Junior Eurovision Song Contest 2019: che lo Zecchino d'Oro prendesse appunti...

La finale dello Junior Eurovision Song Contest e la recensione.

Lo Junior Eurovision Song Contest conferma la potenza televisiva del format dell'Eurovision che, dal 2011, anno che ha segnato il ritorno in gara da parte dell'Italia, ha attecchito definitivamente anche nel nostro paese, meritandosi, per quanto riguarda la versione "adulta", una prima serata sulla rete ammiraglia Rai.

L'efficiente format dell'Eurovision dovrebbe essere da ispirazione per quanto riguarda eventi e manifestazioni televisive, non per forza prettamente musicali, nel nostro paese dove si preferisce, invece, da sempre, la serata istituzionale e tradizionale: un po' più di coraggio, in tal senso, non guasterebbe.

Quando un format, infatti, rende godibilissima la serie di esibizioni di 19 ragazzini, pressoché tutti sconosciuti, con canzoni, in alcuni casi, anche non facilmente fruibili, proposte in lingue musicalmente "ostiche", significa che il livello di funzionalità dello stesso è altissimo.

Visto che stiamo parlando di bambini e ragazzini, se lo Zecchino d'Oro, ad esempio, prendesse esempio e prendesse appunti, senza copiare, dallo JESC, non farebbe un soldo di danno e riuscirebbe a proporre uno show più fresco, più nuovo, più moderno, rimettendo al centro i bambini e mettendo in piedi uno show destinato soprattutto a loro, i più piccoli.

Anche lo Junior Eurovision Song Contest si sarebbe meritato un contesto televisivo più importante: ovviamente, la domenica pomeriggio è "occupata" da Domenica In ma, come si è visto spesso in passato in occasione di gran premi di Formula 1, un'eccezione si potrebbe anche fare, visto e considerato anche che la sfida televisiva della domenica pomeriggio non esiste più e che, quindi, si potrebbe anche osare.

Nulla, ovviamente, contro Rai Gulp e contro i presentatori/commentatori di quest'edizione, Mario Acampa e Alexia Rizzardi, che hanno svolto il loro ruolo in modo pulito, rivolgendosi, ovviamente, al pubblico di Rai Gulp.

  • 15:55

    Inizio trasmissione. Mario Acampa apre la diretta, lanciando un servizio riguardante Gliweice, la città della Polonia che ospita l'evento di quest'anno. Alla postazione web/social, troviamo Alexia Rizzardi. Va in onda anche un video-saluto in lingua inglese di Marta Viola, la cantante che rappresenterà l'Italia.

  • 16:00

    Un servizio spiega le modalità di voto: i voti on-line contribuiranno al 50% alla classifica finale. Poco dopo, va in onda uno spezzone del video di La voce della terra, la canzone che Marta Viola presenterà in gara.

  • 16:02

    Successivamente, va in onda un filmato che riassume le esibizioni "italiane" delle ultime edizioni ello JESC. Dopo la fine delle esibizioni, il pubblico potrà votare on-line per altri 15 minuti. L'anteprima termina qui.

  • 16:05

    L'evento condotto da Ida Nowakowska, Aleksander Sikora e Roksana Węgiel ha inizio. Mario Acampa e Alexia Rizzardi procederanno con il commento.

  • 16:10

    Si comincia con la presentazione dei paesi e degli artisti in gara. Le esibizioni saranno 19. Al termine della sigla, i tre conduttori salutano il pubblico presente nella Gliwice Arena.

  • 16:12

    Il primo paese ad esibirsi sarà l'Australia. Per ora, le votazioni on-line sono bloccate. Al termine delle esibizioni, come già detto, ci saranno altri 15 minuti di tempo per votare.

  • 16:16

    Ogni artista, come di consueto, ha una cartolina di presentazione. Per l'Australia, si esibisce Jordan Anthony, 14 anni, con la canzone We will rise. Jordan Anthony inizia la propria performance al pianoforte: la sua voce è già matura. Una canzone pop semplice...

  • 16:20

    Per la Francia, si esibisce Carla, 14 anni, con la canzone Bim bam toi. Il brano suona quasi come una filastrocca...

  • 16:24

    Per la Russia, troviamo Tatyana Mezenceva e Denberel Oorzak, 10 e 13 anni, con la canzone A time for us, cantata in russo e inglese. Brano con melodia piacevole e nulla più...

