Prodigi - la musica è vita, edizione 2019: vince il ballerino Davide Alphandery.

In prima serata a partire dalle 21:25 su tvblog.it

Rai 1 torna per una sera ad ospitare un programma che, oltre l'onorevole obiettivo solidarietà, pone in primo piano una gara fra giovani adolescenti (con la memoria sempre a Ti lascio una canzone) che, accantonati smartphone e tik tok si dedicano ad una passione per la quale sono portati. Prodigi da sempre ha messo a loro disposizione il talento di cui sono capaci: canto, ballo e musica.

Il pretesto è sempre quello: dare una parvenza atmosferica da talent show nella quale una gara in realtà non c'è (lo si è percepito anche da una giuria - con un Nino Frassica in grande forma - che non si è mai permessa a criticare uno dei concorrenti, figuriamoci in una serata di beneficenza). La vera gara è quella solidale, quella per cui l'UNICEF mette in campo tutte le sue forze. Così la 'sfida' per usare un eufemismo rimane una semplice vetrina per aspiranti cantanti, ballerini e musicisti, nonostante quella vetrina vada in onda nella pregiata prima serata su Rai 1.

Va detto che rispetto all'anno scorso Prodigi si è presentato più abbottonato e ordinato, persino più scorrevole e piacevole nella conduzione. Certo, forse la solita frenesia di Flavio Insinna poteva essere un attimino riequilibrata ma sommata alla caparbietà di Serena Autieri (già memore di alcune conduzioni nonché di un Sanremo con Pippo Baudo) l'insieme è un buon risultato. A proposito: arruolare l'attrice alla conduzione per più trasmissioni Rai in prima serata no? Non è mai troppo tardi, la stoffa c'è eccome. Pensiamoci mamma Rai.

Questo punto positivo fa sì che anche lo spettacolo paradossalmente ne risenta bene. Così gli interventi e gli annunci risultano ben assestati, le sbavature quasi impercettibili e la serata piacevole.

Prodigi - la musica è vita, edizione 2019: diretta


Segui la diretta di Prodigi 2019 su tvblog.it

  • 21:31

    Anteprima. Il buonasera e benvenuti da Flavio Insinna è marchio di fabbrica. Presentazione della giuria, il conduttore mostre i nove artisti sul palco.

  • 21:41

    Sigla! Serena Autieri e Giulia Golia (vincitrice sezione canto un anno fa) ci porta subito nel mondo delle favole, basta un poco di zucchero e la pillola va giù...

  • 21:44

    Non c'è tempo da perdere e allora via con la gara! Comincia Mattia Francesco Zacame, undicenne dal Siracusano. Non ama Fedez, tanto meno J-ax e i cantanti contemporanei. Preferisce il bel canto come Ranieri e Claudio Villa. Sarà per questo che canta Granada?

  • 21:45

    Sapevate che anche Frank Sinatra aveva cantato Granada? No? Ora lo sappiamo da Peppe Vessicchio.

  • 21:50

    Noi ne approfittiamo tra una pausa e l'altra per invitarvi alla donazione qualora lo vogliate, basta un SMS al 45525.

  • 21:52

    Primo prodigio per il ballo, è Eleonora Pistarà di soli 8 anni da Sant'Antonio (Catania). E' determinata nel riuscire a raggiungere i suoi obiettivi, sogna un futuro da ballerina

  • 21:56

    Insinna: "Vuoi salutare qualcuno?" Eleonora: "Il mio fidanzato" il livello tenerezza ha sfiorato il tetto massimo.

  • 21:59

    "Due prodigi ed entrambi dalla Sicilia, io ho iniziato a suonare il pianoforte a 8 anni ma già sapevo usarla da 12". Le chicche alla Frassica sono come stuzzichini, bisogna prendere a piccole dosi

  • 22:02

    Entra Alessandra Mastronardi, Goodwill Ambassador dell’UNICEF Italia. Andiamo a Beirut, in Libano dove l'attrice racconta quanto fatto dall'ente sino ad ora e quanto lavoro c'è ancora da fare.

