Premium Day a Montecarlo: Pier Silvio Berlusconi annuncia Premium Cinema Energy, Premium Cinema Emotion e Premium On Demand. I nuovi mondi Mediaset Premium

Da Montecarlo, il vicepresidente di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi ha annunciato le novità relative a Mediaset Premium nell’appuntamento denominato Premium Day. Si tratta nello specifico di due nuovi canali Premium Cinema Energy e Premium Cinema Emotion e la novità rivoluzionaria di Premium-on-Demand. Partiamo da alcuni numeri che riprendiamo oggi dalle agenzie specializzate citati proprio da

di share


Da Montecarlo, il vicepresidente di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi ha annunciato le novità relative a Mediaset Premium nell’appuntamento denominato Premium Day. Si tratta nello specifico di due nuovi canali Premium Cinema Energy e Premium Cinema Emotion e la novità rivoluzionaria di Premium-on-Demand.

Partiamo da alcuni numeri che riprendiamo oggi dalle agenzie specializzate citati proprio da Berlusconi jr. Nel 2004, prima della pay tv, il 97% dei ricavi di Mediaset era generato dalla pubblicità. Nel 2009 Publitalia è ancora leader di mercato ma i ricavi derivati da altre attività sono decuplicati raggiungendo 875 milioni di euro che rappresentano il 27% del fatturato complessivo italiano. Nonostante la crisi economica che ha colpito tutti i gruppi mondiali (Newscorp stima 1760 milioni di euro in meno per esempio) quest’anno il Biscione stima di chiudere con 3 mld 220 milioni di euro per Mediaset Italia, praticamente gli stessi del 2008. Proprio grazie ai risultati di Premium e di Medusa Film.

Per tale motivo, pur rimanendo la tv generalista e la pubblicità il core business del Gruppo di Cologno Monzese, aumenteranno gli investimenti sulla pay. Nel 2005 la piattaforma pay del Biscione con i primi 3 anni di calcio pre-pagato ha fatturato 119 milioni di euro. Quando sono stati lanciati Gallery e Fantasy i ricavi sono arrivati a 400 milioni. Per il 2009 Mediaset pensa di toccare i 550 milioni. E se si considerano le cosiddette attività caratteristiche, i ricavi cioè da carte prepagate, e abbonamenti nel 2009 la crescità sarà del 60% rispetto all’anno precedente. Al 17 novembre le tessere attive sono 3.400.000 (+700.000), risultato importante se si considera che per ragioni di sicurezza ne erano scadute 2 milioni a fine giugno, il gruppo di Cologno punta decisamente a 4 milioni di clienti entro pochi mesi e a 4.500.000 a fine 2010. Il break even resta invariato nel 2010 grazie appunto a numeri che nei primi 9 mesi dell’anno hanno visto dei ricavi pari a 380 milioni di euro (+40% rispetto all’anno precedente).

Dopo l’elenco di questi numeri, che forse risulteranno ostici ai più, ma necessari per rendersi conto dell’impatto che Premium ha avuto in questi anni (e nell’ultimo anno soprattutto) a Mediaset e il motivo per cui investe sempre con maggiore convinzione andiamo a dare maggiori dettagli sulle novità annunciate.

Premium Cinema EmotionInnanzitutto, nel pacchetto Gallery da venerdì 20 novembre alle 21:00 gli abbonati potranno usufruire di due offerte nuove: Premium Cinema Emotion e Premium Cinema Energy. Un arricchimento 24 ore su 24 senza alcuna interruzione pubblicitaria durante i lungometraggi dell’offerta cinematografica di Premium che va ad affiancarsi a Studio Universal e allo stesso Premium Cinema, oltre ai film che vengono trasmessi anche da Joi, Mya e Steel.
In questi due nuovi canali verranno trasmesse moltissime pellicole in prima visione con titoli come Gran Torino, Yes Man, L’Incredibile Hulk, Il curioso caso di Benjamin Button, Harry Potter e il Principe Mezzosangue, Duplicity, Changeling, Senza Gloria, Nemico Pubblico, Sherlock Holmes, Il cavaliere oscuro, Vicky Cristina Barcelona, Sex and the City, Baaria, Viaggio al centro della terra, Il cosmo sul comò, La matassa e tanti altri. E molti di questi film saranno fruibili anche attraverso Premium On Demand di cui parleremo tra poco.
Premium Cinema EnergyQuesta cospicua offerta di cinema è stata resa possibile grazie agli accordi pluriennali già in essere in esclusiva con Warner e Universal a cui si è aggiunta Medusa (salvo che Sky non voglia mettersi al tavolo delle trattative per acquistare il pacchetto di quest’ultima) e dopo l’estate, non in esclusiva, anche 01 Distribution della Rai.

Premium On DemandSeconda importante novità presentata da Pier Silvio Berlusconi, come vi abbiamo anticipato stamane, è il nuovissimo decoder Premium on Demand che consentirà in maniera semplicissima e grazie ad un telecomando di poter visionare 50 film per volta (con aggiornamento di 12 alla settimana) più gli ultimi 2 episodi di tutte le serie di prime time che verrano trasmesse su Joi, Mya e Steel.
Come si può vedere dalla foto allegata, il telecomando è simile a quello di altri decoder ma la novità è il tasto in cima che si chiama appunto Premium On Demand. Premendolo, si accede ad un menu attraverso il quale si possono sfogliare i film per categoria aggiornati periodicamente (alla media di 2 film nuovi al giorno). Ogni titolo riporta le informazioni di regia, il genere, gli attori, la trama e la data fino a cui sarà disponibile. L’utilizzo è immediato: innanzitutto va collegato con il cavo d’antenna per la ricezione dei canali free del digitale terrestre e una presa scart che a sua volta va poi connessa alla tv. All’accensione il cliente vedrà subito una segnalazione “New” ad indicare i film aggiunti quella giornata. Se vorrà vederli, basterà scegliere quello che preferisce e premere play. Potrà rivederlo, tornare indietro, fermarsi su un particolare, così come avviene con un normalissimo DVD. E questo varrà per tutti i 50 presenti e le 8 serie di prima serata.
Telecomando Premium on DemandSi tratta di un servizio che i clienti Premium potranno avere senza l’aggiunta di parabola, cavi, adsl o altro. Acquistando il decoder con hard disk al prezzo di 139 euro disponibile già da domani nei negozi, oltre a vedere tutta l’offerta free e pay del digitale terrestre, il cliente potrà accedere al menu interattivo di Premium On Demand. Il tutto non aggraverà di nessun altro costo l’utente Gallery (oltre all’acquisto del decoder). Anche i clienti con tessera prepagata potranno visionare On Demand anche solo per rendersi idea di cosa si tratta. Nella prima fase i film presenti saranno gli stessi che saranno visibili sulla piattaforma Gallery mentre in una fase successiva, alcuni di loro arriveranno su Premium On Demand in anteprima assoluta, anticipati rispetto alla pay tv. Nei primi mesi del 2010 inoltre, arriveranno contenuti HD e nuovi fornitori di decoder (attualmente la ditta è tedesca) che potranno far calare il prezzo dell’attuale. Fino al 31 gennaio 2010 infine, l’offerta Gallery è stata riportata alla cifra di 10 Euro al mese (22 Euro con Premium Calcio). Una promozione per il lancio dei nuovi canali e dei servizi on demand.

Mediaset Premium - Loghi

Mediaset Premium – Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi
Mediaset Premium - Loghi