Io faccio 'o show, Renzo Arbore a tutto swing su Rai 2 in un concerto da collezione

Renzo Arbore & his Swing Maniacs in un concerto del 2001 a base di swing, recuperato e trasmesso da Rai 2.

Renzo Arbore e lo swing, una passione lunga una vita che arriva in tv grazie alla messa in onda di un concerto registrato nel 2001 al Teatro Regio di Parma col meglio del repertorio di genere italiano e internazionale. Si intitola Io faccio ‘o show questo 'speciale' che Rai 2 trasmette questa sera, lunedì 24 giugno, alle 23.00, che nasce grazie alla riscoperta del concerto da parte di Carlo Freccero, il direttore di rete, che ha pensato così di ritagliare uno spazio nel palinsesto estivo per riportare la musica di Arbore in tv. Musica che peraltro è protagonista da tre settimane su Rai 5 con ottimi risultati d'ascolto per Ll'arte d''o sole, il racconto di 28 anni di Orchestra Italiana nel mondo.

Il titolo del concerto in onda questa sera prende il nome da un brano scritto da Arbore nel 1986: un brano struggente che sa di autobiografico, in scaletta insieme a successi internazionali e italiani come Just a Gigolo, Caledonia, Bongo Bongo Bongo a Mamma mi piace il ritmo, ai suoi Il clarinetto o La mattonella, firmati con Claudio Mattone.

“Lo swing era una mia passione e in particolare le canzonette degli anni 40 e 50 quando dopo gli americani, gli italiani si divertirono a fare dei brani swing. Ho fatto una tournee fortunatissima in tutta Italia, e in particolare un concerto al Regio di Parma, portando sul palco le canzoni della mia adolescenza e qualche altro brano un po’ più attuale dello swing italiano che ho fatto con grande passione. Un concerto molto elegante nei vestiti che abbiamo sfoggiato, nella presentazione dei brani e nell’esecuzione, grazie anche ai musicisti, i migliori di questo genere"

ha raccontato Arbore presentando il concerto. Con lui sul palco allora, e stasera in tv, Michael Supnick al trombone, Red Pellini al sax, Attilio Di Giovanni al piano, Massimo Morrone alla chitarra, Max Paiella e Luca Buonfrate alla voce, Alberto Botta alla batteria, Valerio Serangeli al contrabbasso, Emanuele Basentini alla chitarra elettrica, Fabrizio Iacomini al basso tuba. Vale la pena ricordare che la registrazione del concerto è stata prodotta da Adriano Fabi per la Gazebo Giallo Srl.

  • shares
  • Mail