  • 22:08

    Riprende la gara, è il turno della musica strumentale e quindi di Emanuele Raviol, 15 anni da Torino. Viene iscritto dalla mamma a un corso di avviamento alla musica. Presto si appassiona all'arpa e a 9 anni viene ammesso al conservatorio. Ama la lingua inglese ed è appassionato di letteratura e poesia. Interpreta con l'orchestra la colonna sonora del film "Quell'estate del 42" di Michel Legrand

  • 22:12

    "L'arpa è uno strumento antico, l'arpa di Noè" altra 'Frassicata'. Insinna ride ma non so se di gusto o perché è bravo attore nel trovare una risata.

  • 22:14

    Si torna al canto. Abbiamo notato che per ogni esibizione corrisponde un prodigio di ogni categoria, tocca a Manuel Pulvirenti, tredicenne di Acireale, Catania. Prende lezioni da quando aveva 9 anni e studia tutti i giorni, si ispira a Ultimo (e dalla voce lo si sente). Canta "Your song" tratto dal film Moulin Rouge.

  • 22:19

    Ho appena citato Ultimo e cosa chiede Insinna? Di cantare un pezzo a cappella del secondo classificato a Sanremo 2019, I tuoi particolari.

  • 22:20

    "Hai fatto della tua debolezza una tua forza" i complimenti di Arisa.

  • 22:24

    Nel quartiere San Basilio, Roma c'è la scuola Gandhi dove UNICEF esercita il suo lavoro con progetti di inclusione sociale. C'è Ultimo, neo ambasciatore UNICEF che è andato a trovare i bambini del posto: "E' stata un'esperienza importante, è bello sapersi confrontare con persone che vogliono affrontare la vita con la giusta determinazione"

  • 22:25

    Pubblicità

  • 22:29

    Si riprende da Geppi Cucciari "Serena ciao, tu sei sempre bella ed è strano che io ti stia rivolgendo la parola" che ci porta in Gambia per raccontare la situazione non semplice che il paese sta passando. L'attrice comica visita i villaggi più disagiati, affinché anche in queste terre ci possa essere una vita migliore si può donare al 45525.

  • 22:35

    Dalla Gambia, Sona si esibisce sul palco. Lei è insegnante di musica

  • 22:40

    E se Geppi avesse preso in mano le redini della serata? No perché forse non ce ne siamo accorti ma è appena accaduto e va bene così! La sua originalità è un toccasana

  • 22:42

    Riprende la gara con la sezione ballo e con Rachele Laro, 13 anni da Saonara (Padova) Il suo modello è Marianela Nunez. Pensate che a 10 anni lei ha scelto di andare via di casa per andare a vivere in un convitto a Vicenza insieme ad altre ragazze.

  • 22:44

    Ovviamente la giuria si spende in soli ed esclusivi complimenti perché giammai buttarsi in critiche in un contesto come questo e giammai se davanti ci sono degli adolescenti in fiore.

  • 22:49

    Entra sul palco Paolo Rozzera, direttore di UNICEF Italia. Ha un pallone in mano, assist perfetto per un altro ingresso, quello del CT della nazionale Italiana di calcio Roberto Mancini.

  • 22:52

    Pubblicità

  • 23:02

    Crisiana, donatrice unicef. Da anni il suo contributo ha dato man forte per aiutare molti bambini denutriti. Il suo aiuto è stato tradotto in oltre 3000 porzioni di alimenti.

  • 23:06

    Matteo Pomposelli, 14enne romano. Scopre il pianoforte grazie a suo padre che lo suonava di hobby. In futuro vorrebbe frequentare un conservatorio all'estero.

  • 23:09

    Frassica si lancia nella gag della polemica da talent: "Non sono d'accordo con Vessicchio, così tanto per. Sono d'accordo con Arisa ancora prima che lei parli"

  • 23:14

    Davide Alphandery, 14 anni di Padova. Comincia a danzare dall'età di 6 anni, quando inizia a frequentare la stessa scuola di sua sorella Marica alla quale dedica la sua esibizione. Un commovente messaggio, il ragazzo piange ed Insinna, lo manda subito dietro le quinte.

