Fabio Fazio: "Non aveva senso restare dove venivo considerato un problema e non una risorsa"

Fazio Fazio rompe il silenzio alla vigilia del ritorno di Che Tempo Che Fa, stavolta in onda su Rai2.

Fabio Fazio trasloca ancora. Stavolta dalla rete ammiraglia passa a quella cadetta, Rai2. Una rimozione? "Io invece sono molto felice, non lo considero punitivo. Avrei potuto oppormi, ma non ha senso restare in un ambiente che ti considera un problema e non una risorsa. Su Rai2 saremo più liberi di sperimentare", ha detto il conduttore in un'intervista rilasciata a Il Venerdì di Repubblica, in uscita domani.

Fazio non rilasciava interviste da due anni. Ha subito innumerevoli attacchi dell'ex vicepremier Matteo Salvini in questi ultimi mesi (Repubblica li ha contati: sono stati 113), che hanno creato un clima di odio nei suoi confronti. Racconta di aver subito "un'aggressione per strada da parte di un signore parecchio incattivito". "Ma certo non fa piacere che dicano ai tuoi figli cose tipo 'Tuo papà ruba i soldi alla Rai'", ha aggiunto.

Ora lo aspetta Carlo Freccero, un suo amico di vecchia data. Nell'ultimo anno Teresa De Santis, dice Fazio, "l'ho vista solo una volta, per dieci minuti. Sono andato in onda senza avere neppure il numero di telefono del direttore di rete". L'anteprima del programma, che si chiamerà Che tempo che farà, andrà in onda alle 19.30 prima del tg. Che tempo che fa inizierà invece alle 21. Sono già in onda i promo, dove Fazio ammicca al target giovane (o presunto tale) di Rai2.

  • shares
  • Mail