In Arte, Pino Strabioli complice nell'Ornella Vanoni Show

Il conduttore appare meno impostato del solito, grazie anche allá sua vulcanica ospite che regala perle a non finire, dalla pipì sui prati alla canna prima di andare a dormire ("Devo trovarmi badanti che rollano").

  • 21.29

    Inizio stupendo con Pino Strabioli, Ornella Vanoni e il cane Ondina che prendono il tram a Milano, città della cantante.

  • 21.31

    Vanoni: 'Come si annienta il successo? Io non mi sento una diva, mi sento una grande interprete, una cantante curiosa che ha avuto successo e ha anche incontrato le persone giuste".

  • 21.32

    La genesi di Tristezza: "Venivo da un viaggio in Brasile, l'ho fatta tradurre e l'ho portata in Italia. Ero molto timida nel 1967, quando ho presentato questo brano".

  • 21.34

    Gino Paoli, storico ex: "Ornella per alcune persone è una scassa... per altri è deliziosa". Strabioli cult: "Fa ancora la pipì nei prati?": Vanoni: "Certo, ci sto scrivendo una canzone".

  • 21.36

    Rivediamo intanto la divertente ospitata della Vanoni a Sanremo 2019.

  • 21.37

    Vanoni in grande spolvero regala una seconda perla: "Ondina mi dà grandi preoccupazioni: non si capiva il davanti e il dietro e gli stavo infilando la crocchetta ...". Strabioli: "Nel buco sbagliato".

  • 21.39

    Vanoni su Umberto Bindi: "Ha sofferto molto per la sua omosessualità. Califano era un uomo sicuro di sè, Umberto era timido, è stato un po' abbandonato". I due hanno scritto per lei La musica è finita.

  • 21.41

    Anche Mina ha inciso La musica è finita. Ornella sulla collega: "Ci sono due cantanti in Italia, la Mina e la Vanoni: Mina ti viene addosso; la Vanoni con un soffio ti sbatte al muro".

  • 21.43

    Gino Paoli: "Nemmeno Mina ha le capacità di interprete di Ornella". La Vanoni: "Io non ero popolare, ero sofisticata, finchè non ho cantato L'appuntamento".

  • 21.45

    Vanoni su Domani è un altro giorno: "Me la sento di più addosso".

  • 21.47

    Arisa su Ornella: "Ti fa entrare in un mondo anche se stai facendo altro".

  • 21.48

    La Vanoni: "Ero odiata dalle donne: piacevo troppo ai maschi. La mia tendenza è stata sempre uomini intelligenti poveri".

  • 21.52

    Arisa: "La prima volta che ho visto Ornella ho pensato che era una mucca magra". Questa poi ce la spiega ...

  • 21.58

    Strabioli riferisce della curiosa descrizione di Arisa a Ornella. La cantante: "Si riferisce a ... (con i gesti riproduce la mungitura). Comunque da piccoli a Ortisei facevamo i castelli con la cacca delle mucche'.

  • 22.02

    Vanoni su Paolo Fresu: 'Sono stata io a scoprirlo. Mi mancava una tromba. Lo adoro, è un uomo geniale per l'intelligenza che ha".

  • 22.05

    Fresu: "Una tromba che non suona è uno strumento di guerra. La tromba deve essere uno strumento delicato".

  • 22.06

    Vanoni: "Il mio disco più bello? Argilla. Volevo che si vendesse e invece ...".

  • 22.08

    Rivediamo la Vanoni a Castrocaro 1997 con Viaggerai.

  • 22.09

    Ecco il ricordo su Lucio Dalla: "Era il più grande di tutti".

  • 22.10

    La cantante conferma che le sarebbe piaciuto cantare Bella senz'anima. Cocciante: "Quella canzone era mia, non poteva esistere in un'altra persona",

  • 22.13

    La Vanoni autrice: "Magari scrivessi anche la musica: non sono mica Lady Gaga".

  • 22.20

    La Vanoni su Vai Valentina: "Ero in bagno a fare la pipì, una cosa molto importante nella mia vita ed esco con la frase 'Cocca, polpa di albicocca. Bardotti? Mi manca moltissimo".

  • 22.24

    Sul Brasile: "Quando ho detto che i napoletani sono figli di p'... come i brasiliani intendevo dire che per loro va sempre tutto bene anche se crolla la casa".

  • 22.25

    Capitolo Domenico Modugno: "Mi chiamava 'la formica'. E su Pino Daniele: "Mi chiese cosa volessi fare ancora. Gli risposi che volevo ancora cantare altrimenti morivo".

  • 22.26

    Vanoni: "Quando uscivo da scuola prendevo il tram per andare a casa e Strehler mi seguiva con la macchina. Questo per tutto l'anno. Una amica mi disse che il maestro mi fissava, poi mi ha dichiarato il suo amore". In quel periodo la Vanoni incise le canzoni della mala.

  • 22.32

    Dacia Maraini: "Viene da una famiglia tradizionale benestante milanese, ma poi diventa una scapigliata".

