Ciak Junior 2019, su Canale 5 il racconto della 30esima edizione

Tre cortometraggi in finale, realizzati da ragazzi di scuole medie e superiori, e quattro puntate nel daytime domenicale per raccontare la trentesima edizione di Ciak Junior.

Ciak Junior ha compiuto 30 anni e li ha festeggiati lo scorso 24 e 25 maggio con l'annuale edizione del Festival Ciak Junior che si è svolto a Jesolo Lido e nel quale sono stati proclamati i vincitori di quest'anno. Ideato da Gruppo Alcuni, Ciak Junior è un progetto internazionale di corti, scritti e interpretati dai ragazzi per i ragazzi, con l’intento di far conoscere agli studenti come nasce un prodotto audiovisivo. Ogni anno Ciak Junior coinvolge migliaia di ragazzi delle scuole medie e superiori provenienti da diversi Paesi: supervisionati da Francesco e Sergio Manfio, che firmano anche la produzione esecutiva e la regia dei film italiani, gli studenti prendono parte a tutte le fasi produttive del cortometraggio, dalla scrittura del soggetto alla recitazione, fino alle riprese.

A raccontare  il succo di questo concorso dedicato ai cortometraggi scritti e interpretati da adolescenti ci pensano quattro appuntamenti speciali in onda su Canale 5 alle 9.35 da domenica 2 giugno: ciascuno permetterà di presentare al pubblico tv lo spirito del format e di conoscere meglio i protagonisti dei cortometraggi italiani finalisti e il lavoro che ogni scuola ha fatto per realizzare la propria creazione; l'ultima puntata, poi, sarà tutta dedicata al racconto della 30esima edizione del Festival che si è svolto a Jesolo.

I tre lavori italiani, su cui si concentra lo speciale tv, hanno trattato ciascuno un tema particolarmente vicino ai giovanissimi: si va dalla difesa dell'ambiente, trattato ne Lo spirito verde, dell’Istituto Agrario di Città di Castello (PG), all'importanza della parità di genere, al centro di Pink or Blue, girato con una classe dell’Istituto Cornaro di Jesolo (VE) per arrivare al bullismo con A quattro mani, girato con una classe della Scuola secondaria di 1° grado Lepido di Reggio Emilia.

Ogni puntata, dunque, è dedicata a un diverso corto: a condurla due dei protagonisti dell'opera in concorso, che accompagnano il pubblico alla scoperta del dietro le quinte del film, ma anche delle bellezze della loro città; c'è anche modo di dare un'occhiata ai piatti tipici del luogo con la rubrica 'Ciak Chef', prima di tornare a parlare del corto, con le riflessioni dei ragazzi sul tema portante del lavoro che hanno realizzato. In chiusura, a mo' di chiosa, si mostra il cortometraggio realizzato.

Ciak Junior 2019, le puntate


Si parte il 2 giugno con Lo spirito verde, dell’Istituto Agrario di Città di Castello (PG): a guidarci Laura e Niccolò, che ci condurranno anche all’Istituto Alberghiero Cavallotti per preparare gli gnocchi gratinati col tartufo bianchetto. Del resto per loro che hanno incentrato il loro racconto sulla difesa dell'ambiente e sulla necessità che ciascuno faccia la propria parte per incrementare la raccolta differenziata, l'attenzione per il prodotto tipico e la geninuità è pane quotidiano.

Domenica 9 giugno, invece, spazio a Pink or Blue, scritto e interpretato dagli studenti II B dell’Istituto “Cornaro” di Jesolo (VE), che affronta il tema della parità di genere che affronta il tema con un pizzico di ironia e con una visione cinematografica piuttosto interessante.

Domenica 16 giugno tocca al corto A quattro mani, scritto e interpretato dagli studenti del Laboratorio di Cinema della Scuola secondaria di 1° grado “Lepido” di Reggio Emilia: bullismo e ostracismo dei compagni di classe non fermano Elisa, una studentessa con una grande passione per la musica.

Si chiude domenica 23 conlo Special di Jesolo Lido, dedicato alle immagini e alle interviste dalla 30esima edizione del Festival televisivo Internazionale Ciak Junior, che ha visto la partecipazione di circa 300 ragazzi da 9 Paesi oltre che da tante città italiane.

 

Ciak Junior 2019, premi e giuria


Tra gli oltre 50 giurati che hanno visionato e valutato i corti finalisti italiani, selezionati tra carta stampata, docenti universitari, giornalisti, blogger e influencer, c'era anche TvBlog: abbiamo avuto modo di esprimere i nostri voti e i nostri giudizi e alla fine la combinazione di tutte le preferenze espresse ha dato i seguenti risultati per i premi nazionali.


  • Miglior Film: A quattro mani;

  • Miglior Soggetto: Pink or Blue;

  • Miglior gruppo di attori: Lo spirito verde; 

  • Miglior attore: ex-aequo al ragazzo che interpreta la parte di Nicholas, studente ecologista, nel film Lo spirito verde e al ragazzo che interpreta il pianista Gabriel nel film A quattro mani;

  • Miglior attrice: Elisa, protagonista del film A quattro mani;

  • Premio Canale 5 alla coppia di conduttori del backstage della prima puntata, registrata a Città di Castello (PG).


 

 

 

  • shares
  • Mail