Massimo Giletti: "Ma quale gaffe, sono laureato in Giurisprudenza!"

Ecco perché ho detto che "sono anni che noi non eleggiamo un presidente del Consiglio"

"Ma quale gaffe sull'elezione del premier! Sono laureato in giurisprudenza con 110 e lode. Conosco molto bene la Costituzione". Massimo Giletti risponde così, attraverso l'Adnkronos alle polemiche sull'affermazione fatta ieri durante la diretta di Non è l'Arena, circa il fatto che in Italia "sono anni che noi non eleggiamo" un presidente del Consiglio.

Ma è chiaro che mi riferivo ad un fatto: da molti anni succede che diventi premier qualcuno che non è stato chiaramente presentato come candidato premier durante la campagna elettorale. L'ultimo presidente del Consiglio indicato come candidato premier di una coalizione già durante la campagna elettorale è stato Silvio Berlusconi, quindi dal 2008 al 2011. Poi non è più successo, né con Mario Monti, né con Enrico Letta, né con Matteo Renzi, né con Paolo Gentiloni, né con Giuseppe Conte. E secondo me non è un bene. È una cosa triste.

Il giornalista ha proseguito:

Ma il mio non è un inno all'elezione diretta del premier. È una constatazione amara sul fatto che da molti anni noi votiamo dei partiti rimanendo però 'al buio' su chi sarà il premier e poi i palazzi decidono a posteriori. Lo so che costituzionalmente nulla osta. Ma a me, e credo anche a tanti altri elettori, questa cosa non piace. Se poi quelli che commentano vogliono aggrapparsi con le unghie ai vetri pur di polemizzare, lo facciano pure. Ma il senso delle mie parole era molto chiaro.

  • shares
  • Mail