  • 16:28

    Per la Macedonia del Nord, si esibisce Mila Moskov, 14 anni, con la canzone Fire. Voce molto matura anche in questo caso, la canzone parte bene, poi delude un po' nel ritornello...

  • 16:33

    Per la Spagna, si esibisce Melani Garcia con una canzone in lingua spagnola, Marte. Melani è una cantante di 12 anni con la passione per la lirica. Splendida performance vocale...

  • 16:38

    E' il turno della Georgia con il cantante Giorgi Rostiashvili che canta We need love. La Georgia ha il record di vittorie allo JESC con 3 primi posti. Giorgi ha 13 anni e si esibisce quasi da crooner, con una canzone r&b "adulta". Scelta coraggiosa...

  • 16:42

    E' il momento della Bielorussia con la cantante Liza Misnikova, 14 anni, che si esibisce con la canzone Pepelny (Ashen). Esibizione molto pop e colorata, canzone ritmata...

  • 16:46

    Per Malta, si esibisce Eliana Gomez Blanco, 14 anni, con la canzone We are more. Qui siamo ai livelli di Spagna e Macedonia del Nord: canzone matura, molta cura negli arrangiamenti, voce adulta...

  • 16:50

    Erin Mai, 13 anni, si esibisce per il Galles. La canzone, in lingua gallese, si intitola Calon yn Curo (Heart beating). Scelta non scontata anche in questo caso, non è certo una canzone destinata ad un pubblico di giovanissimi...

  • 16:54

    Si ritorna velocemente negli studi di Torino per una veloce lettura dei commenti che stanno arrivando sui canali social Rai Gulp.

  • 16:57

    Si ritorna all'evento in diretta con l'esibizione del Kazakhstan con Yerzhan Maksim, 12 anni, che canta il brano Armanynnan qalma. La canzone è una power ballad classica con un arrangiamento particolare a metà brano...

  • 17:00

    Si esibisce l'artista di casa, la 12enne polacca Viki Gabor, con la canzone Superhero. Esibizione pop più moderna, sonorità quasi dance. Bel brano...

  • 17:04

    Per l'Irlanda, troviamo Anna Kearney, 13 anni, che si esibisce con la canzone Banshee. Performance quasi da musical, considerando anche l'abito appariscente indossato dalla giovane cantante. Un po' più di semplicità non avrebbe guastato...

  • 17:08

    E' il turno dell'Ucraina rappresentata dalla cantante Sophia Ivanko, 14 anni, che si esibisce con la canzone The spirit of music. Esibizione pop a metà strada tra moderno e classico. Non male, la canzone è tra quelle che rimane più in testa...

  • 17:14

    Per i Paesi Bassi, si esibisce Matheu, 13 anni. I Paesi Bassi non hanno saltato neanche un'edizione dello JESC. La fonte di ispirazione di Matheu è sicuramente Justin Bieber... La canzone si intitola Dans met jou.

  • 17:18

    E' il turno dell'Armenia che propone l'artista Karina Ignatyan, 13 anni, che si esibisce con la canzone Colours of your dream. Apertura maestosa, canzone che diventa più "leggera" e pop con il passare del tempo...

  • 17:23

    E' il momento del Portogallo, con Joana Almeida, 10 anni, che si esibisce con la canzone Vem comigo (Come with me). Canzone dance pop semplice semplice dal testo ambientalista...

  • 17:28

    E' arrivato il turno dell'Italia con Marta Viola che si esibisce con la canzone La voce della terra, in italiano e in inglese. Anche La voce della terra ha un testo che affronta, tra i vari temi, quello dell'ambiente. Bella canzone pop con un ritornello che rimane impresso...

  • 17:32

    Penultima esibizione con l'Albania rappresentata da Isea Cili, 12 anni, che canta il brano intitolato Mikja ime femijeri, una ballad in lingua albanese.

  • 17:36

    La Serbia è l'ultimo paese ad esibirsi con Darija Vracevic, 12 anni, che canta la canzone Podigni glas (Raise your voice). Una canzone pop che passa un po' inosservata...

  • 17:40

    Le votazioni on-line vengono riaperte per quindici minuti.

