Il Paradiso delle Signore, Giorgio Lupano a Blogo: "Luciano Cattaneo, diviso tra Clelia e Silvia. Ci siamo immersi in quest'atmosfera anni '60 da cui fatichiamo ad uscire!" (Video)

Giorgio Lupano: "L'anno scorso, gli ascolti ci hanno premiato e il pubblico ci ha fortemente sostenuto. Ringraziamo tutte le persone che si sono date da fare affinché questa stagione venisse riconfermata".

Giorgio Lupano ricoprirà il ruolo di Luciano Cattaneo anche nella seconda stagione del daily de Il Paradiso delle Signore che andrà in onda su Rai 1, a partire da domani, lunedì 14 ottobre 2019, dalle ore 15:40.

Noi di TvBlog abbiamo intervistato l'attore torinese durante una visita che abbiamo fatto negli studi Videa, a Roma, dove si trova il set de Il Paradiso delle Signore.

Tu sei Luciano Cattaneo: dove eravamo rimasti e cosa ci puoi anticipare?

Eravamo rimasti al maggio 1960 e, per quanto riguarda il mio personaggio, eravamo rimasti alla fine della sua storia, platonica, ma pur sempre una storia, con Clelia Calligaris (interpretata da Enrica Pintore, ndr), la donna che lui ama al di fuori del suo matrimonio. Clelia è partita e mi ha lasciato questo palo in fronte e Luciano, con questi 5 mesi di sospensione, si è reso conto di quanto ha fatto soffrire sua moglie Silvia (interpretata da Marta Richeldi, ndr) e di quanto ci sia ancora da ricostruire nel suo matrimonio. Lo ritroviamo, quindi, in una situazione familiare di serenità non apparente ma reale perchè ha deciso di essere onesto con Silvia e di compattare questa unione: magari non c'è più amore però c'è sicuramente affetto, comprensione e stima. Ovviamente, poi, dovrà affrontare problemi che derivano sia dal Paradiso delle Signore che dai figlioli perchè sia che Nicoletta che Federico (interpretati da Federica Girardello e da Alessandro Fella, ndr) sono due ragazzi che hanno sempre portato problemi a Casa Cattaneo, diciamolo! Tutta la situazione verrà rimessa in discussione ovviamente dal ritorno di Clelia. Non sappiamo ancora cosa accadrà perché non le abbiamo lette le puntate, non ce le fanno leggere, ce le danno col contagocce altrimenti forse racconteremo troppo!

Com'è stato entrare in un personaggio di un'epoca, gli anni '60, comunque del passato?

E' un passato recente che è il passato dei nostri genitori, è il passato anche di molte persone che guardano questo programma e che si rivedono, si ricordano di come andavano in giro vestite, di come erano pettinate, degli oggetti, dei televisori, delle radio... E' stato come fare un tuffo nel mondo dei propri genitori o dei propri nonni ed è anche divertente perché è un mondo colorato, un mondo dove c'era molto ottimismo, molta positività, si respirava questa voglia di creare, di inventare, di realizzare i propri sogni e i propri progetti, e noi ci siamo immersi in questa atmosfera molto anni '60 da cui fatichiamo ad uscire!

La serie ha avuto ottimo successo l'anno scorso ed è stata riconfermata con qualche difficoltà: avvertite la responsabilità di riconfermare gli ascolti ottenuti l'anno scorso?

La questione degli ascolti è una questione che arriva dopo tutto il lavoro che abbiamo fatto quindi noi, per ora, stiamo pensando a fare il nostro lavoro, a far bene quello che ci viene chiesto. L'anno scorso, gli ascolti ci hanno premiato e il pubblico ci ha anche fortemente sostenuto e voluto in questa seconda stagione, quindi, intanto, ringraziamo tutte le persone che si sono date da fare affinché questa stagione venisse riconfermata. Gli ascolti, li aspettiamo certo con un po' di trepidazione, com'è giusto che sia, non è che possiamo proprio infischiarcene, però sappiamo che quelli saranno una conseguenza di quanto bene o male stiamo facendo il nostro lavoro.

Nel video, ci sono le dichiarazioni integrali di Giorgio Lupano.

  • shares
  • Mail