  • 22.35

    Vanoni su Gino Paoli: "Non ne posso più di parlare di lui. Dicevano fosse gay e lui pensava fossi lesbica". Poi spiega la genesi di Il cielo in una stanza.

  • 22.41

    Vanoni sul padre: "Quando è scoppiata la guerra eravamo in macchina - Milano a quei tempi bruciava - mio padre che aveva un cappotto grigio lo faceva più grande. Lui per farmi salire sul treno mi ha preso come John Wayne, Mi faceva sentire protetta. Un uomo del genere non c'è".

  • 22.44

    Il duetto di Vanoni e Cocciante in Poesia.

  • 22.49

    Vanoni: "Mi faccio una canna prima di andare a dormire. Il mio psichiatria dice che va bene, tanto ormai sono 55 anni. Quindi devo trovare delle badanti che rollano".

  • 22.53

    Riascoltiamo Imparare ad amarsi con Bungaro e Pacifico a Sanremo 2018.

  • 22.54

    Vanoni sulla morte: "Non ne ho paura: ho attraverso la tisi, la guerra, un sacco di cose. Ci sono tanti modi per morire".

  • 22.55

    Vanoni: "Mi piace ancora cantare. Quando salgo sul palcoscenico ringiovanisco".

  • 22.56

    E su Arisa: "E' la più bella voce che abbiamo in Italia".

  • 22.57

    Nina Zilli: "Da Ornella ho imparato che si può essere una cantante, una attrice e tutto quello che si vuole".

  • 22.58

    Vanoni: "Non mi manca recitare. A me piaceva la musica".

  • 23.02

    Vanoni: "Sono la nonna più straordinaria del mondo, dicono i miei nipoti".

  • 23.04

    La cantante parla del programma Fatti e fattacci, con Gigi Proietti: "La più bella trasmissione che la Rai abbia mai fatto, infatti ha vinto il premio a Montreaux come miglior programma televisivo".

  • 23.06

    Ecco i due al Piccolo Teatro di Milano. Qui l'artista rivela: "Giorgio è stato l'uomo che mi ha amato di più".

  • 23.10

    Vanoni sul suo corpo: "Io ancora per casa giro ancora in mutanda e no. Per questo non ho un cameriere". Poi ricorda la copertina di Playboy.

  • 23.12

    Rossetto e cioccolato è la canzone preferita di Dacia Maraini.

  • 23.17

    La puntata si chiude qui. La prossima sarà dedicata a Gianna Nannini.

Non delude affatto le attese la prima puntata di In Arte, l'appuntamento monografico dedicato ai protagonisti della canzone italiana. Con Ornella Vanoni era lecito aspettarsi una serata molto godibile e infatti così è stato.

La cantante, che ha accolto il buon Pino Strabioli nel suo salotto di casa per poi spostarsi in tram a Milano e al Piccolo Teatro sempre in compagnia della cagnolina Ondina, ha ripercorso la sua lunga carriera attraverso tappe in realtà arcinote (le canzoni della mala e Giorgio Strehler su tutte), ma tra pipì sui prati, castelli fatti con gli escrementi delle mucche da piccola e altre confessioni come il farsi una canna prima di andare a dormire ("Devo trovarmi delle badanti che rollano") ha regalato ancora una volta al pubblico momenti di grande sincerità, con il conduttore molto complice e meno impostato del solito.

Piacevoli i contributi di Gino Paoli, Arisa, Nina Zilli, Riccardo Cocciante, Mario Lavezzi, Paolo Fresu e Dacia Maraini nel ricordare la loro esperienza con la cantante milanese, oltre agli spezzoni di alcune esibizioni da Senza rete a Sanremo 2018 (peccato non aver riproposto il bellissimo duetto con Enzo Gragnaniello in Alberi sul palco dell'Ariston nel 1999). Giusta anche la durata del programma. Domenica prossima si bissa con Gianna Nannini.

 

In Arte Ornella: anticipazioni puntata 1 dicembre 2019


Pino Strabioli torna

a deliziare il pubblico di Rai3 con In Arte, l'appuntamento musicale monografico dedicato ai protagonisti della canzone italiana. Stasera alle 21.25 è il turno di Ornella Vanoni, mentre domenica prossima tocca a Gianna Nannini. TvBlog seguirà questo debutto in liveblogging.

Nel prime time di oggi dunque l'artista milanese si racconterà al conduttore in un'intervista nella quale ripercorrerà la sua lunga carriera, i suoi amori, oltre a rivelare alcuni aneddoti curiosi ai quali la Vanoni ormai ci ha abituati, suscitando l'euforia dei social.

 

In Arte Ornella: dove seguirlo


In Arte Ornella

va in onda su Rai3 alle 21.25. Il programma è disponibile anche in livestreaming su Raiplay e sulla Guida Tv dello stesso sito.

 

In Arte Ornella: Second Screen


In Arte non ha dei profili social autonomi, pertanto vi rimandiamo agli account Facebook, Twitter e Instagram di Rai3.

  • shares
  • Mail