Io e te, la tesi di Sandra Milo: "Non mangio pesce perché il Mediterraneo è come un cimitero"

A Io e te fa discutere la risposta di Sandra Milo a una ragazza che si lamentava del fidanzato che non mangiava più il polpo. "Io non mangio pesce perché Mattarella ha detto che il Mediterraneo è un cimitero". Imbarazzo di Diaco

Probabilmente voleva essere l’occasione per dare il là a qualche simpatico doppio senso, invece ci si è andati ad imbattere in un terreno assai scivoloso ed imbarazzante.

A Io e te va in scena la posta del cuore con Sandra Milo. Un appuntamento ‘fuori dal tempo’, dove ancora si inviano lettere da leggere in diretta, con tanto di parere e consiglio dell’attrice ottantaseienne.

Valeria Graci riporta il messaggio di tale Veronica da Pesaro che pone alla Milo il problema riguardante l’alimentazione del suo fidanzato: “Il mio compagno ha cominciato a fare storie e non voler mangiare il polpo alla Luciana che finora gli piaceva tanto e non vuole che lo mangi neppure io. Ha visto un documentario e dice che il polpo è intelligentissimo e quindi gli sembrerebbe di mangiare un suo simile”.

La Milo – che ha il merito (e l’invidiabile fantasia) di avere suggerimenti per tutti, dice la sua: “Non devi disprezzarlo perché apprezza il polpo. Lo capisco, per esempio io non mangio mai pesce”.

Curiosa e sconcertante tuttavia la motivazione di questa scelta:

“Non lo mangio perché una volta il presidente Mattarella ha detto che il Mediterraneo è come un cimitero. Per quello non mangio più pesce”.

Evidente il riferimento ai morti in mare, a tal punto che Pierluigi Diaco prende subito in mano il timone: “Fermiamoci qua direi”.

  • shares
  • Mail