• Tv

#RAGAZZICONTRO, quando l’incontro vince sullo scontro

Il giornalista Daniele Piervincenzi in viaggio per gli istituti scolastici italiani alla scoperta della Generazione Z: la recensione del nuovo programma di Rai 2

#RAGAZZICONTRO, che è soprattutto un #RAGAZZIINCONTRO. Da qualche anno a questa parte, una delle mission di Rai2, rete giovane del servizio pubblico, è quella di mettere sotto la lente d’ingrandimento l’universo eterogeneo dei giovani. Un’analisi profonda declinata nel genere del documentario (le serie “Giovani e…” di Alberto D’Onofrio), del reality (Il Collegio) e del talk (Generazione Giovani), volta a sfatare pregiudizi e luoghi comuni sulle generazioni del futuro, protagoniste degli spazi a loro dedicati. Con il suo progetto, Daniele Piervincenzi espone all’ennesima potenza la cifra umana degli adolescenti, valicando la soglia del loro luogo naturale che è la classe, ma senza salire in cattedra. Propone un tema a un gruppo di studenti – nella prima puntata l’esclusione, con le variazioni sul bullismo e il suicidio – che diventa il fuoco delle discussioni nei tre giorni di dibattiti, limitandosi a fare da moderatore e a presentare interviste e confessioni calzanti. Un primo tra i pari.

I documenti proposti sotto forma di filmato, oltre a rendere ancora più dinamica l’ora di trasmissione, forniscono continui spunti di riflessione agli studenti, al pubblico e allo stesso giornalista, contemporaneamente insegnante ed alunno. Se infatti #RAGAZZICONTRO mira a farsi cassa di risonanza per coloro che, inascoltati, finiscono col consumare la voce e rimanere in silenzio, rappresenta anche un’ottima occasione per cestinare facili considerazioni e conoscere da vicino un mondo sempre più variopinto. Un affresco di sogni, difficoltà e speranze, che Piervincenzi rispetta, seguendo quasi un modus operandi da sociologo. Il lavoro del conduttore si sposa perfettamente con un montaggio riuscito, frenetico come lo sono i contenuti di maggior successo sul web (forse anche un po’ troppo), e con una colonna sonora che parla per davvero la lingua del teen. Zero macchiette e bozzetti, tutti Instagram e TikTok: la cruda, sorprendente e complessa realtà dei giovani diventa protagonista, anche sul piccolo schermo.

Arriva nella seconda serata di Rai 2 #RAGAZZICONTRO, il nuovo programma di Daniele Piervincenzi alla scoperta della Generazione Z, quella nata tra la metà degli anni ’90 e la fine degli anni 2000. Un viaggio tra le donne e gli uomini di domani, che vivono spesso un presente di emarginazione e incomprensione. Il giornalista indagherà sulle loro storie, private e universali, esplorando le realtà da loro vissute e smontando i pregiudizi di chi li accusa di essere superficiali e massificati. La prima puntata di #RAGAZZICONTRO è prevista per stasera, mercoledì 6 novembre 2019, alle ore 23.25. Tvblog seguirà l’esordio in live-blogging, a cui seguirà la recensione del programma.

#RAGAZZICONTRO, anticipazioni di mercoledì 6 novembre

Il viaggio di Daniele Piervincenzi parte da Primavalle, quartiere della periferia est di Roma, e dall’Istituto Gassman. Sedici ragazzi, che frequentano classi diverse, imparano a conoscersi e a rispettarsi. Il tema dell’incontro sembra accomunare tutti: l’esclusione, presentata dal giornalista anche per mezzo di documenti e filmati evocativi, su cui il gruppo si interroga, esprimendo le proprie riflessioni quando si confidano a The Box. Che cos’è The Box? Una scatola che funge da confessionale e raccoglie tutti i pensieri elaborati in forma anonima dai giovani, ciascuno dei quali esegue l’acuto del grido collettivo di una generazione spesso inascoltata e sottovalutata. Al momento di confronto comune, segue quindi la considerazione privata, al di fuori delle mura scolastiche, per un’operazione televisiva e sociale che metterà alla prova altri cinque istituti scolastici lungo tutto lo Stivale: dopo l’Istituto Gassman di Roma sarà la volta dell’Istituto Superiore Curie di Milano, della Scuola Media Leonardo Da Vinci di Torino, dell’Istituto Alberghiero Majorana di Bari, dell’Istituto Almanza di Pantelleria e dell’Istituto Professionale Ipsia Giorgi-Fermi di Treviso.

Daniele Piervincenzi incontrerà anche Flavia Rizza, vittima di bullismo alle medie e al liceo, oggi testimonial della Polizia di Stato per la campagna di sensibilizzazione contro il bullismo e il cyberbullismo. Emma Cinetto, sorella di Livio, morto suicida a 16 anni per le pressioni e le violenze subite in classe, ha suonato in classe il pianoforte, in un momento di raccoglimento e cordoglio. Leonardo Cesaretti, nominato Alfiere della Repubblica, racconterà come è riuscito a lasciarsi alle spalle anni di soprusi grazie al volontariato presso alcune associazioni sportive per disabili. A Leonardo toccherà, infine, sostenere e preparare la classe della scuola romana ad affrontare l’Albalonga Wheelchair Hockey di Albano Laziale in una partita di hockey contro ogni pregiudizio.

#RAGAZZICONTRO, il programma

#RAGAZZICONTRO è un programma di Daniele Piervincenzi, prodotto da Rai 2, scritto con Silvia Bacci, Giulia Foschini, Luca Panichi e Emanuele Piano.