Accordo tra Mediaset e Netflix per la realizzazione di sette film, a breve l'annuncio ufficiale

Reed Hastings CEO di Netflix a Roma la prossima settimana per annunciare pubblicamente l'accordo con Netflix

Un accordo storico, importante e sicuramente significativo per lo streaming italiano ed europeo. Secondo un'indiscrezione di Bloomberg Netflix e Mediaset avrebbero firmato un accordo pluriennale per la realizzazione di sette film. L'annuncio ufficiale dovrebbe avvenire la prossima settimana a Roma, probabilmente l'8 ottobre, quando Reed Hastings, Chief Exectuive Office di Netflix, dovrebbe essere a Roma per un evento.

Non ci sono dichiarazioni ufficiali del patto stretto riportate dalle due società ma alcune fonti sentite da Blogo, hanno confermato che la prossima settimana tutto sarà rivelato, compresi, probabilmente, i termini di questa co-produzione e i titoli dei film che saranno realizzati. Secondo quanto riportato da Bloomberg, Netflix dovrebbe essere il maggior finanziatore di questa operazione. Lo scorso luglio Piersilvio Berlusconi aveva anticipato alcune trattative con Netflix per lo sviluppo di progetti comuni.

Come vi raccontavamo qualche giorno fa, le società di streaming, come Netflix ma anche Apple e Amazon o Disney, hanno la necessità di operare in collaborazione con operatori europei per adeguarsi al parametro del 30% di titoli del continente entro il 2020 stabilito dalla Commissione Europea. Resta ancora da capire se il 30% sarà legato al totale delle ore presenti in catalogo o dei titoli, in ogni caso è importante per Netflix continuare a investire in Italia e non solo.

Dal canto suo Mediaset, come dimostrato anche dall'accordo con Amazon per Made in Italy, si sta dimostrando aperta alla possibilità di collaborare con questi operatori di streaming considerandoli non come concorrenti ma come dei partner con cui operare. L'accordo dovrebbe prevedere un rilascio prima su Netflix di questi prodotti e poi sui canali Mediaset.

Un processo di produzione in collaborazione con operatori già presenti sui territori nazionali che Netflix ha già usato in altri paesi come il Regno Unito, dove, secondo gli ultimi dati, la piattaforma avrebbe 10 milioni di abbonati (in Italia dovrebbe fermarsi a 1,4 milioni). Nel corso del 2018 nel Regno Unito Netflix ha visto una crescita dei propri ricavi passati da 26,9 milioni di euro a 48 milioni con un utile arrivato a 2,34 milioni. Parliamo di una realtà in cui Netflix, facilitata anche dalla lingua, ha oltre 50 progetti originali attivi.

L'aspetto più interessante dell'accordo tra Mediaset e Netflix è che si tratterebbe di 7 film, probabilmente che vedranno il coinvolgimento di Medusa, e non di serie tv che la piattaforma internazionale preferisce sviluppare in modo autonomo come dimostrano i diversi titoli previsti in Italia come Luna Nera, Curon o Summertime e quelli già realizzati come Baby o Suburra.

Intanto però si è attivata anche la Guardia di Finanza italiana che starebbe indagando sulla posizione fiscale di Netflix che pur operando in Italia non paga le tasse nel nostro paese. Nella replica la piattaforma ha sottolineato la "collaborazione con le autorità fiscali italiane" ribadendo "Paghiamo tutte le imposte dovute in Italia e in altri paesi del mondo. Inoltre, Netflix investe milioni di euro in produzioni italiane, contribuendo così a creare posti di lavoro e a sostenere la comunità creativa locale”, come riporta primacomunicazione.

 

  • shares
  • Mail