Attacco a Capello e al 'club' di Caressa. A Sky scoppia il caso Adani

Daniele Adani interviene a Deejay Chiama Italia e attacca Fabio Capello per le parole su Ronaldo: "Cavolate assolute". Poi critica il 'club' di Caressa: "Se Dybala non avesse fatto gol, tutti loro avrebbero criticato Sarri, vi faccio questa confidenza. L’Italia è questa"

Una polemica calcistica come ce ne sono tante durante un’intera stagione, ma forse anche l’esplosione di un piccolo caso televisivo. Daniele Adani attacca Fabio Capello a Deejay Chiama Italia, prendendo spunto dalla critica che l’allenatore – oggi opinionista di Sky Sport – ha rivolto a Cristiano Ronaldo nel corso di Sky Calcio Club.

La verità è che Cristiano Ronaldo non dribbla un avversario da tre anni”, aveva affermato l’ex tecnico di Milan e Juventus commentando la sostituzione di CR7. Frase che è subito rimbalzata sui social e che Linus e Savino hanno sottoposto al giudizio dello stesso Adani.

E’ una cavolata assoluta. Anzi, vi dirò una cosa. Se Dybala non avesse fatto il gol della vittoria tutti loro avrebbero criticato Sarri, vi faccio questa confidenza. L’Italia è questa, meno competenza e tanta polemica”.

Non una semplice manifestazione di dissenso, bensì un affondo diretto nei confronti di Capello e del cast della trasmissione composto, oltre al mister, da Fabio Caressa, Beppe Bergomi, Stefano De Grandis e Luca Marchegiani.

Adani - da anni colonna della tv satellitare - in questo modo non ha semplicemente smontato la tesi di Capello (azione legittima all’interno di un dibattito sportivo), ma ha affondato la lama nel burro parlando chiaramente di “poca competenza” e di una sorta di ipocrisia legata al risultato che condizionerebbe le analisi delle singole gare.

Già lo scorso aprile Adani era stato protagonista di uno scontro con Massimiliano Allegri nel post-partita di Inter-Juventus.

  • shares
  • Mail