Usigrai contro Maurizio Costanzo: "Disgustati dalle sue parole a Isoradio". La replica

Il sindacato dei giornalisti Rai attacca l'anchorman per aver risposto male ad un ascoltatore, lui si difende così

"Siamo disgustati. Anche se a distanza di diversi giorni, siamo venuti a conoscenza di ciò che è andato in onda durante il programma di Isoradio 'Strada facendo'. Le parole pronunciate da Maurizio Costanzo sono una vergogna e incompatibili con la Rai Servizio Pubblico". E' l'affondo dell'Usigrai, il sindacato dei giornalisti Rai, dopo le frasi pronunciate dal conduttore a proposito di un ascoltatore e della messa in onda del programma di Isoradio. A ricostruire quanto accaduto è l'agenzia Ansa. Maurizio Costanzo qualche giorno fa in diretta aveva detto:

A quello che vuole cambiare frequenza, dico che ci sarò tutti i giorni: lei può cambiare frequenza e io le dico dove se la mette.

La co-conduttrice Carlotta Quadri aveva provato a ridimensionare la battuta spiegando che "Maurizio ha voluto ribadire che ci siamo tutti i giorni", ma l'anchorman aveva insistito, rivolgendosi così all'ascoltatore:

Le consiglio di mettersi la frequenza dove più le aggrada, e io so dove le aggrada.

L'Usigrai ha aggiunto:

Ci aspettiamo un intervento urgente e deciso da parte dei vertici aziendali che, nel rispetto del Contratto di Servizio, avrebbero già dovuto prendere i dovuti provvedimenti. Perché sia chiaro che certe cose non possono essere tollerate.

Poco fa Costanzo ha replicato così, con una nota:

Mi dispiace aver disgustato il rappresentante dell'Usigrai, non era nelle mie intenzioni, però voglio dir loro senza assoluta polemica che talvolta mi disgusto a risentire perché sembra che parliamo da un fondo di una cantina anziché davanti a dei microfoni….questo! Uno a uno, palla al centro.

Il riferimento del giornalista è, evidentemente, ai problemi di ricezione di Isoradio.

  • shares
  • Mail