• Tv

Casa Coop: va sul Web la sit com amica dell’ambiente

Cos’è Casa Coop? Un esperimento? Una sit comedy? Una fiction? Un reality show? Un cortometraggio? Tutto e niente: di certo c’è che esordisce oggi questa nuova proposta del social network del gruppo Coop, un connubio frizzante tra potenziale televisivo e Internet con attori veri e professionisti, telecamere e le stimmate dell’autentico tormentone catodico. Dal sito


Cos’è Casa Coop? Un esperimento? Una sit comedy? Una fiction? Un reality show? Un cortometraggio? Tutto e niente: di certo c’è che esordisce oggi questa nuova proposta del social network del gruppo Coop, un connubio frizzante tra potenziale televisivo e Internet con attori veri e professionisti, telecamere e le stimmate dell’autentico tormentone catodico. Dal sito www.casacoop.net si può interagire attraverso tre aree tematiche fondamentali: la storia della pubblicità Coop dagli anni Settanta a oggi, la campagna ambientalista Risparmia le energie, i progetti di solidarietà internazionale. Gli iscritti e i navigatori possono scegliere se seguire la trama della sit com vera e propria (sei puntate di sei minuti ciascuna trasmesse con cadenza settimanale), dialogare tra loro e interagire. Unitamente a ciò, è possibile rivedere i vecchi e storici spot televisivi di di Ugo Gregoretti, del Tenente Colombo, di Woody Allen accompagnati dagli interventi del professore di sociologia dei processi culturali e comunicativi dell’Università di Bologna Roberto Grandi, al fine (anche) di ottenere consigli ambientalmente corretti sul risparmio energetico.

La fiction, Casa Coop appunto, è visualizzabile esclusivamente sul Web ed è stata affidata a volti noti della televisione e del cinema. Tratta della vita di tre famiglie e quattro ragazzi: tutti interpretano ruoli realmente esistenti all’interno della grande distribuzione Coop, per esempio il capo negozio, il responsabile della sezione soci, la socia ambientalmente corretta, eccetera. Tutto è girato in un condominio in zona Prati, a Roma, e in un supermercato: tra gli attori Andrea Tidona (I cento passi e La meglio gioventù), Sergio Sgrilli (il comico con la chitarra di Zelig). La regia è di Francesco Falaschi (Emma sono io e il mediocre Last minute Marocco con Valerio Mastandrea). Un esperimento interessante che coniuga i linguaggi televisivi a cui siamo ben abituati con quelli colpevolmente più distanti del risparmio energetico e del rispetto per l’ambiente.

I Video di Blogo

Sarah parla con Caitlin della sua identità sessuale: una scena di We Are Who We Are