  • 23:18

    Altra esibizione extra-gara.

  • 23:22

    Ultimo prodigioso musicista è Filippo Lombardi, 13 anni da Riva del Garda. Performa alla tromba il carnevale di Venezia, in questa giornata suona ancora più forte, come un omaggio alla città martoriata dal maltempo.

  • 23:29

    Luciano Cannito e Rossella Brescia si sono recati in Panama dove raccontano un'altra delle toccanti storie di UNICEF. Ed è proprio dal Panama che arriva un gruppo di giovani ragazzi che mostrano il loro talento.

  • 23:38

    Ultima cantante, è Laura Sangermano di 14 anni da Latina. A neanche un anno e mezzo ancor prima di iniziare a parlare lei già canticchiava. Studia canto lirico al liceo musicale che frequenta e prende anche lezioni private. I suoi modelli sono Alicia Keys, Beyoncé ma anche Mina, Giorgia ed Elisa.

  • 23:40

    Lacrime per Laura che dopo una performance davvero valorosa naturalmente si sfoga dedicando l'esibizione a suo nonno e suo zio che non ci sono più. Irrompe Insinna in scena, sembra proprio che non voglia vedere lacrime in tv.

  • 23:50

    Dopo una seconda esibizione di Sona e il suo gruppo, ritorna il direttore di UNICEF Italia che spiega gli obiettivi raggiunti dall'ente e quelli che si possono ancora raggiungere.

  • 23:51

    E ora le cose si fanno sul serio, è il momento di votare. Recap delle 3 esibizioni per il canto.

  • 23:54

    Prende la parola Arisa: "Ho capito che si stava consumando una piccol leggenda, ho scelto la persona che ha cantato per la passione di cantare" Mattia Francesco Zacame è il vincitore per la sezione canto!

  • 23:58

    "Per l'esecuzione e la qualità della tecnica e per il livello raggiunto nonostante la sua età" il vincitore della sezione ballo proclamato da Luciano Cannito e Rossella Brescia è Davide Alphandery

  • 00:01

    Emaniele Raviol è il vincitore della sezione Musica, annunciato dal maestro Peppe Vessicchio.

  • 00:04

    La palla passa ai 100 giurati della giuria tecnica.

  • 00:05

    L'orchestra assegna i 6.000 euro della borsa di studio a Manuel Pulvirenti. Insinna gioca con l'impostazione vocale del tredicenne che si mostra già molto matura.

  • 00:09

    Proclamazione finale, il prodigio del 2019 è il ballerino Davide Alphandery.

Anche quest'anno la Rai è accanto all'UNICEF in una gara che unisce talento e solidarietà. Ritorna Prodigi - la musica è vita per il quarto anno consecutivo sugli schermi della rete ammiraglia Rai. La serata realizzata dall'ente insieme ed EndemolShine Italy vede alla conduzione per la terza volta Flavio Insinna, sarà affiancato da Serena Autieri, già giurata lo scorso anno. Sul palco, con loro, ci sarà anche Giulia Golia, 'prodigio' del Canto della scorsa edizione che conquistò tutti con la sua Mary Poppins.

Protagonisti del programma-evento saranno, come sempre, nove giovanissimi talenti tra gli 8 e i 15 anni nella danza, nel canto e nella musica. Loro si esibiranno nelle varie specialità e ve li abbiamo presentati su TvBlog.

Saranno giudicati da personaggi della musica e dello spettacolo come Arisa (per il canto) Rossella Brescia e Luciano Cannito (danza), il Maestro e Goodwill Ambassador dell’UNICEF Italia Peppe Vessicchio (musica), mentre, nel ruolo di 'segretario' speciale della giuria ci sarà Nino Frassica. Loro eleggeranno i tre finalisti - uno per ogni categoria (musica, danza, canto).

