Boez - Andiamo Via, su Raitre la docuserie che mette in cammino sogni e speranze

Su Raitre parte Boez-Andiamo Via, una docuserie che segue il viaggio da Roma a Santa Maria Di Leuca di sei giovani che hanno avuto problemi con la giustizia, raccontandone paure e sogni

Il cammino come catarsi, un percorso da compiere fuori, tra strade lunghe e panorami nuovi, e dentro di sé, alla ricerca di sogni dimenticati e di speranze da ri-accogliere. Un esperimento che hanno toccato con mano (e percorso con i piedi, è il caso di dire) i sei protagonisti di Boez-Andiamo Via, la nuova docufiction in onda da questa sera, lunedì 2 settembre 2019, alle 20:10 su Raitre. Dieci episodi (il finale è previsto per il 13 settembre) che raccontano un viaggio, ma anche sei storie di altrettanti ragazzi in cerca di un futuro che non credevano possibile.

Sei ragazzi in cammino


La docuserie vede al centro sei giovani, condannati in passato per aver infranto la legge ed in regime di detenzione, interna ed esterna. A loro è stato proposto di compiere un viaggio a piedi, come dispositivo di recupero, un'alternativa già sperimentata con successo in altri Paesi europei, con partenza dal Colosseo, a Roma, ed arrivo a Santa Maria di Leuca (Lecce).

Un viaggio durato sessanta giorni, durante cui Alessandro, Francesco, Omar, Matteo, Maria e Kekko hanno dovuto affrontare notevoli fatiche fisiche, ma anche nuove regole e nuove modalità di relazione. Tappa dopo tappa, sono inevitabili i ricordi, che riaffiorano nei ragazzi e che permettono loro di confrontarsi l'uno con l'altro, parlando delle proprie paure e dei propri sogni, ma soprattutto del loro desiderio di rimettersi in gioco.

Al loro fianco, due figure professionali: Ilaria D'Appollonio, Educatrice di Comunità ad orientamento psico dinamico, che ha aiutato il gruppo nella gestione delle dinamiche relazionali; e Marco Saverio Loperfido, ricercatore universitario, documentarista e guida ambientale escursionistica AIGAE, le cui competenze tecniche aiutano il gruppo nell'affrontare il cammino, il cui messaggio finale è quello di una rinascita possibile per chiunque.

Un percorso raccontato con umanità


Il forte valore sociale di Boez-Andiamo Via -presentato in anteprima al Giffoni Film Festival- è testimoniato anche dal sostegno ricevuto dalla docuserie dal Ministero della Giustizia-Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità. Prodotto da Rai Fiction e Stemal Entertainment, la produzione è il primo esperimento di questo genere in Italia, che ha richiesto una serie di innovazione anche dal punto di vista delle riprese, con l'inserimento negli episodi delle immagini realizzate dai protagonisti stessi con i loro telefonini.

Boez-Andiamo Via (il titolo è un omaggio ad un writer) è stato scritto da Paola Pannicelli e Roberta Cortella, che ne cura anche la regia con Marco Leonardi. "La storia di vita di ognuno dei nostri protagonisti è un racconto dal vero con tutti gli elementi del romanzo di formazione, per di più vissuto da un gruppo", ha detto la Pannicelli.

"Le qualità professionali ed umane di fonici, operatori e assistenti, divenuti reali compagni di viaggio seppur dietro le quinte, hanno permesso di limitare al massimo le pause tecniche e di sviluppare una sincera empatia con i ragazzi", hanno aggiunto la Cortella e Leonardi. "Ci auguriamo che la serie possa aprire una finestra sul mondo di questi ragazzi al limite e, senza buonismo o lieti fini a tutti i costi ma attraverso la pura e semplice realtà, possa diffondere il messaggio costruttivo del 'tutto è possibile'".

"Le persone si possono salvare e si possono salvare in via definitiva, riumanizzandosi", conclude Tito Baldino, supervisore scientifico del progetto. "Questo è il punto forte di tutta l’impresa: restituire a delle persone disagiate il diritto di essere liberi nella mente -perché così non saranno più portate a delinquere- restituire loro anche la libertà in questo Stato democratico; e in questo credo fortemente, in quanto psicoanalista e in quanto uomo".

Boez-Andiamo Via, streaming


E' possibile vedere Boez-Andiamo Via in streaming sul sito ufficiale della Rai, e sull'app per smart tv, tablet e smartphone, mentre da domani si potrà vedere nella sezione Guida Tv/Replay.

  • shares
  • Mail