Quarta Repubblica, Sallusti sdogana la 'pecorina'. E Bersani non trattiene la risata

A Quarta Repubblica si parla di politica economica e Alessandro Sallusti rompe l'ultimo tabù facendo riferimento alla posizione della "pecorina". Porro fa finta di nulla, mentre Bersani non riesce a non ridere

Nella tv dove tutto è sdoganato, tra talk dedicati agli scambi di coppia e approfondimenti sull’universo del porno, ci pensa Alessandro Sallusti a rompere l’ultimo tabù.

“Volevo dire alla Maglie che sembra che lei sia per andare in Europa a schiena dritta, mentre io ed altri per andare in Europa alla pecorina. Il problema non è la posizione del corpo, ma la testa”.

Accade a Quarta Repubblica, nel bel mezzo della discussione sulle decisioni del governo in materia di economia. Da una parte c’è Maria Giovanna Maglie, che spinge per alzare la voce in Europa, dall’altra il direttore de Il Giornale, critico con gli atteggiamenti contraddittori assunti da Conte, Salvini e Di Maio.

L'allusione sessuale di Sallusti non passa inosservata e se Nicola Porro preferisce far finta di nulla, lo stesso non si può dire per Pierluigi Bersani, che fatica a nascondere la risata.

  • shares
  • Mail