In onda, De Angelis interrotto per l'arrivo di Salvini a Sabaudia. Lui si arrabbia: "Non è lo sbarco in Normandia"

A In onda Alessandro De Angelis viene interrotto dai continui collegamenti con Sabaudia, dove è atteso Salvini. Il giornalista si arrabbia: "Non riesco a finire un ragionamento, sembra lo sbarco di Eisenhower in Normandia"

Fermi tutti, c’è Salvini. E Alessandro De Angelis si arrabbia. Fuori programma a In onda, con il vicedirettore dell’Huffington Post  che si spazientisce quando Luca Telese e David Parenzo tagliano il suo intervento per collegarsi con Sabaudia.

Non mi interrompere”, avvisa il giornalista visibilmente irritato, ma la fresca attualità è più importante delle analisi politiche e la linea passa in fretta e furia a Francesca Carrarini.

De Angelis non ci sta, anche perché il vicepremier non è ancora salito sul palco e mentre l’inviata offre gli ultimi aggiornamenti sulla tenuta del governo si continua a sentire la voce dell’ospite in sottofondo: “Non riesco a finire un ragionamento, non riesco a finire un ragionamento…”.

Al rientro in studio Telese prova a giustificarsi, ma De Angelis lo gela:

“Capisco che si deve creare un clima che sembra lo sbarco di Eisenhower in Normandia però mi bastava un minuto per finire il ragionamento”.
  • shares
  • Mail