Fake - La Fabbrica delle Notizie, Valentina Petrini a Blogo: "Oggi l'informazione ha bisogno di una rete che affronti il mare immenso delle false notizie" (video)

Video intervista a Valentina Petrini per il lancio di Fake - La Fabbrica delle Notizie da mercoledì 23 ottobre 2019 su Nove

A poche ore dal debutto, abbiamo incontrato Valentina Petrini per farci raccontare, in anteprima, come sarà 'Fake - La Fabbrica delle Notizie' (produzione LaPresse per Discovery Italia), in prima tv assoluta, da domani, mercoledì 23 ottobre 2019 alle 23.30 su Nove. Gli ospiti della prima puntata sono la conduttrice ed inviata de 'Le Iene', Nina Palmieri e l’editorialista del Corriere della Sera Ferruccio de Bortoli.

La scelta del titolo è proprio funzionale per arrivare dritto allo spettatore che ci seguirà, quello che vogliamo trasformare nel cuore del nostro format. Traduciamolo ancora di più: bufale, false notizie. Accostate alla fabbrica delle notizie perché noi ci interrogheremo sul mercato della manipolazione, della disinformazione, sostanzialmente, come se fosse una fabbrica produttiva che crea marketing e anche consenso.

Come si riconosce una fake news?

Dipende dalla fake news e dal canale dalla quale è veicolata. Non ti svelo tutto perché altrimenti non guardi la trasmissione. Ti faccio un esempio: il consiglio che mi viene da dare subito alle persone è che bisogna contare fino a dieci. Prima di condividere subito una notizia, perché, magari ci facciamo prendere dall'entusiasmo, di aver scoperto il Watergate che ci viene negato dal resto dell'informazione, contare fino a dieci. Spesso e volentieri la risposta, se vera o falsa, si trova già su Internet. E basta saperla cercare. Per il resto dovete guardarci!

Nel video, in apertura, tutte le altre dichiarazioni della giornalista.

  • shares
  • Mail