Francesco Giorgino e Pierluigi Diaco, due buoni vicini di casa nei giorni della crisi

Cortesie per gli ospiti...tra colleghi, il rapporto di collaborazione instaurato tra il conduttore di Io e Te e il giornalista del Tg1.

Immaginate di essere in un grande condominio denominato Rai e pensate a una delle più classiche scene d'antan: due vicini di casa con un rapporto d'amicizia datato che sotto il periodo natalizio si scambiano i doni con i sorrisi distesi bussando alla porta dei loro appartamenti. Episodi che si possono vedere sempre più raramente nella vita reale o al massimo nei film per famiglie.

Bene, ora paragoniamo l'esempio alla collaborazione tra Tg1 nel nome di Francesco Giorgino e Io e te in quello di Pierluigi Diaco dallo scorso inizio agosto, periodo d'inizio della crisi di governo a oggi 4 settembre 2019: il risultato sortisce l'effetto della scena descritta, Diaco e Giorgino sono stati due bravi vicini di casa che non si sono schermiti, bensì hanno voluto sbandierare il lavoro esemplare di cooperazione fra la redazione del notiziario di Rai 1 e la trasmissione estiva di Rai 1, episodio televisivamente piacevole da registrare.

Lo speaker radiofonico di RTL 102.5 ha aperto le porte di casa sua per aggiornare il pubblico sulla situazione politica stendendo varie volte un immaginario tappeto rosso per il giornalista elogiandolo per l'ottimo lavoro svolto, Giorgino prendendo la palla al balzo spesso ha esteso i complimenti alla squadra che ha lavorato alacremente per rendere il Servizio Pubblico con le lettere maiuscole e ha rilanciato belle parole per Diaco ringraziandolo per lo spazio concesso.

Le carinerie sono proseguite fino a oggi, giorno cruciale per la formazione del nuovo governo giallo-rosso guidato da Giuseppe Conte. La puntata di Io e te (con Lorella Cuccarini ospite) è andata in onda nel bel mezzo dell'evento, un po' come la barca che si immola con il mare agitato, così è stata interrotta una prima volta alle 14:35 per un'edizione straordinaria del Tg1 che ha seguito l'arrivo del Primo Ministro al Quirinale (durata poco più di 20 minuti) e, dopo aver ricevuto comunicazione dalla rete per una continuazione del programma fino alle 16:25, alle 15:30 il notiziario riprende la linea per la seconda volta in vista delle comunicazioni del Presidente del Consiglio sulla lista dei Ministri.

I tempi si allungano più del previsto e l'appuntamento odierno con Io e Te non vede più la sua ripresa, tanto che lo speciale del Tg1 arriva sino alle 17:10 occupando anche una porzione de La Vita in diretta estate. Francesco Giorgino però non si è dimenticato di Diaco, così quando le acque si sono calmate e l'analisi è già in fase avanzata il giornalista la interrompe per far entrare 'in casa sua' il conduttore data la mancata ripresa di Io e Te:

Abbiamo fatto irruzione nel programma di Pierluigi Diaco che non ha potuto salutare i telespettatori allora gli abbiamo chiesto di farlo qui in diretta. (Si rivolge a lui, ndr) Così ricambi la visita dato che sono stato da te per 2 settimane.

Occasione per ribadire ancora una volta il compito che è stato del Servizio Pubblico nei giorni convulsi della crisi politica, Diaco: "Grazie al Tg1 per la collaborazione" Giorgino: "Abbiamo reso Rai 1 con un palinsesto flessibile all'insegna della copertura come si deve al Servizio Pubblico di questa importante crisi di governo che oggi si risolve" i due si stringono la mano, ed ognuno torna nelle proprie stanze.

  • shares
  • Mail