Liberi Tutti, la conferenza stampa: tutte le dichiarazioni

La conferenza stampa di Liberi Tutti.

  • 12:30

    Inizio conferenza. Eleonora Andreatta: “Liberi Tutti è un titolo importante per Rai Fiction e per il suo processo di innovazione. Liberi Tutti rappresenta l’apertura di un nuovo capitolo. E’ una serie nuova dal punto di vista del contenuto, visto che è una comedy tagliente e ironica, dal formato di 30 minuti, un formato poco sfruttato in Italia e che, invece, ha una grande diffusione a livello internazionale. Ritorniamo a questo formato al quale crediamo molto, nella chiave della commedia. Questa volta, lo facciamo per la piattaforma Rai Play. E’ il primo prodotto di una serie di prodotti destinati inizialmente a Rai Play e che solo successivamente saranno visibili su Rai 2. Liberi Tutti racconta un avvocato “maneggione” che si ritroverà costretto a vivere in una cohousing dove regna il politicamente corretto. E’ stato fatto un grandissimo lavoro di scrittura. La commedia di questo genere ha bisogno di grandi penne. C’è una grande cura dei dettagli. E’ la prima volta che la Rai lavora con l’equipe che ha lavorato per Boris. Giorgio Tirabassi era l’unico possibile protagonista di questa serie. E’ un progetto innovativo per il quale ringrazio la produzione e la squadra di Rai Fiction”.

  • 12:40

    Elena Capparelli, direttrice Rai Play: “Questo è soltanto l’inizio, un altro passo verso il futuro. Da quando sono stata nominata direttrice, avevamo ipotizzato la giornata di oggi. Sono emozionatissima e non faccio nulla per nasconderlo. E’ un momento importante per la Rai e per il suo pubblico. Ringrazio Rai Fiction e IFF. Per la Rai, è una vera rivoluzione e le rivoluzioni si fanno solo in squadra. Rai Play, oggi, è un pochino più conosciuta… Dal 4 novembre, con il lancio della nuova piattaforma, abbiamo reso disponibili contenuti in modalità originale come Viva Rai Play. Per me e per la Rai, è un momento straordinario. Il cambiamento per la Rai è avvenuto, il cambiamento riguardante le nuove modalità di fruizione. Questo cambiamento non è antagonista rispetto a ciò che accade sui canali lineali, anzi li accompagna. Noi renderemo disponibili su Rai Play tutti e 12 gli episodi di Liberi Tutti. Questa modalità di fruizione si aggiunge a quelli classici. Per cui, sono veramente contenta e ringrazio tutti”.

  • 12:42

    Paola Lucisano, IFF: “Ringrazio Rai Fiction. C’è stato un lavoro editoriale molto accurato. E’ un linguaggio divertente, senza dimenticare toni intimi. L’idea è nata parecchio tempo fa, nella nostra factory. Una volta, ci hanno portato una serie di articoli riguardanti il cohousing e ne ho parlato con Tinni. Abbiamo iniziato a lavorarci, abbiamo capito che il cohousing è un tipo di agglomerato perfetto per fare una commedia “allargata”. La creatività di Luca e Giacomo ha fatto il resto”.

  • 12:45

    Luca Vendruscolo: “Siamo stati fortunati, abbiamo lavorato in armonia, in un clima di libertà assoluta. Abbiamo avuto la fortuna di avere un cast strepitoso. Questa serie è dedicata a Mattia. Liberi Tutti era un suo grido di battaglia”. Giacomo Ciarrapico: “In Boris, abbiamo parlato di una rete molto invasiva nei riguardi delle serie. In questo caso, proprio no, non è successo. Non c’è stata l’ombra di censura. Se la serie non vi piace, è solo colpa nostra! Siamo contenti di stare su Rai Play, noi abbiamo il terrore di farci un mazzo così e poi la cosa va in tv ed è tutto finito… In questo caso, invece, c’è l’opportunità di poter fare passaparola. Il passaparola ha funzionato anche per Boris, soprattutto in rete. Siamo contenti di poter giocare la stessa partita”. Luca Vendruscolo: “Abbiamo conquistato la IFF con il lavoro. C’era un clima davvero straordinario. Abbiamo avuto una squadra di big. Che bello che è stato!”. Giacomo Ciarrapico: “Sul set, gli attori chiedevano di poter rimanere ancora un po’…”. Vendruscolo: “Era per il catering!”.

  • 12:50

    Giorgio Tirabassi: “Il personaggio è qualcosa che nasce da uno stile di umorismo che hanno Giacomo e Luca. Mattia è stato il primo che ho conosciuto. Condividiamo lo stesso senso dell’umorismo. Quando mi hanno proposta questa cosa, è stato fantastico. Quando ho letto il copione, mi sono reso conto che era tutto perfetto, era una cosa scritta magnificamente. Non abbiamo avuto molte discussioni sul set. Era tutto molto chiaro. Il meccanismo base della serie era il politicamente corretto della cohousing. Ci siamo ritrovati subito ad essere una classe di quinto anno di liceo, con quel tipo di affiatamento e di goliardia. Abbiamo avuto grandi mezzi, abbiamo avuto i ghiaccioli al limone, all’arancio… Una grande disponibilità di ghiaccioli! Altro non c’è da dire… Quando ho visto i primi montati, ne chiedevo subito altri. Spero che la stessa cosa avvenga per i telespettatori. Rai Play è il futuro. Non si aspetta più per vedere una cosa”.

