risposte azzeccate.

  • 22:28

    Ha inizio la seconda manche. Domande a risposta multipla anche per Roberto Boninsegna, Oscar Damiani ed Eraldo Pecci. Neri Marcorè imita Dino Zoff. Buffon/Pantani prende di mira Donnarumma, chiamandolo prima Donnapapera e poi Donnamummia.

  • 22:32

    C’è una domanda sul Cagliari degli anni ’60 e Boninsegna freme per rispondere.

  • 22:36

    Una domanda riguarda il primo clamoroso caso di gossip legato ad un calciatore, Germano del Milan. Melissa Satta: “Ora è la normalità”.

  • 22:40

    Una domanda riguarda l’arbitro Lo Bello che ammise un errore durante una puntata della Domenica Sportiva. Pizzul conduceva la DS all’epoca.

  • 22:44

    Un punto viene revocato a Damiani perché si è prenotato prima che Luca e Paolo elencassero le 4 opzioni.

  • 22:48

    Una domanda riguarda l’Avvocato, Gianni Agnelli, imitato da Neri Marcorè. Al termine della seconda e decisiva manche, Oscar Damiani conquista l’accesso alla finale.

  • 22:56

    Buffon/Pantani prende in giro i presenti in sala e, per un attimo, si trasforma in Massimiliano Allegri…

  • 23:00

    Gli ultimi vent’anni passati in rassegna sono gli anni ’80/’90. Filmato di presentazione anche in questo caso.

  • 23:04

    I 3 ex calciatori, concorrenti di questa manche, sono Evaristo Beccalossi, Giuseppe Galderisi e Bruno Giordano. Si comincia, ovviamente, con il gioco delle figurine. Dopo la prima figurina, i concorrenti si stuzzicano. Paolo: “Qui finisce a testate!”.

  • 23:08

    Beccalossi: “Ma, invece di giocare, questi due facevano le figurine?”. Però, poco dopo, anche lui comincia ad indovinare…

  • 23:12

    La figurina “vivente” degli anni ’80/’90 è Tomas Skuhravy, accolto, con enorme entusiasmo, da Luca e Paolo, tifosi genoani. Luca: “Ho goduto tre volte nella mia vita, due grazie a lui e una grazie a…”.

  • 23:16

    Il vincitore della prima manche è Galderisi. Si passa ora al Quanto ne sai?.

  • 23:20

    Si parla anche del Milan appena acquistato da Berlusconi.

  • 23:24

    Si parla di Van De Korput, calciatore preso di mira dalla stampa dell’epoca a causa del suo cognome. Civoli fa la battuta: “Dopo vent’anni, è arrivato anche N’Koulou!”. N’Koulou è un giocatore del Torino. Musica di Chi l’ha visto? anche per Enyinnaya, ex giocatore del Bari. In studio, c’è anche Igor Protti.

  • 23:28

    Si parla dello storico goal di Weah in un Milan-Verona. Beccalossi preme i pulsanti degli altri… Si parla anche della carriera politica di Weah, diventato presidente della Liberia. Buffon/Pantani: “Io presidente? No, preferisco diventare Papa”.

  • 23:32

    Mia Ceran: “Sono stati i più indisciplinati!”. Luca: “Ho rivalutato Luca Toni”. Il vincitore di questi vent’anni è Bruno Giordano.

  • 23:40

    Manche finale per i 3 finalisti, Nicola Ventola, Oscar Damiani e Bruno Giordano. Il gioco si chiama Vero o Falso?. 5 domande per ogni concorrente. Giordano ne indovina 3 su 5.

  • 23:44

    Damiani ne indovina 4 su 5 mentre Ventola ne azzecca 3 su 5. Luca: “Toni, quante volte hai vinto la classifica cannonieri?”. Toni: “Boh!”. Luca: “Non sa neanche questa!”. Oscar Damiani è il vincitore di questa manche.

  • 23:48

    Spareggio tra Ventola e Giordano per stabilire il secondo finalista. Vince Bruno Giordano.

  • 23:52

    Il gioco finale si intitola Tutto in 90 secondi. Ad una domanda su Astutillo Malgioglio, Oscar Damiani risponde “Cristiano” e tutto il pubblico scoppia a ridere. Damiani: “Sono stato anche un compagno di Malgioglio!”. Luca: “Detto così, suona male!”. Paolo: “Ah, ecco perché ti chiamavano Flipper!”.

  • 23:56

    Paolo a Bruno Giordano: “Hai 90 secondi per battere il fidanzato di Malgioglio!”. Il vincitore assoluto di Il campionato fa 90 è Bruno Giordano. “Invasione di campo” per festeggiare il vincitore. Bruno Giordano riceve anche un premio. Paolo: “Un saluto a Malgioglio!”. Fine trasmissione.

Il campionato fa 90 è una serata-evento condotta da Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu, con la partecipazione di Mia Ceran, dedicata ai 90 anni dalla nascita del campionato a girone unico della Serie A, in onda su Rai 2.

Il campionato fa 90: le anticipazioni della serata

Questa sera, domenica 29 dicembre 2019, andrà in onda su Rai 2, una serata-evento intitolata Il campionato fa 90, un varietà-quiz che celebrerà i 90 anni dalla nascita del girone unico del campionato di Serie A.

Insieme a Luca Bizzarri, Paolo Kessisoglu e Mia Ceran, ci sarà anche Ubaldo Pantani.

Durante questa serata, 9 ex calciatori, protagonisti della Serie A dagli anni ’60 ad oggi, si sfideranno in un gioco a quiz che ripercorrerà i 90 anni del massimo campionato italiano di calcio, con tutti i suoi protagonisti, grazie anche alle immagini del ricco repertorio Rai.

Tra gli ospiti, ci saranno Marco Civoli, Neri Marcorè, Melissa Satta, Bruno Pizzul e Lorenzo Minotti.

I calciatori “concorrenti” che si sfideranno, invece, saranno Roberto Boninsegna, Oscar Damiani, Eraldo Pecci, per gli anni ’60/’70, Evaristo Beccalossi, Giuseppe Galderisi, Bruno Giordano, per gli anni ’80/’90, Federico Balzaretti, Luca Toni e Nicola Ventola, per gli anni 2000/’10.

Il campionato fa 90: dove vederlo

La serata Il campionato fa 90 andrà in onda questa sera, a partire dalle ore 21:05, su Rai 2.

La puntata sarà visibile anche in streaming su Rai Play.

Successivamente, la serata sarà disponibile per intero sempre sul sito Rai Play, nella sezione Guida Tv/Replay.

Quelli che il Calcio: Second Screen

Quelli che il Calcio è presente sul web con una sezione a parte sul sito Rai Play.

Il programma di Rai 2 si può trovare anche su Facebook con la pagina ufficiale.

Quelli che il Calcio si può trovare anche su Twitter con l’account ufficiale del programma: @quelliche_rai2. Gli hashtag con i quali è possibile commentare la serata sono #qcc e #ilcampionatofa90.

Quelli che il Calcio si può trovare anche su Instagram con il profilo ufficiale del programma.

Per chi vuole seguire il programma in liveblogging, infine, Il campionato fa 90 sarà disponibile in tempo reale su TvBlog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 21:05.

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Quelli che il calcio

Quelli che il calcio è lo storico contenitore sportivo Rai, il cui esordio risale al 26 settembre del 1993, alla domenica dalle 14.

Tutto su Quelli che il calcio →