Il vincitore assoluto, al quale andrà una borsa di studio offerta dall’UNICEF Italia e consegnata sul palco dal Presidente dell’UNICEF Italia Francesco Samengo, sarà scelto dalla Giuria tecnica, composta da cento esperti nel campo delle tre categorie.

In studio, l’orchestra giovanile “Sesto Armonico”, diretta dal Maestro Matteo Parmeggiani, che tra i suoi giovani e valenti elementi ospita anche alcuni musicisti provenienti dalle precedenti edizioni di Prodigi. Nel corso della trasmissione, inoltre, interverrà anche il vincitore della scorsa edizione, Michele Santaniello, che accompagnerà al piano una delle nove esibizioni.

Prodigi - la musica è vita, ospiti


Non solo talenti, anche tanti ospiti animeranno la serata per sostenere la raccolta fondi. A partire da Ultimo, il giovane cantautore romano, ha realizzato uno speciale video che verrà trasmesso nel corso della trasmissione – realizzato in una scuola elementare a Roma.

Durante l’incontro con i bambini il Presidente dell’UNICEF Italia Francesco Samengo ha nominato Ultimo nuovo Goodwill Ambassador dell’UNICEF Italia.

Presente anche Alessandra Mastronardi, che, insieme al Portavoce dell’UNICEF Italia Andrea Iacomini, porterà sul palco una testimonianza sulle storie di riscatto delle famiglie siriane fuggite dalla guerra che vivono nei campi per rifugiati in Libano, come quello della Valle della Bekaa, dove giovani ragazze siriane si allenano per diventare un giorno campionesse del mondo di basket.

Ci sarà il CT della Nazionale Roberto Mancini (anche lui Goodwill Ambassador dell’UNICEF Italia), che racconterà, insieme al Direttore Generale dell’UNICEF Paolo Rozera, la sua esperienza sul campo in Giordania, nel campo per rifugiati siriani di Za’atari, dove bambini e bambine, attraverso lo sport e il calcio in particolare, cercano di recuperare un’infanzia negata.

Oltre ai nove talenti si esibiranno anche bambini provenienti da paesi come Gambia, Panama e Sierra Leone – colpiti da povertà, malnutrizione e violenza – che racconteranno la loro esperienza personale e come la passione per la danza, la musica o il canto abbia permesso loro di continuare a sognare, pur vivendo in una situazione di povertà e difficoltà.

Ad accompagnare le storie che verranno raccontate, i testimonial Geppi Cucciari in Gambia, Rossella Brescia e Luciano Cannito a Panama.

Prodigi - la musica è vita, per donare


Per aiutare i bambini a crescere protetti, ad avere opportunità e sviluppare i loro talenti, i telespettatori potranno sostenere l’UNICEF donando 2 euro al 45525 con SMS da cellulare personale Wind Tre, TIM, Vodafone, Poste Mobile, Iliad e CoopVoce; 5 euro al 45525 con chiamata da rete fissa TWT, Convergenze, PosteMobile; 5 o 10 euro al 45525 con chiamata da rete fissa TIM, Vodafone, Wind Tre, Fastweb; sarà possibile anche effettuare una donazione regolare di 9 euro mensili telefonando al numero verde 800 07 06 06 o tramite donazione su www.unicef.it/tv

Prodigi - la musica è vita, il programma


Prodigi – La musica è vita è un programma di Rai1, realizzato in collaborazione con UNICEF ed EndemolShine Italy, scritto da Emanuele Giovannini, Leopoldo Siano, Ermanno Labianca, Emiliano Ereddia. La Direzione Artistica è di Peppe Vessicchio. La regia è di Maurizio Pagnussat.

Prodigi - la musica è vita, dove seguirlo


Il programma sarà trasmesso da Rai 1 anche in HD sul canale 501 del digitale terrestre, è possibile seguire anche in streaming sul nuovo portale Rai Play nella sezione dirette da browser o da app.

TvBlog seguirà l'appuntamento a partire dalle 21:25 circa.

 

  • shares
  • Mail