La prova del cuoco ricorda Beppe Bigazzi, Isoardi: "Senza di lui non esisterebbe questo programma"

Il programma di Rai 1 omaggia il gastronomo in apertura di puntata con un filmato di 11 anni fa. Il discorso di Elisa Isoardi.

Stamani nell'appuntamento con La Prova del cuoco, Elisa Isoardi ha (com'è giusto che sia) omaggiato il ricordo di Beppe Bigazzi scomparso ieri all'età di 86 anni dopo una malattia, un pilastro che dai primi anni della trasmissione culinaria ha lasciato la sua impronta con ironia, sarcasmo tagliente e, soprattutto, cultura e devozione per la cucina.

Dopo un'anteprima decisamente sottotono con Claudio Lippi, la conduttrice è entrata in studio dedicando l'inizio ufficiale della puntata allo storico gastronomo: "Dedichiamo l'inizio ad una persona importante, una persona che mi ha accolto quando sono entrata per la prima volta qua. Lancia un filmato risalente al 15 dicembre 2008, data che segna la prima puntata condotta dalla Isoardi, due giorni dopo il congedo di Antonella Clerici per la maternità, nell'RVM Bigazzi parla delle qualità del formaggio con il sapere e la schiettezza che lo ha contraddistinto.

Lui ha insegnato a tutta l'Italia il valore del legame tra la terra e la cucina. Senza lui non esisterebbe la tv che parla di qualità, lui è stato il primo vent'anni fa. E senza di lui non esisterebbe questa Prova del cuoco. Grazie Beppe, grazie per quello che ci hai dato.

Un appunto da sottolineare: non c'è stata menzione alle parole di Antonella Clerici (ora consulente artistico del programma ma conduttrice dal 2000 al 2018) che proprio ieri, qualche ora dopo la notizia diramata, ha twittato una foto ritraente lei e Beppe Bigazzi negli anni d'oro del programma mattutino di Rai 1 seguito dalla didascalia: "Ciao Beppe, niente sarà più come prima".


  • shares
  • Mail