  • 12:52

    Anita Caprioli: “Il mio personaggio, Eleonora, sceglie di ospitare il suo ex marito e rivendica anche questa scelta. Riguardo la sceneggiatura, anche a me è capitato raramente di leggere un copione così reale, che ti appartiene. Il risultato del clima che si è respirato sul set è sempre merito di Giacomo e Luca. Hanno talento nella sceneggiatura e nella regia e hanno condiviso con noi attori, il progetto. Tutto questo è stato possibile soprattutto perché c’erano loro. Eleonora è un’idealista nel senso bello del termine. L’apparente equilibrio della cohousing viene minato dall’arrivo di Michele. Dico apparente perché ogni personaggio, alla fine, ha le proprie debolezze. Sono personaggi teneri, ai quali vuoi bene”.

  • 12:54

    E’ il turno di Thomas Trabacchi. Giacomo Ciarrapico: “Nella serie non ha questo look da trafficante di organi!”. Thomas Trabacchi: “Io non sono stato usato spesso nella commedia e invece ho dei tempi comici straordinari! Per me è stata una grande opportunità. Il mio è un personaggio estremamente interessante da giocare, è un mediatore. E’ un “vigliacchetto”, è una persona estremamente emotiva. Provo tenerezza per questo personaggio “discutibile”. Ci sono state 3 scene che ci siamo divertiti veramente tanto a girare. E’ stato un set meraviglioso, sembra retorica… E’ stata veramente una quinta classe di un liceo. Speriamo di diventare ripetenti!”.

  • 12:57

    Valeria Bilello: “Nicoletta è la migliore amica di Eleonora e co-fondatrice del cohousing. Se scatterà qualcosa con Michele? Forse… Tutti i personaggi sono anticonvenzionali. Nicoletta è uno spirito libero che va avanti per la propria strada, pensa al cohousing, alle sue gallerie d’arte… Per me, è un personaggio diverso, al quale sono affezionata”.

  • 13:05

    Elena Capparelli: “Un bilancio di Viva Rai Play? Tutto sta andando benissimo. Il bilancio di Rai Play, grazie al progetto di rilancio e di rinnovo e con il piano di comunicazione, è molto molto positivo. Rai Play è l'”over the top” del servizio pubblico. A luglio, ci arrivavano molte domande su Rai Play… Oggi possiamo dire che, a riguardo, abbiamo fatto un grandissimo lavoro di alfabetizzazione digitale. L’operazione di Viva Rai Play è un’operazione che va al di là dei singoli numeri. Abbiamo iniziato una nuova era con contenuti originali sulla piattaforma. Oggi siamo a quota 14 milioni di app scaricate. Sono numeri enormi. E’ un momento veramente magico, siamo andati oltre le aspettative. Il lavoro è solo iniziato. La sfida per il 2020 è la smart tv. Siamo su tutti i device di nuova generazione. E’ il primo passo, un passo di bella consistenza!”. Giacomo Ciarrapico: “Questo momento magico lo affossiamo noi con Liberi Tutti!”.

  • 13:06

    Fine conferenza.

Oggi, venerdì 13 dicembre 2019, a partire dalle ore 12, si terrà la conferenza stampa di presentazione di Liberi Tutti, serie disponibile su Rai Play, diretta da Giacomo Ciarrapico e Luca Vendruscolo, con Giorgio Tirabassi, Anita Caprioli e Thomas Trabacchi.

Liberi Tutti: la serie

Liberi Tutti è la nuova serie Rai, composta da 12 episodi dalla durata di 30 minuti ciascuno, che sarà disponibile, in anteprima esclusiva, sulla piattaforma Rai Play a partire dal prossimo 14 dicembre. Liberi Tutti, quindi, è la prima serie originale Rai Play.

Il protagonista è Michele Venturi, cinico avvocato interpretato da Giorgio Tirabassi, che è costretto agli arresti domiciliari nel cohousing gestito dall’ex moglie. Il cohousing è un modello di coabitazione solidale ed ecosostenibile, dove le famiglie vivono, condividendo spazi, servizi, consumi e una filosofia di vita.

Michele, uomo che tiene conto solo delle necessità egoistiche e che concepisce la vita come una guerra tutti contro tutti, si opporrà a questa visione del mondo che considera come la strada maestra verso il baratro.

Stando al comunicato ufficiale, Liberi Tutti è una commedia “metropolitana, raccontata con uno stile spettinato e moderno”.

Liberi Tutti è una co-produzione Rai Fiction – Italian International Film. Nel cast, oltre ai protagonisti Giorgio Tirabassi, Anita Caprioli e Thomas Trabacchi, troviamo anche Valeria Bilello, Caterina Guzzanti, Andrea Roncato e Ludovica Martino.

I registi, Giacomo Ciarrapico e Luca Vendruscolo, sono noti per aver scritto e diretto la serie Boris insieme a Mattia Torre, regista e sceneggiatore scomparso quest’anno.

Liberi Tutti: la conferenza stampa

TvBlog, magazine di Blogo, seguirà in tempo reale la conferenza stampa di presentazione della serie Liberi Tutti, a partire dalle ore 12.

Durante la conferenza stampa, interverrà il cast della serie, Giorgio Tirabassi, Anita Caprioli, Thomas Trabacchi, Valeria Bilello e Caterina Guzzanti, e i registi Giacomo Ciarrapico e Luca Vendruscolo.

I Video di TvBlog