  • 17:45

    Si esibisce la vincitrice dell'anno scorso, Roksana Wegiel, con la canzone Anyone I want to be. Roksana Wegiel viene premiata con un Disco di Platino.

  • 17:55

    In attesa dei risultati, si esibiscono tutti i concorrenti in gara in una performance collettiva con la canzone Share the joy, slogan di quest'edizione dello JESC.

  • 18:00

    Il voto on-line viene chiuso.

  • 18:05

    Si procede, quindi, con la raccolta dei voti per quanto riguarda le varie giurie popolari. A metà delle votazioni, la classifica è la seguente: 1 Kazakhstan, 2 Polonia, 3 Armenia.

  • 18:15

    L'Italia riceve i 12 punti dall'Irlanda. I 12 punti dell'Italia, invece, vanno alla Spagna. Il Kazakhstan è sicuramente il paese preferito dalla maggior parte delle giurie popolari. Dopo la raccolta dei voti, la classifica è la seguente: 1 Kazakhstan, 2 Polonia, 3 Spagna.

  • 18:20

    Ora vanno aggiunti i voti on-line. L'Italia riceve 64 punti e raggiunge il secondo posto momentaneo. L'edizione 2019 dello JESC viene vinta dalla Polonia per il secondo anno consecutiva. Classifica: 1 Polonia, 2 Kazakhstan, 3 Spagna. Italia settima.

  • 18:30

    Vince Viki Gabor con la canzone Superhero che riascoltiamo un'altra volta. Saluti finali da Mario Acampa e Alexia Rizzardi. Fine trasmissione.

Lo Junior Eurovision Song Contest è una manifestazione musicale internazionale, riservata a ragazzi dai 9 ai 14 anni provenienti da tutta Europa, che andrà in onda su Rai Gulp, domenica 24 novembre 2019.

Junior Eurovision Song Contest 2019: le anticipazioni della finale

Domenica 24 novembre 2019, a partire dalle ore 15.50, andrà in onda la diciassettesima edizione dello Junior Eurovision Song Contest.

L'Italia sarà in gara con Marta Viola, 10 anni, proveniente da Chieri (Torino), che interpreterà il brano intitolato La voce della terra.

I 19 giovani artisti finalisti si esibiranno dal vivo e, com'è accaduto durante l'edizione precedente, sarà utilizzato il voto online, che contribuirà per il 50% alla classifica finale. Il pubblico italiano potrà votare per l’Italia e per Marta Viola sul sito www.jesc.tv fino alle ore 16 di domenica 24 novembre.

L'evento sarà condotto da Ida Nowakowska, Aleksander Sikora e Roksana Węgiel. La diretta italiana sarà commentata su Rai Gulp da Mario Acampa e da Alexia Rizzardi.

La manifestazione si svolgerà alla Gliwice Arena di Gliweice in Polonia. I 19 paesi in gara sono i seguenti: Italia, Australia, Francia, Russia, Macedonia del Nord, Spagna, Georgia, Bielorussia, Malta, Galles, Kazakistan, Polonia, Irlanda, Ucraina, Paesi Bassi, Armenia, Portogallo, Albania e Serbia.

Junior Eurovision Song Contest 2019: dove vederlo

La finale dello Junior Eurovision Song Contest 2019 andrà in onda oggi pomeriggio, a partire dalle ore 15:50, su Rai Gulp.

La puntata sarà disponibile anche in streaming su Rai Play.

Successivamente, la finale sarà visibile per intero sempre sul sito Rai Play, nella sezione Guida Tv/Replay.

Junior Eurovision Song Contest: Second Screen

Lo Junior Eurovision Song Contest è presente sul web con il sito ufficiale della manifestazione.

La manifestazione musicale si può trovare anche su Facebook con la pagina ufficiale.

Junior Eurovision Song Contest si può trovare anche su Twitter con l'account ufficiale: @EurovisionJr. Gli hashtag ufficiali con i quali è possibile commentare l'evento sono #Jesc2019 e #ShareTheJoy.

Junior Eurovision Song Contest ha anche un profilo ufficiale su Instagram.

Per chi vuole seguire il programma in liveblogging, infine, lo Junior Eurovision Song Contest sarà disponibile in tempo reale su TvBlog, magazine di Blogo, a partire dalle ore 15:50.

  • shares
  • Mail