Final Fantasy, la saga di videogiochi diventa una serie tv

Final Fantasy, popolare saga di videogiochi, diventa una serie tv, prodotta da Hivemind con Sony Pictures Television e Square Enix e che rispetterà il materiale di origine

Uno dei videogiochi di ruolo più famosi al mondo diventa una serie tv. Stiamo parlando di Final Fantasy, popolare saga conosciuta in ogni angolo del mondo, che sarà adattato per il piccolo schermo da Hivemind insieme a Sony Pictures Television ed a Square Enix, quest'ultima casa di produzione del videogioco stesso. I dettagli sul dove andrà in onda la serie e sul cast devono ancora essere comunicati.

Gli appassionati, però, sanno bene che il mondo di Final Fantasy, creato nel 1987 da Hironobu Sakaguchi, non è uno solo, ma ognuna delle versioni uscite sul mercato racconta una storia differente, sebbene con elementi in comune. Per realizzare la serie tv in live-action è stato deciso che si attingerà al materiale proveniente da Final Fantasy XIV, distribuito nella sua prima versione nel 2010.

La serie tv, quindi, sarà ambientata nelle terre di Eorzea, dove magia e tecnologia dovranno imporsi in un mondo in guerra. Non mancheranno alcuni degli elementi tipici del videogiochi, così come alcuni suoi personaggi iconici: in primis Cid, presente in ogni capitolo, e gli Chocobo, animali gialli simili a struzzi che permettono ai personaggi di compiere grandi distanze.

"Final fantasy XIV ed Eorzea sono la porta di accesso ideale per i fan di lunga data di Final Fantasy ma anche per chi non lo è", ha detto il co-presidente di Sony Pictures Television Chris Parnell. "Questo show vuole incarnare tutti gli elementi che hanno reso la saga un fenomeno affascinante e senza fine, è un onore portare alla luce tutti i personaggi iconici, le ambientazioni e le idee di Eorzea per la tv".

Di Final Fantasy era stato realizzato un film, nel 2001, che però della saga conosciuta dal pubblico aveva ben poco, e si rivelò un insuccesso. La serie tv di Final Fantasy, invece, vuole essere molto più vicina a quanto gli appassionati del videogioco già conoscono: da una parte, un vantaggio che permetterà di approfittare dell'elemento curiosità, dall'altra un rischio di deludere chi è cresciuto con una saga considerata tra le migliori sul mercato.

[Via EntertainmentWeekly]

  • shares
  • Mail