Ognuno è Perfetto, Edoardo Leo a Blogo: "Ho voluto fare un'esperienza come uomo e sono contento di averla fatta" (Video)

L'intervista di TvBlog ad Edoardo Leo, protagonista della serie Ognuno è Perfetto.

Edoardo Leo è il protagonista di Ognuno è Perfetto, la nuova serie di Rai 1 che andrà in onda, in prima serata, lunedì 16, martedì 17 e lunedì 23 dicembre 2019, diretta da Giacomo Campiotti.

L'attore romano interpreta il ruolo di Ivan, padre di Rick, ragazzo con la Sindrome di Down alla ricerca di un vero lavoro, ed ex proprietario di un'azienda che ha deciso di cedere per occuparsi del figlio, al quale, negli anni passati, aveva dedicato troppo poco tempo. Il desiderio di recuperare il suo ruolo di padre, quindi, lo renderà premuroso ma inizialmente anche ansioso.

Noi di TvBlog abbiamo chiesto ad Edoardo Leo com'è stata quest'esperienza professionale dal punto di vista umano:

Il fattore umano è stato determinante per farmi accettare questo progetto. Non ho pensato alla carriera, volevo fare un'esperienza come uomo. Abbiamo fatto un'"immersione" reale: non si è trattato di lavorare 2-3 giorni con ragazzi con disabilità ma di fare 4 mesi di viaggio, sui monti della Serbia, in Croazia e in Albania... Ho voluto farlo per me e sono contento di averlo fatto. Al di là dei risultati che farà la fiction, come uomo, ho fatto tutto quello che dovevo fare.

Di seguito, trovate altre dichiarazioni dell'attore:

Non c'è stata una particolare difficoltà. L'unica cosa che andava fatta era dimenticarsi di lavorare con ragazzi con la Sindrome di Down ma trattarli da colleghi. Ho cercato di immergermi in quella che è la vita di un padre di un ragazzo con la Sindrome, ho fatto i miei studi, le mie ricerche... Ma sul set, ho buttato via tutto perché bastava guardarci con Gabriele: io ho dovuto imparare a volergli bene mentre lui, invece, già me ne voleva. E' stato incredibile. Quella che io pensavo potesse essere una difficoltà ossia non sapere bene cosa potesse succedere sul set, in realtà, è stata la cosa più divertente e stimolante come attore. Ho messo da parte il mio essere regista e il mio essere attore e ho privilegiato l'uomo. Se non vivi davvero insieme ad un ragazzo con la Sindrome, non te ne rendi conto davvero. Questi ragazzi sono esattamente come tutti gli altri, diversi l'uno dall'altro.

Nel video, sono presenti le dichiarazioni integrali di Edoardo Leo.

  • shares
  • Mail